Così fan tutte di Mozart al Teatro Olimpico di Vicenza per la XXIII edizione delle Settimane Musicali

Settimane Musicali al Teatro Olimpico
XXIII edizione
Vicenza, 25 maggio/25 giugno 2014

 

Dal 20 al 25 giugno 2014 Così fan tutte di Mozart al Teatro Olimpico di Vicenza per la XXIII edizione delle Settimane Musicali

Per ulteriori informazioni e immagini:
www.olimpico.vicenza.it
www.studiopierrepi.it

Dopo Le Nozze di Figaro dell’edizione 2013, le Settimane Musicali al Teatro Olimpico di Vicenza 2014 ritornano con un’altra celebre opera di Wolfgang Amadé Mozart: Così fan tutte.

Il dramma giocoso in due atti, frutto della collaborazione tra il genio salisburghese e il  librettista Lorenzo Da Ponte, andrà in scena nei giorni 20, 22, 23 e 25 giugno 2014. Ad ospitare l’evento sarà la suggestiva ed elegante cornice del Teatro Olimpico di Vicenza, capolavoro di Andrea Palladio, principale sede degli eventi del Festival.

La compagnia di canto, formata come al solito da eccellenti interpreti, quest’anno vedrà collaborare cantanti affermati e talenti selezionati attraverso un bando promosso dall’associazione culturale Settimane Musicali al Teatro Olimpico (oltre 130 le domande pervenute). Le due coppie di amanti protagoniste dell’opera saranno infatti interpretate da quattro giovani voci.

Il soprano Arianna Vendittelli sarà Fiordiligi. Nata a Roma nel 1986, si perfeziona con Mariella Devia e studia recitazione a Roma presso la scuola di Laura Milani. Dal 2009 ha collaborato con importanti direttori quali Riccardo Muti, Gianandrea Noseda e Alain Guingal e ha partecipato a prestigiosi festival come il Salzburger Festspiele, il Ravenna Festival e lo Stresa Festival, interpretando opere di Rossini, Cimarosa e Mozart. Si è esibita al National Centre for the Performing Arts di Pechino e per la stagione dell’Accademia Filarmonica Romana. Nel 2012 ha debuttato al Teatro Regio di Torino nel Così fan tutte di Mozart, nei panni di Despina, per la direzione di Christopher Franklin e la regia di Ettore Scola.

Al tenore Daniele Zanfardino sarà affidato il ruolo di Ferrando. Nato a Napoli, si impone giovanissimo all’attenzione del mondo operistico vincendo numerosi concorsi, fra i quali il “Mattia Battistini” di Rieti, e debuttando il ruolo di Lindoro in L’Italiana in Algeri ad Osimo. Agli esordi della sua carriera viene ammesso all’Accademia Rossiniana di Pesaro ed interpreta, per il Rossini Opera Festival, il ruolo di Libenskof in Il viaggio a Reims, per poi ritornarvi, l’anno seguente, come protagonista di Il trionfo delle belle, ovvero Corradino cuor di ferro di Stefano Pavesi.

Il mezzosoprano Raffaella Lupinacci vestirà i panni di Dorabella. Diplomata al Conservatorio “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza, Lupinacci si perfeziona con Mirella Freni, Carlo Desderi e, attualmente, con Fernando Opa. Il debutto operistico avviene nel 2011 con il ruolo di Tisbe nella Cenerentola di Rossini. Ha preso parte all’Accademia Rossiniana di Pesaro nell’estate 2012, debuttando come Marchesa Melibea e Modestina ne Il Viaggio a Reims di Rossini. Affermatasi al 64° concorso AsLiCo, ha preso parte alla produzione de L’Olandese Volante (nel ruolo di Mary) per il progetto Opera Domani dello stesso circuito. Ha partecipato al Rossini Opera Festival di Pesaro e ad alcune produzioni del Circuito Lirico Lombardo.

Guglielmo sarà interpretato dal baritono Marco Bussi. Uno dei più promettenti giovani talenti nel panorama lirico internazionale, Bussi ha già avuto modo di esibirsi in alcune fra le più prestigiose istituzioni operistiche in Italia e all’estero. Brillante interprete delle opere di Rossini, Donizetti e Mozart, è a suo agio anche nel repertorio barocco.

