Prende il via da Roncade (TV) Veneto Concertante 2012

VENETO CONCERTANTE
Castelli, ville e abbazie in musica
24 agosto – 5 ottobre 2012

 

Strumenti popolari nel Classicismo: prende il via dalla Provincia di Treviso Veneto Concertante 2012

Si inaugura venerdì 24 agosto, presso il Castello Ciani Bassetti di Roncade (TV), la prima edizione del Festival internazionale che porta la musica nei luoghi più belli del Veneto

Castello Ciani Bassetti di Roncade (TV).

Al via venerdì 24 agosto 2012, ore 20.45, la prima edizione di VENETO CONCERTANTE 2012, un’iniziativa promossa dall’Associazione Quadrivium e dall’Assessorato alla Cultura della  Regione del Veneto, in collaborazione con le Province di Venezia, Padova, Treviso, Rovigo e Belluno, e realizzata in sintonia con le Amministrazioni Comunali sul cui territorio sorgono le meravigliose sedi che ospitano i concerti. Il primo appuntamento del Festival internazionale di musica si terrà al  Castello Ciani Bassetti di Roncade (TV).

Il Castello di Roncade, la cui storia affonda le radici nel X secolo, appartenne per quattro secoli alla famiglia Giustinian. Acquistato nel 1930 e riportato agli antichi splendori dal Barone Tito Ciani Bassetti, il Castello divenne, grazie allo stesso Barone, un’importante sede per la produzione di vini di qualità.

Albin Paulus

L’evento ospitato presso il Castello Ciani Bassetti è intitolato: “Scacciapensieri, cornamusa e mandora: strumenti popolari nel Classicismo”. Un programma costituito da musiche di raro ascolto, del Settecento e dell’Ottocento, sarà affidato ad artisti di spicco del panorama musicale internazionale: il più grande virtuoso al mondo di scacciapensieri, il tedesco ALBIN PAULUS, che per l’occasione si esibirà anche alla cornamusa; PIETRO PROSSER, italiano, uno dei più noti esecutori di mandora e calichon; QUADRIVIUM ENSEMBLE, gruppo fondato da Francesco De Zan, costituitosi alcuni anni fa attorno alle attività musicali organizzate dall’Associazione Quadrivium. L’ensemble sarà costituito per l’occasione da Valentina Caiolo, violino, Cecilia Iacomini, viola, Viviana Caiolo, violoncello.

Il programma è costituito da due concerti per scacciapensieri, mandora e archi di Johann Georg Albrechtsberger, la Partita in fa maggiore per calichon solo di Giuseppe Antonio Brescianello e la Pastorella per cornamusa e archi di G. W. Weissmann. Completano il programma il Trio in Fa maggiore per violino, mandora e basso di J. M. Zink, la celebre Passacaglia per violino e violoncello di Georg Friedrich Händel, nella trascrizione del compositore norvegese Johan Halvorsen, e alcune improvvisazioni su temi di Mozart e Rossini affidate ad Albin Paulus.

Nato nel 1972 a Monaco di Baviera da genitori austriaci, Albin Paulus trascorre l’infanzia a Braunschweig (Germania). Inizia a suonare lo scacciapensieri a cinque anni. Prende lezioni di flauto a becco, clarinetto, sassofono (con Quang-Ho) e  pianoforte. Studia musicologia a Vienna e Cremona. Nel 1999 si laurea con tesi su “Cornamusa e viella a ruota (ghironda) in Austria e loro ruolo nella musica colta”. Dal 1991 studia intensamente con lo scacciapensieri la tecnica virtuosistica nel XVIII secolo. Nel 2003 registra l’opera completa per questo strumento composta da J. G. Albrechtsberger. Dal 1994 inizia la grande passione per la cornamusa. Inizialmente autodidatta prende poi lezioni da H. Grimm. Nel 1997 e nel 2005 vince il secondo premio al Concorso per Vielle e Cornamuse di Sanit Chartier (Francia). Si esibisce in numerosi concerti in Europa e oltremare. È insegnante di scacciapensieri, di differenti cornamuse e di musica d’insieme presso l’Università di Musica di Vienna. Dal 2000 compie ricerche sulla musica dell’antichità celtica e sulla ricostruzione di strumenti dell’età del ferro. Ha pubblicato saggi di celtologia e musicologia. Vanta registrazioni e concerti nel campo della musica tradizionale con Hotel Palindrone, Schikaneders Jugend e della musica antica con R. Sensi – Piccolo Concerto, C. Coin – Ensemble Baroque de Limoges, Unicorn, l’Orfeo Barockorchester, Concilium Musicum.

