Lo sceneggiatore Marco Pettenello vince il Premio Ruggero Gamba – Creatività e Territorio

EUGANEA FESTIVAL: PREMIO RUGGERO GAMBA 2013

Il riconoscimento in onore dello scenografo padovano, omaggio al talento e alla creatività, viene consegnato quest’anno allo sceneggiatore Marco Pettenello

Un nuovo evento speciale per l’Euganea Festival: martedì 9 luglio alle ore 21.30 presso l’antica Trattoria Ballotta di Torreglia verrà consegnato il premio intitolato allo scenografo, calligrafo, pittore e inventore Ruggero Gamba. Ad aggiudicarsi il premio quest’anno è Marco Pettenello, sceneggiatore padovano cresciuto professionalmente con Carlo Mazzacurati insieme al quale ha scritto La lingua del Santo, La giusta distanza e La passione. Pettenello ha lavorato inoltre con Andrea Segre per la sceneggiatura di Io sono Li e con Silvio Soldini per Il Comandante e la cicogna. La sua ultima collaborazione è con Andrea Prandstraller nella scrittura di Nudi alla meta, sceneggiatura con cui nel 2007 il duo ha vinto il premio Solinas e che è stata trasformata nella fiction Non è mai colpa di nessuno, diretta dallo stesso Prandstraller in proiezione all’Antica Trattoria Ballotta subito dopo l’assegnazione del premio.

Il Premio Ruggero Gamba – Creatività e Territorio torna quest’anno, oltre che con lo scopo di ricordare il poliedrico artista, anche quale riconoscimento per chi, come lui, è riuscito a valorizzare il proprio talento e la propria creatività all’interno dei confini del nostro territorio.  La serata sarà ospitata nella bucolica Antica Trattoria Ballotta, vera e propria istituzione fra i locali del padovano, ideale punto d’incontro fra territorio, comunità, tradizioni e memoria.

Non è mai colpa di nessuno di Andrea Prandstraller racconta la storia di Piero (interpretato da Giacomo Potì),  un ragazzo che vive fra Marghera e Venezia consumando i suoi 18 anni sui campi da rugby e lungo gli scorci grigi della laguna in compagnia dell’amico Sergio (Marco Andreatta). È un equilibrista, Piero, costantemente in bilico fra la dolcezza e l’innocenza della gioventù e quel mondo degli adulti così feroce e ambiguo. La splendida scenografia, livida e asciutta, diventa specchio dei turbamenti dell’età più difficile: da una parte la poesia romantica di una città sospesa fra sogno e realtà, dall’altra il polo chimico veneto per eccellenza, un mondo inquinato, dove si cresce attraverso il duro lavoro e dove incidenti e morti bianche sono all’ordine del giorno. È proprio a causa di una sfiancante giornata alle macchine, culminata in un turno infinito di straordinari, che Nestor, operaio argentino alle dipendenze del padre di Sergio, rimane gravemente ustionato. A causa di questo evento, apparentemente distante, la vita di Pietro prenderà una piega inaspettata facendogli conoscere Maria, figlia di Nestor. Grazie all’amore per la ragazza, il giovane troverà il coraggio di confrontarsi una volta per tutte con l’altro mondo, quello delle incertezze, dei compromessi, delle responsabilità e delle ingiustizie. Perché diventare grandi vuol dire fare i conti con se stessi, con gli altri, con la propria morale, con la società e con la storia del Paese in cui si vive. Con le parole di un altro veneto illustre, Marco Paolini: “Adulto è colui che si è giocato delle possibilità e deve vivere con quello che ha”.  Eppure, a dispetto delle serie tematiche, Andrea Prandstraller costruisce il racconto su un tono ambivalente, capace di ondeggiare armonioso fra dramma e ironia, spensieratezza e riflessione.

L’Euganea Festival nasce quest’anno come naturale prolungamento dell’ormai storico e consolidato Euganea Film Festival, giunto quest’anno alla 12° edizione. Si tratta di una rassegna volta a promuovere al suo interno eventi già conosciuti, ma anche iniziative inedite, come le proiezioni di film documentari a tematica ambientale ospitate in tante rinomate cantine e aziende dei colli, il festival Paesaggi con vista, quest’anno alla sua prima edizione, performance musicali, teatrali, artistiche, culturali e naturalistiche. Nuovi compagni di viaggio, nuove proposte, nuove emozioni e nuovi stimoli raccontare il territorio e i panorami dei Colli Euganei.

Euganea Festival è realizzato con il sostegno della Regione del Veneto, della Provincia di Padova, di Fondazione Antonveneta, di Banca Etica, con i comuni di Este, Monselice, Teolo, Cinto Euganeo, Battaglia Terme, Baone, Galzignano, Torreglia, Rovolon, in collaborazione con i tanti viticultori e produttori che mettono a disposizione i loro spazi, come per lo straordinario Anfiteatro del Venda.

Per informazioni
www.euganeafilmfestival.it
info@euganeafilmfestival.it