Il ruolo di Despina sarà affidato a Giovanna Donadini. Vincitrice di numerosi concorsi, fra i quali il Concorso “Toti Dal Monte”, ha debuttato nel ruolo della Contessa nelle Nozze di Figaro al Teatro Comunale di Treviso con la direzione di Peter Maag.
Ha intrapreso una rapida ed intensa carriera in alcuni fra i maggiori teatri a livello internazionale, fra i quali Maggio Musicale Fiorentino, Teatro alla Scala, Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma, Teatro alla Fenice di Venezia, Teatro Regio di Torino, Opernhaus di Zurigo, Festival di Aix-en-Provence.
Ha lavorato con importanti direttori d’orchestra, fra i quali Roberto Abbado, Marco Armiliato, Semyon Bychkov, Ottavio Dantone, Daniele Gatti, Isaac Karabtchevsky, Zubin Mehta, Marc Minkowski, Riccardo Muti, Corrado Rovaris, Nello Santi e Marcello Viotti.

Ai giovani cantanti si aggiungerà un affermato interprete della musica di Rossini e Mozart: il basso Lorenzo Regazzo. Oltre a vestire i panni di Don Alfonso, ruolo col quale si è fatto apprezzare dal pubblico dei più importanti teatri del mondo, Regazzo sarà impegnato anche nella veste di regista. Interprete di fama internazionale, Regazzo è stato più volte invitato al Festival di Salisburgo e al Rossini Opera Festival di Pesaro e ha cantato nei più importanti teatri italiani ed europei, tra i quali il Covent Garden di Londra, l’Opera di Zurigo, la Bayerische Staatsoper di Monaco e la Staatsoper di Berlino. Ha al suo attivo numerose incisioni discografiche, tra le quali si ricordano l’Orlando Furioso di Vivaldi sotto la direzione di Jean-Christophe Spinosi, Le nozze di Figaro e Don Giovanni sotto la direzione di René Jacobs.

Al cast si affiancheranno due prestigiose formazioni, già protagoniste delle passate edizioni: il coro I Polifonici Vicentini, istruito da Pierluigi Comparin, e l’Orchestra di Padova e del Veneto.

Il ruolo di maestro concertatore e direttore sarà affidato a Giovanni Battista Rigon. Uno dei direttori mozartiani più apprezzati, Rigon ha diretto in alcuni dei maggiori teatri italiani, tra i quali il San Carlo di Napoli, il Filarmonico di Verona, il Regio di Torino e La Fenice di Venezia.

Le Settimane Musicali al Teatro Olimpico fanno parte del grande circuito europeo di festival associati all’EFA, European Festival Association, tra cui BBC Proms, Lucerne Festival, Berliner Festspiele, Zurcher Festspiele, Prague Spring Festival e – in Italia – ROF di Pesaro, Ravenna Festival, Merano e Stresa Festival, MiTo Settembre Musica.

Le Settimane Musicali al Teatro Olimpico, si avvalgono del patrocinio e del contributo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione del Veneto della Provincia di Vicenza e del Comune di Vicenza; sono inoltre sostenute dalla Fondazione Cariverona, dalla Fondazione Giuseppe Roi, da Paolo Marzotto, dalla Banca Intesa San Paolo, dalla Banca Popolare di Vicenza, da Enel S.p.a., da Tde Macno e dalla Zeta Farmaceutici-Marco Viti. Le Settimane Musicali ringraziano inoltre:  l’Accademia Olimpica, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia, il Conservatorio di Vicenza, la Fondazione Amici della Fenice, gli Amici dell’Olimpico, Burgo Group, Fazioli, il Consorzio Vicenzaè, Banqueting by Perla, WebForma, Ristoranti che passione, Malfatti Zorzan, Berton abbigliamento.

Media Partner: Radio Tre, Classica, Il Giornale di Vicenza

Per informazioni:
Settimane Musicali al Teatro Olimpico
tel: 0444/302425
mail: info@olimpico.vicenza.it
web: www.olimpico.vicenza.it