Tutti giù per terra per ascoltare l’OPV!

kidslab

Tutti giù per terra per ascoltare l’OPV!

Sabato 23 aprile alle 17.30 secondo appuntamento per il ciclo “Tuttigiuperterra” alla Sala polivalente S. Martino di Voltabrusegana. I bambini potranno sedersi in mezzo all’Orchestra di Padova e del Veneto e ascoltare la Sinfonia in do magg. “Dei Giocattoli” di Haydn ed il Concerto per flauto “Il Cardellino” RV428 di Vivaldi.

Ritorna sabato 23 aprile alle 17.30 alla Sala polivalente S. Martino di Voltabrusegana, dopo il grande successo dell’inaugurazione, il ciclo OPV KidsLab/Tuttigiuperterra, nuovo progetto dell’Orchestra di Padova e del Veneto dedicato ai più piccoli: nessun palco, nessuna platea, è richiesto che tutti i partecipanti portino con sé un cuscino con cui sedersi sul pavimento riscaldato.

I bambini potranno stare in mezzo all’Orchestra di Padova e del Veneto e ascoltare la Sinfonia in do magg. “Dei Giocattoli” di Joseph Haydn (1732-1809) ed il Concerto per flauto op. 10 n. 3 in Re maggiore “Il Cardellino” RV428 di Antonio Vivaldi (1678-1741).

Si inizia dalla particolarissima Sinfonia in do magg. “Dei Giocattoli”, articolata in sette movimenti e attribuita inizialmente a Leopold Mozart (1719-1787), papà di Wolfgang Amadeus, ed in un secondo momento anche a Joseph Haydn e a suo fratello Michael. Questa sinfonia si distingue in particolare per l’organico in quanto alla classica orchestra sinfonica si affiancano alcuni strumenti tipici dell’infanzia: tra questi, una forma speciale di rullante ed una raganella; altri imitano il canto di uccelli come il cuculo e la quaglia per divertire gli ascoltatori soprattutto giovanissimi.

Dai giocattoli si passa poi al mondo della natura con il Concerto per flauto op. 10 n. 3 in Re maggiore “Il Cardellino” RV428 di Antonio Vivaldi in cui il volteggiare virtuosistico del flauto solista riporta alla mente un tenero cardellino cinguettante.

Sarà Mario Folena, primo flauto dell’Orchestra di Padova e del Veneto, a svolazzare con i suoni nella sala e a guidare l’orchestra tra giocattoli e cinguetii alla scoperta dell’incanto che solo la musica può creare.

Una grande sala fuori dal caos del centro, senza poltrone e senza sedie, dove musicisti e pubblico possano stare sullo stesso piano, o addirittura mescolarsi. Un modo nuovo e divertente dedicato agli ascoltatori più piccoli per conoscere da vicino l’Orchestra e la grande musica.

I biglietti – Adulti € 5, bambini e ragazzi fino a 12 anni € 3 – saranno in vendita il giorno del concerto a partire dalle ore 16.30 e in prevendita presso la libreria Pel di Carota (via Boccalerie 29, tel. 049 2956066). Visti i posti limitati, gli organizzatori suggeriscono l’acquisto in prevendita.

Per informazioni: Orchestra di Padova e del Veneto, tel. 049 656848.

PROFILO

Mario Folena, flauto

Mario Folena ha studiato flauto traverso a Padova sotto la guida di Clementine Hoogendoorn Scimone e flauto traversiere a Verona sotto la guida di Marcello Castellani, diplomandosi in entrambi con il massimo dei voti e la lode. E’ del 1978 l’esordio solistico sotto la direzione di John Eliot Gardiner. Perfezionatosi ai seminari di studio tenuti da Robert Donington, Renè Clemencic, Eduard Melkus e Jean Pierre Rampal, ha collaborato con numerose orchestre tra cui “I Solisti Veneti”, l’”Orchestra da camera di Parigi”, “I Filarmonici di Verona”, l’”Accademia de li Musici”, l’”Orchestra da camera di Mantova”, l’”Orchestra Filarmonica Veneta di Treviso”, l’”Orchestra Internazionale d’Italia”, l’”Arte dell’Arco”, “I Solisti Filarmonici Italiani”, l’”Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma”. E’ stato inoltre primo flauto di “Novecento e oltre”, gruppo fondato da Antonio Ballista. Dal 1982 è primo flauto dell’”Orchestra di Padova e del Veneto”, con la quale svolge un’intensa attività concertistica e solistica in tutto il mondo (Europa, Nord Africa, Stati Uniti, America Latina, Giappone, Australia).  Come solista Mario Folena collabora con le più importanti società di concerto italiane.  Ha insegnato flauti traversi storici ai corsi estivi di musica antica alla Fondazione Cini di Venezia e ai Conservatori di Padova e Parma.  Tra le sue numerose registrazioni discografiche, quella delle Sonate ed Arie di F. Geminiani, effettuata assieme al clavicembalista Roberto Loreggian per TACTUS, ha vinto nel 1997 il Referendum di Musica e Dischi come miglior disco di musica classica dell’anno. Mario Folena, inoltre, è vincitore, assieme a Roberto Loreggian, del Premio speciale “Civiltà Veneta” 2007 della Fondazione Masi al concorso internazionale “Zinetti”. Il suo ultimo cd dei concerti per flauto op. X di Vivaldi, registrato con l’Arte dell’Arco per Brilliant Classics, uscito nell’estate 2015, sta riscuotendo un notevole successo di critica e di pubblico.