Musikè in provincia di Rovigo con una giovane promessa del jazz

musikè 2014

Sabato 30 aprile, alle 21.00, primo appuntamento rodigino dell’edizione 2016 di Musikè al Museo della Bonifica di Ca’ Vendramin, a Taglio di Po, con il Giulia Facco Quintet, guidato dalla pianista, compositrice e arrangiatrice padovana Giulia Facco. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.rassegnamusike.it

Per immagini in HD: http://www.studiopierrepi.it/musike-2016/

Da aprile a novembre, musica e teatro tornano protagonisti a Rovigo e provincia con la quinta edizione di Musikè, rassegna itinerante promossa e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo che conferma anche quest’anno la propria vocazione culturale, ampia e diversificata, coinvolgendo musicisti, cantanti, attori e ballerini di prima grandezza, insieme a giovani talenti emergenti, in cinque eventi a ingresso gratuito dislocati in altrettante suggestive sedi del territorio.

Giulia Facco 5tet

Giulia Facco 5tet

Il primo appuntamento nella provincia di Rovigo è all’insegna del jazz con Musikè Giovani, la sezione di Musikè che anche quest’anno dedica due concerti rodigini ai giovani talenti.  Sabato 30 aprile, alle 21.00, al Museo della Bonifica di Ca’ Vendramin a Taglio di Po (RO) si esibirà il Giulia Facco 5tet, capitanato dalla giovane pianista, compositrice e arrangiatrice padovana Giulia Facco, diplomata al Conservatorio di Rovigo. Il quintetto proporrà i brani di The Prophecy, album appena pubblicato le cui musiche sono legate al jazz modale e al blues, ma in una chiave personale che dà al progetto una sonorità molto ben definita, forte delle influenze di grandi maestri come Wayne Shorter, Thelonious Monk, Horace Silver, Enrico Pieranunzi. L’obiettivo è quello di mescolare echi tradizionali e suoni più moderni, mantenendo un’energia ritmica che accompagna l’ascoltatore in un viaggio dalle sfumature oniriche.

Dopo la pausa estiva, venerdì 30 settembre al Tempio della Beata Vergine del Soccorso (La Rotonda) di Rovigo risuoneranno i canti d’amore e di lode delle comunità siro-cristiana, armena, musulmana e giudaica nel concerto-narrazione intitolato Lo splendore di Aleppo e dedicato alla città siriana, oggi in rovina, posta lungo l’antica via della seta, i cui cantori godevano di grande fama in tutto il Vicino Oriente. La memoria del patrimonio musicale aleppino è un simbolo storico di convivenza civile e rappresenta un tesoro culturale mediterraneo di inestimabile valore.

Sulla via della seta: Vivica Genaux

Sulla via della seta: Vivica Genaux

Dopo le orchestre dei Conservatori di Padova, Rovigo e Adria, l’Orchestra Giovanile Nazionale di Turchia e la Theresia Youth Baroque Orchestra, Musikè Giovani ospiterà quest’anno l’Orchestra Giovanile Italiana (OGI), fondata da Piero Farulli all’interno della Scuola di Musica di Fiesole, che in 30 anni di attività formativa ha contributo alla vita musicale del nostro Paese con oltre mille musicisti occupati stabilmente nelle orchestre sinfoniche italiane e straniere. Sabato 22 ottobre al Teatro Sociale di Rovigo l’orchestra diretta da John Axelrod, uno dei direttori più interessanti e quotati del panorama odierno, proporrà un programma interamente dedicato all’Italia, con musiche di Čaikovskij (Capriccio italiano), Respighi (I pini di Roma) e Strauss (Aus Italien).

Le musiche di Haendel, Broschi, Hasse e Vivaldi saranno al centro del concerto Sulla via della seta che La Magnifica Comunità, con Enrico Casazza nel ruolo di violino principale, proporrà sabato 5 novembre al Teatro Balzan di Badia Polesine (RO). Il programma a tema per Musikè, dedicato a quella strada d’Oriente che nel corso dei secoli ha affascinato viaggiatori e compositori, è impreziosito dalla voce di Vivica Genaux, una delle grandi cantanti della ribalta operistica mondiale grazie all’inconfondibile timbro, alla tecnica straordinaria e alla superlativa presenza scenica.

Dopo il grande successo dello spettacolo La semplicità ingannata, ospitato da Musikè nel 2013, sabato 12 novembre al Teatro Ballarin di Lendinara (RO) tornerà l’attrice e autrice Marta Cuscunà, a chiudere gli appuntamenti rodigini della rassegna con la sua nuova pièce teatrale intitolata Sorry, boys. Lo spettacolo metterà a fuoco alcune domande che riguardano gli uomini: come stanno oggi i giovani maschi? Che uomini adulti si preparano a diventare? Qual è il modello di mascolinità in cui si riconoscono e a cui aspirano? Se è vero che una società sbilanciata al maschile inevitabilmente li favorisce, non è altrettanto scontato che quel modello permetta loro di essere uomini felici.

Inizio spettacoli ore 21.00

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria su www.rassegnamusike.it

Informazioni:
tel. 345 7154654
www.rassegnamusike.it

Musikè 2016 è una rassegna promossa e organizzata da
Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo
www.rassegnamusike.it – info@rassegnamusike.it
www.facebook.com/rassegnamusike
tel. 345 – 7154654

Ideazione e coordinamento
Alessandro Zattarin

Gruppo di lavoro
Mario Giovanni Ingrassia
Claudio Ronda
Gabriele Vianelli

Comunicazione
Roberto Fioretto

Supervisione
Alessandra Veronese

Progetto grafico
Metropolis ADV