Lezioni di suono. Primo incontro con Salvatore Sciarrino

Banner 1
LEZIONI DI SUONO
Tre incontri con Salvatore Sciarrino

Giovedì 21 aprile 2016 — ore 17.30
Sala dei Giganti al Liviano Padova, Piazza Capitaniato, 7

 Sciarrino Mozart a 9 anni (1993)

Orchestra di Padova e del Veneto
Marco Angius,
Direttore

Anna D’Errico, pianoforte

Biglietti: Interi 8€ Ridotti 3€ (studenti e giovani under35)
www.opvorchestra.it

L’arrivo a Padova di Salvatore Sciarrino, voce splendida e originalissima del panorama musicale contemporaneo, in qualità di compositore in residence dell’Orchestra di Padova e del Veneto è occasione per offrire alla cittadinanza un ciclo di tre lezioni-concerto in cui il maestro condurrà il pubblico lungo le tracce di alcuni suoi percorsi artistici.

Nel primo incontro, che si terrà giovedì 21 aprile nella bella cornice della Sala dei Giganti al Liviano, Sciarrino intreccerà un dialogo con uno dei compositori del passato che più ha amato, Mozart, mentre l’OPV, affiancata dalla pianista Anna d’Errico, proporrà esempi musicali ed esecuzioni di brani.

Sono Lezioni di suono, perché Sciarrino è poeta del suono: un suono ripulito da ogni incrostazione accademica, che si confronta direttamente con le forme del mondo e con la propria inseparabile antitesi, il silenzio. Un suono nudo, che si abbandona alla percezione di chi ascolta, la trasforma e se ne lascia trasformare. Sfuggendo a ogni scuola e abitando la contemporaneità musicale in un suo modo coraggioso e solitario, Sciarrino sconfessa il ruolo del compositore come dispensatore di verità, ma riesce a mantenere sul mondo uno sguardo estremamente penetrante, che trova espressione nella sua musica e nel suo pensiero.

Nel corso di questo primo incontro sarà proposta la sua composizione Mozart a 9 anni, una serie di rielaborazioni per orchestra d’epoca dal Quaderno Musicale Londinese. Trascrivere per Sciarrino è un atto autenticamente creativo, è traccia di un incontro con un altro pensiero musicale attraverso le epoche, ed è anche la storia di un innamoramento: “Solo un atto d’amore può far vivere la tradizione”. Particolarmente vivo è il rapporto di Sciarrino con la musica di Mozart, che si è concretizzato in anni di studi, trascrizioni, rielaborazioni delle sue opere.

Grazie alla sua libertà da ogni accademismo, Sciarrino riesce a dissipare l’aura sacrale, conservatrice, che avvolge il compositore salisburghese, per confrontarsi con lui in modo esistenzialmente autentico. Ciò che viene venerato come il “genio” mozartiano viene così ripulito dalla coltre di miti che ne hanno fatto “una gloria e una merce”, per ricondurlo – senza necessariamente ridimensionarlo – alla sua dimensione umana: si svela così una musica che, dietro un’apparenza di facilità, dissimula “uno sforzo costante di oltrepassare i propri limiti”.

Biglietti
ridotto studenti e under35 € 3,
intero € 8.

Info
T 049 656848 · 656626
info@opvorchestra.it
www.opvorchestra.it