Pietro Prosser

Nato nel 1965, Pietro Prosser si è diplomato in chitarra presso il Conservatorio di Trento. Iniziato successivamente lo studio del liuto presso la Civica Scuola di Musica di Milano con P. Beier, ha proseguito a Parma con A. Damiani, sotto la guida del quale si è diplomato presso il Conservatorio “S. Cecilia” di Roma. Come continuista e solista si esibisce assieme a numerose formazioni italiane – Baroque Bozen Orchestra, L’Arte dell’arco, Orchestra Barocca di Venezia, Accademia Bizantina, Academia Montis Regalis, Ensemble Cordia, Consortium Carissimi, I Solisti Veneti, – e straniere – Capella Savaria (Ungheria), Collegium 1704 (Praga), Piccolo Concerto (Vienna), – partecipando a concerti, spettacoli e registrazioni in Europa, Giappone e Sudamerica. Con calichon e mandora ha proposto programmi a solo e in ensemble in prima moderna, tra cui l’integrale dei doppi-concerti per mandora, scacciapensieri e archi di J. G. Albrechtsberger. Ha inciso tra l’altro per Tactus, Stradivarius, Bongiovanni, Sarx, Dynamics, Chandos, Brilliant, per rai-radio3 e orf. Dal 2005 è stato invitato come rappresentante europeo all’International Lute Meeting. Dal 2007 è liutista stabile di Divino Sospiro, orchestra residente del CCB di Lisbona. Si è laureato nel 1996 presso la Facoltà di Musicologia di Cremona dell’Università di Pavia con una tesi storico-bibliografica su mandora e calichon e svolge attività di ricerca sulle fonti per liuto.

Quadrivium Ensemble è un gruppo fondato da Francesco De Zan e costituitosi alcuni anni fa attorno alle attività musicali organizzate dall’Associazione Quadrivium; è composto da musicisti di varie zone d’Italia, uniti da rapporti di lavoro e di amicizia, ciascuno dei quali vanta un’intensa attività cameristica o solistica. L’organico è variabile a seconda dei programmi, dal trio con pianoforte, al quartetto d’archi fino a raggiungere la formazione dell’orchestra da camera, consentendo così all’Ensemble di affrontare repertori che spaziano dal barocco ai nostri giorni. In occasione dei numerosi concerti tenuti per importanti istituzioni musicali italiane, il gruppo si è avvalso della preziosa collaborazione di alcuni artisti molto noti tra i quali ricordiamo V. Mendelssohn, C. Coin, V. Oistrakh, V. Mariozzi, M. Lo Giudice. Nell’estate 2011 è stato invitato dal Festival dei Due Mondi di Spoleto a tenere la prima esecuzione assoluta del melologo “La Realtà” su testi di P. P. Pasolini e musica di F. E. Scogna con la partecipazione dell’attore Claudio Santamaria.

Biglietti
€ 7,00 ridotti (minori di 25 anni)
€ 10,00 interi

Variazioni e imprevisti

Tutti i concerti si terranno comunque al coperto in caso di maltempo. L’ Organizzazione declina ogni responsabilità per eventuali cambiamenti di luoghi, date, interpreti o programmi, dovuti a cause di forza maggiore non dipendenti dalla nostra volontà.

Informazioni e prenotazioni
Associazione Quadrivium – Susegana (TV)
Tel. 393 1301006
info@venetoconcertante.it
prenotazioni@venetoconcertante.it