Quando guidi pensa a chi ti ama. La strada può essere tua nemica

Manifesto della Campagna

Lo slogan semplice, diretto ed efficace “QUANDO GUIDI PENSA A CHI TI AMA. LA STRADA PUO’ ESSERE TUA NEMICA” è stato scelto da Marco Carrai, Assessore alla Polizia Municipale del Comune di Padova, per la nuova Campagna di sensibilizzazione e prevenzione sulla sicurezza stradale che prende il via sul territorio comunale dalla fine del mese di novembre e proseguirà sino ai primi mesi del prossimo anno.

L’idea della campagna, che si rivolge in particolare ai giovani e ai giovanissimi, nasce dalla constatazione che negli ultimi tre anni a Padova, secondo i dati rilevati dalla Polizia Municipale, gli incidenti con esito mortale sono stati circa 30 e alcune migliaia quelli nei quali le vittime hanno riportato lesioni anche gravi. Per questo ci si è concentrati su di un messaggio che, con delicatezza e discrezione, faccia leva sui sentimenti famigliari, affidando la comunicazione ad alcune fotografie che, rappresentando i principali soggetti sociali – la famiglia, i giovani, gli amici – invitano alla prudenza attraverso uno slogan diretto e di immediato coinvolgimento affettivo.

Manifesto della Campagna

Tre i soggetti scelti per queste foto, realizzate dal fotografo padovano Nicola Bianchi, che riassumono gli ambiti nei quali si ripercuotono le conseguenze degli incidenti stradali. Le prime due di palese significato: la Famiglia e gli Amici. Quali testimonial d’eccezione per queste due foto, Giuseppe Parisi, professionista molto noto in città con la moglie e le figlie Giulia e Roberta, e un gruppo di amici di Marco, scomparso qualche anno fa a soli 18 anni.

La terza foto selezionata, invece, desidera rappresentare l’impegno professionale coinvolto in questo tipo dolorose realtà: per questo è stata invitata la responsabile della Associazione dei Famigliari e Vittime della Strada Vanna Detomi e la giornalista del Tg3 Regionale Rai Elisa Billato a testimoniare l’impegno dei Media che sono “in prima linea” nel gestire queste tematiche, e appunto il grande e difficile compito della Associazione dei Famigliari e Vittime della Strada, che da anni sostiene quanti abbiano subìto un lutto a seguito appunto di incidente stradale.

Vanna Detomi e Elisa Billato

La campagna è quasi esclusivamente fotografica, realizzata attraverso cartellonistica stradale: grandi poster in Via Giustiniani, sul Cavalcavia Borgomagno e in Via Adriatica; affissioni sulle pensiline delle fermate del centro città del metro bus; monitor sugli autobus cittadini. A queste verrà affiancata l’affissione su 2 metrobus per la durata di 4 mesi.
Sono state inoltre realizzate locandine che verranno distribuite a scuole cittadine, centri parrocchiali, bar e luoghi di ritrovo giovanile, negozi e autoscuole ed eventuali altre sedi ricreative. A questo scopo sono state invitate alcune associazioni di categoria cittadine quali, APPE, ASCOM e Confesercenti; Ufficio Scolastico Territoriale di Padova e Pastorale Cittadina della Diocesi di Padova, alle quali verrà gentilmente richiesta collaborazione nella veicolazione del messaggio.

Inoltre per rafforzare la campagna, il messaggio verrà diffuso attraverso blog, social network e comunicazione web.

Per informazioni sulla Campagna:
Lisa De Rossi, cell. 349.7207142, lisa.derossi@libero.it; Cristina Sartori, cell. 348.0051314, cristina.sartori1@gmail.com
Studio Pierrepi di Alessandra Canella, 348.3423647, canella@studiopierrepi.it.
In collaborazione con: Ufficio Stampa Comune di Padova, tel. 049.8205266-049.8205245-049.8205059, ufficiostampa@comune.padova.it