Scacciapensieri e cornamusa nel repertorio del Classicismo

VENETO CONCERTANTE
Castelli, ville e abbazie in musica
24 agosto – 5 ottobre 2012

 

Scacciapensieri e cornamusa nel repertorio del Classicismo

Domenica 26 agosto 2012, presso la Chiesa del Carmine di Susegana (TV), Albin Paulus e un trio d’archi saranno i protagonisti del terzo appuntamento di Veneto Concertante

Chiesa del Carmine di Susegana (TV)

Si terrà domenica 26 agosto 2012, ore 20.45,  nella  Chiesa del Carmine di Susegana (TV), magnifico edificio sacro risalente alla prima metà del XVI secolo, il terzo appuntamento di Veneto Concertante 2012, Festival internazionale di musica , iniziativa promossa  dall’Associazione Quadrivium e dalla Regione del Veneto, in collaborazione con le Province di Venezia, Padova, Treviso, Rovigo e Belluno, e realizzata in sintonia con le Amministrazioni Comunali sul cui territorio sorgono le meravigliose sedi che ospitano i concerti.

Dopo i concerti di Roncade e Belluno, la rassegna, che porta la musica in alcuni degli ambienti di maggiore fascino del Veneto, propone un altro appuntamento dedicato agli strumenti popolari, protagonisti nel repertorio musicale del Settecento. Interpreti della serata saranno ALBIN PAULUS, cornamusa e scacciapensieri, strumento, quest’ultimo, di cui è considerato il più grande virtuoso al mondo, e un trio d’archi formato da VALENTINA CAIOLO, violino, CECILIA IACOMINI, viola, VIVIANA CAIOLO, violoncello.

Albin Paulus

Il concerto si aprirà sulle note della Pastorella per cornamusa e archi di G. W. Weissmann, per proseguire con l’Adagio e Fuga in re minore n. 1 KV 404A per trio d’archi di Wolfgang Amadeus Mozart e con la Passacaglia per violino e violoncello di Georg Friedrich Händel, nella trascrizione del compositore norvegese Johan Halvorsen. La prima parte del concerto si chiuderà con alcune improvvisazioni di Albin Paulus su temi di Mozart e Rossini. Nella corso della seconda parte saranno interpretate Cinque Ländlerische Tänze KV 606 per cornamusa, violino e violoncello di Mozart, il Trio per archi op. 53 n. 1 di Franz Joseph Haydn e, infine, il Concerto in Fa maggiore per scacciapensieri e archi di Johann Georg Albrechtsberger.

Nato nel 1972 a Monaco di Baviera da genitori austriaci, Albin Paulus trascorre l’infanzia a Braunschweig (Germania). Inizia a suonare lo scacciapensieri a cinque anni. Prende lezioni di flauto a becco, clarinetto, sassofono (con Quang-Ho) e  pianoforte. Studia musicologia a Vienna e Cremona. Nel 1999 si laurea con tesi su “Cornamusa e viella a ruota (ghironda) in Austria e loro ruolo nella musica colta”. Dal 1991 studia intensamente con lo scacciapensieri la tecnica virtuosistica nel XVIII secolo. Nel 2003 registra l’opera completa per questo strumento composta da J. G. Albrechtsberger. Dal 1994 inizia la grande passione per la cornamusa. Inizialmente autodidatta prende poi lezioni da H. Grimm. Nel 1997 e nel 2005 vince il secondo premio al Concorso per Vielle e Cornamuse di Sanit Chartier (Francia). Si esibisce in numerosi concerti in Europa e oltremare. È insegnante di scacciapensieri, di differenti cornamuse e di musica d’insieme presso l’Università di Musica di Vienna. Dal 2000 compie ricerche sulla musica dell’antichità celtica e sulla ricostruzione di strumenti dell’età del ferro. Ha pubblicato saggi di celtologia e musicologia. Vanta registrazioni e concerti nel campo della musica tradizionale con Hotel Palindrone, Schikaneders Jugend e della musica antica con R. Sensi – Piccolo Concerto, C. Coin – Ensemble Baroque de Limoges, Unicorn, l’Orfeo Barockorchester, Concilium Musicum.

