Le “Affinità Elettive” di Maria Pia Camporese e Carla Rigato alla Galleria Cavour di Padova

bannerino

“Affinità Elettive”
Maria Pia Camporese – Carla Rigato
Mostra a cura di Silvia Prelz

Galleria Civica Cavour
Piazza Cavour, Padova
11 settembre al 04 ottobre 2015
ingresso libero

Vernissage
Giovedì 10 settembre ore 18.00
Presenterà il giornalista Emilio Casalini.

Le “Affinità Elettive” di Maria Pia Camporese e Carla Rigato in mostra alla Galleria Civica Cavour di Padova

Il grande vigore emotivo dei getti di colore puro di Carla Rigato e i segni forti graffiati e incisi di Maria Pia Camporese si incontreranno dall’11 settembre al 4 ottobre 2015 alla Galleria Civica Cavour (Piazza Cavour 73b) di Padova nel corso della mostra “Affinità Elettive”.

L’esposizione, curata da Silvia Prelz della Galleria ARTissima di Abano Terme (PD) e realizzata in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura Settore Attività Culturali del Comune di Padova, presenterà al pubblico cinquanta opere scelte delle due Artiste tra dipinti, sculture e installazioni, realizzate nel corso della loro carriera.

Il vernissage della mostra si terrà giovedì 10 settembre 2015 alle ore 18.00. Presenterà il giornalista Emilio Casalini.

L’esposizione sarà aperta al pubblico dall’11 settembre al 4 ottobre 2015, dal martedì alla domenica negli orari 10.00 – 13.00 e 15.00 – 19.00. Ingresso libero.

Pur utilizzando linguaggi pittorici molto diversi sia nella tecnica che nell’espressione, le opere di Carla Rigato e Maria Pia Camporese, sono accomunate dal bisogno di una libertà espressiva e una continua ricerca e sperimentazione artistica che porta il loro inconscio ribelle a far riaffiorare profondità altrimenti celate.

«Entrambe le artiste – spiega Silvia Prelz, curatrice della mostra – usano, con forza e vigore, colori e materia da plasmare. Parafrasando Christian Bobin, possiamo definirle delle rabdomanti o delle guaritrici, che ci indicano la strada per giungere a delle vene d’acqua. Captano quello che c’è nell’aria in quel momento e lo comunicano al mondo tramite l’immagine. Traiamo dalle loro opere modelli o ispirazioni che fanno eco alla nostra vita in momenti decisivi».

“Affinità Elettive” vuole essere, inoltre, una mostra dinamica che indagherà lo sfaccettato universo artistico di Maria Pia Camporese e Carla Rigato non solo attraverso l’esposizione delle loro opere, ma anche attraverso la presentazione di libri e di temi filosofici e psicologici legati alla loro poetica artistica, contributi preziosi presentati da importanti nomi della cultura.

PER INFORMAZIONI

“AFFINITÀ ELETTIVE” Maria Pia Camporese – Carla Rigato
Mostra a cura di Silvia Prelz
Galleria Cavour – Piazza Cavour, Padova
dall’11 settembre al 4 ottobre 2015
ore 10.00-13.00 e 15.00-19.00, chiuso il lunedì
ingresso libero

Vernissage
giovedì 10 settembre ore 18.00
Presenta il giornalista Emilio Casalini

ARTissima Spazio Arte Contemporanea
tel. 347-6936594
info@artissimacontemporanea.it
www.artissimacontemporanea.it
www.facebook.com/artissimacontemporanea

PROFILI

Maria Pia Camporese (1952 – 2013) fin da giovanissima rivela una spiccata capacità e versatilità verso l’espressione artistica, vincendo già a 15 anni un primo premio. Consegue la Maturità in Arte Applicata, poi la laurea in Psicologia. A Milano lavora come Art-director in agenzie di pubblicità̀. Poi ancora a Padova per confrontarsi con l’arte e con un’altra laurea allo IUAV, in Comunicazione Visiva. Al suo attivo diverse mostre personali e collettive. Hanno parlato di Lei vari critici e storici d’arte. Personalità poliedrica quella di Pia Camporese, sempre alla ricerca di individuare la vera natura di ciò che costituisce il proprio messaggio, un processo di produzione artistica volto ad un proprio spazio, un proprio codice stilistico. Una ricerca di coralità le ha fatto individuare e privilegiare le aree più intense d’interazione fra le varie correnti artistiche: dalle Avanguardie storiche, alla linea dell’Espressionismo Astratto e Informale europeo, avvicinandosi al Neoespressionismo della nuova pittura in Germania. Anche se la versatile opera di Pia Camporese sembra caratterizzata da frequenti cambiamenti di stile, in realtà tutto è rivolto alla sperimentazione e alla libertà espressiva

Carla Rigato.L’arte di Carla Rigato è profondamente intessuta con le sue radici venete. Si è formata accanto alla pittrice Dolores Grigolon e al professore di estetica Richard Demel. Dal 2004 ha sentito la necessità di ricercare nuove forme espressive ed ha iniziato a frequentare la Summer Academy of Fine Arts di Salisburgo, fondata negli anni Cinquanta da Oskar Kokoschka, avendo quindi la possibilità di lavorare con maestri di livello internazionale quali Jacobo Borges, Michael Morgner, gli Zhou Brothers e Mohamed Abla. Dal 2011 la Biennale è tappa fondamentale del posizionamento di Carla Rigato: nel 2011 ha partecipato alla 54° Biennale di Venezia – Padiglione Italia – Villa Contarini, Piazzola sul Brenta; nel 2013 a OVERPLAY – Evento Collaterale della 55. Mostra Internazionale d’Arte “la Biennale di Venezia” a Palazzo Albrizzi; e a Venezia al Padiglione Tibet, Evento Parallelo alla 55. Mostra Internazionale d’Arte “la Biennale di Venezia”, Santa Marta Congressi – Spazio Porto. Da molte stagioni presente nella Rassegna del Metaformismo di Giulia Sillato: nel 2012 a Verona, Sala della Gran Guardia e alla 28esima Edizione de Il Metaformismo, L’Arte Contemporanea nelle antiche dimore a Malcesine Sul Garda; nella prestigiosa sede romana del Chiostro del Bramante nel giugno 2014; sempre nel 2014 nella Casa Museo Bruschi ad Arezzo e a Palazzo Castellani di Simeti di Verona nell’autunno. In occasione di Expo Milano 2015, sempre nell’ambito del Metaformismo Carla Rigato è presente all’Expo Milano Fabbrica Pensante a Palazzo Giureconsulti e in Expo Venice Padiglione Acquae, a Venezia, con il Progetto “I Fiumi della Vita”, GruppoAmmantate Stelle. Numerose in questi anni le Personali e le presenze internazionali.