Valentina Caiolo

Valentina Caiolo ha iniziato lo studio del violino a Como per poi proseguire a Palermo sotto la guida di G. Trombone. Dopo il diploma nel 1991, si è perfezionata presso la Scuola di Musica di Fiesole (con N. Brainin, I violino Quartetto Amadeus) e alla Royal Academy of Music di Londra. In Italia, oltre a collaborare con vari enti musicali (Teatro Massimo di Palermo, Teatro Carlo Felice di Genova, Orchestra sinfonica di Palermo) si dedica all’attività cameristica soprattutto in trio e in duo con pianoforte formazione con cui ha suonato per importanti festival di musica da camera in Italia e all’estero, eseguendo varie prime assolute, come il Trio di Nicola Piovani (presso l’Università di Catania e il Conservatorio di Palermo) e il melologo “La Realtà” di F. E. Scogna Pasolini su testi di Pasolini (al 54° Festival di Spoleto e al Festival della poesia di Parma). Ha preso parte a varie tournèes delle orchestre da camera “Federico II” e “I Solisti della Scala”. Dal 1998 fa parte dell’Orchestra del Teatro Massimo V. Bellini di Catania dove ha ricoperto anche ruoli di prima parte. Suona un violino italiano della metà del ‘700. Da due anni è Coordinatrice del progetto “Musica insieme a Librino” accreditato come membro siciliano del “Comitato Sistema delle orchestra infantili e giovanili italiane” coordinato dalla Scuola di Musica di Fiesole.

Cecilia Iacomini

Cecilia Iacomini ha iniziato giovanissima lo studio del violino sotto la guida del Maestro F. Tamponi. Si è poi diplomata in violino e musica da camera presso il Conservatorio “S. Cecilia” di Roma rispettivamente nel 1996 e nel 1998 e in viola presso il Conservatorio “O. Respighi” di Latina nel 2003. Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento di violino con F. Cusano presso la Scuola di Musica di Fiesole e di viola con il B. Giuranna presso l’Accademia “W. Stauffer” di Cremona e presso l’Accademia Chigiana di Siena. Ha conseguito l’idoneità alle selezioni per viola di fila e ha collaborato con diverse importanti orchestre italiane, diretta da famosi Maestri quali C.M. Giulini, G. Sinopoli, E. Inbal, V. Globokar, L. Berio, C. Zacharias, M. Chung. È membro di numerosi gruppi da camera, con i quali svolge un’interessante attività affiancata all’attività orchestrale e all’insegnamento del violino e della viola svolto presso istituzioni private. Dal 2010 collabora con il progetto “Musica insieme a Librino” tenendo laboratori collettivi di violino ispirati al progetto “El Sistema” che J. A. Abreu ha istituito in Venezuela a partire dal 1975. Nel 2009 ha conseguito la Laurea in Scienze Statistiche, Demografiche e Sociali presso La Sapienza Università di Roma.

Viviana Caiolo

Viviana Caiolo ha studiato violoncello a Palermo con G. Sollima, diplomandosi col massimo dei voti e la lode. Successivamente consegue un altro diploma frequentando la Musikhochschule di Karlsruhe nella classe di M. Ostertag. Ha seguito i corsi dello storico Trio di Trieste e dei violoncellisti E. Bronzi, E. Dindo, P. Bruns e D. Shafran. Ha tenuto concerti per le maggiori associazioni musicali italiane in varie formazioni da camera esplorando un vasto repertorio musicale, soprattutto in duo con pianoforte. Da sottolineare la collaborazione con i fortepianisti M. Bilson e J. Demus. Qualche anno fa ha eseguito in una tournée siciliana il Concerto per violoncello di G. Sollima con la European Community Chamber Orchestra, ottenendo grande successo di critica e di pubblico. Nel ruolo di primo violoncello ha collaborato con I Pomeriggi Musicali di Milano, Orchestra Sinfonica Siciliana, Orchestra da Camera Siciliana. Ha inciso musiche contemporanee per BMG con Zephir Ensemble, I Trii di Brahms e Beethoven per l’etichetta Music’Arte. Ha inoltre partecipato come violoncello di fila a vari concerti con importanti Istituzioni italiane come l’Orchestra Sinfonica dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia. Attualmente fa parte stabilmente dell’ Orchestra del Teatro Massimo di Palermo.

L’itinerario di Veneto Concertante prosegue, venerdì 31 agosto 2012, ore 20.45, con un evento straordinario che si terrà presso la splendida Villa dei Vescovi di Torreglia (PD): il violinista Valery Oistrakh si esibirà in concerto con Pegaso, Orchestra d’archi della Toscana, sotto la direzione di Augusto Vismara. L’evento è realizzato in collaborazione con il FAI, Fondo Ambiente Italiano.

Biglietti
€ 7,00 ridotti (minori di 25 anni)
€ 10,00 interi

Concerto di Torreglia del 31.8.2012

€ 10,00 ridotti (minori di 25 anni e Soci FAI)
€ 15,00 interi

Informazioni e prenotazioni
Tel. 393 1301006
info@venetoconcertante.it
prenotazioni@venetoconcertante.it