Progetti per il Centenario della nascita di Dino Formaggio

Progetti per il centenario della nascita di Dino Formaggio (Milano, 28 luglio 1914 – Illasi, 6 dicembre 2008) e Rilancio del Museo di Arte contemporanea del Comune di Teolo

Mostra “L’arte, il senso di una vita.
Acquarelli, oli e sculture di Dino Formaggio artista”
Teolo, Palazzetto dei Vicari, 20 Settembre – 2 Novembre 2014

L’arte è stata il senso stesso della mia vita, se per senso si intende la direzione”. Con queste parole Dino Formaggio, in occasione di un colloquio personale con Carlo Teruzzi e pubblicato nella raccolta degli scritti per il suo ottantesimo compleanno (“Il canto di Seykilos”, 1995), esprimeva l’idea e la passione che da sempre hanno guidato il suo fecondo e articolato itinerario spirituale, umano e di impegno civile. Un’architrave su cui Dino Formaggio ha poggiato l’intera esistenza di protagonista nel panorama della cultura italiana del Novecento sia nell’accademia che nel privato.

Oggi il Comune di Teolo (PD) intende riprendere questa eredità intellettuale di rilevante valore per presentare al pubblico i lavori meno conosciuti, più intimi e domestici, ma non privi di spessore artistico e culturale, di colui che è stato l’ispiratore e il fondatore di quel Museo che rappresenta la più importante opportunità di richiamo e valorizzazione per il comune stesso.

Le opere d’arte che saranno esposte all’interno del Museo di Arte contemporanea del Comune di Teolo dedicate al filosofo rappresentano i momenti più significativi della sua vicenda personale ed umana, i suoi ricordi dell’infanzia – nei paesaggi di Marzio o Borgio Verezzi, nei ritratti dei genitori o dei piccoli alunni della povera scuola elementare di Motta Visconti (la sua prima esperienza in cattedra) – ma anche le figure simboliche del suo percorso filosofico, come il “Prometeo” che sottrae il fuoco agli dei per donarlo agli uomini, o il Don Chisciotte che, lancia in resta, combatte contro ogni ingiustizia. Queste figure, dunque oltre e al di là del valore artistico, rappresentano anche la traduzione visiva dei temi più profondi del suo impegno morale e filosofico.

L’intento di creare a Teolo un polo di interesse culturale altamente qualificato, stimolante e con ricadute positive ad ampio spettro, un ingresso “nobile”, una chiave d’accesso, facilmente comunicabile per la sua singolarità, alle tipicità economiche, storiche e culturali del territorio era del resto il progetto voluto e realizzato proprio dalla tenacia di Dino Formaggio.

Per l’occasione del centenario della nascita del Filosofo, avvenuta a Milano proprio il 28 luglio del 1914,  il Comune di Teolo coglie l’importante occasione per mettere in cantiere una serie di  progetti destinati alla commemorazione dell’illustre studioso e per coniugare insieme il rilancio dell’istituto museale.

Il progetto complessivo ha ottenuto il sostegno economico della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, che ha ulteriormente manifestato, in questa circostanza ed in sintonia con lo spirito che la anima, la sua spiccata disponibilità al sostegno di interventi culturali meritevoli e qualificanti. Altri sostegni economici sono pervenuti grazie alla sensibilità culturale e all’impegno della Fidia Farmaceutici Spa e dell’Azienda Etra – Energia Territorio Risorse Ambientali Spa

Gli eventi programmati per la ricorrenza del centenario sono molteplici e mirati a diversi obiettivi culturali, con l’obiettivo di sfruttare al meglio la valenza didattica che il Museo rappresenta.

La prima manifestazione consiste in una rassegna di acquarelli, oli e sculture del Filosofo, attualmente conservati presso la sua dimora di Illasi (VR) e dunque sconosciuti al pubblico, che saranno esposti a Teolo, presso lo storico Palazzetto dei Vicari, dal prossimo 20 Settembre fino al 2 Novembre, grazie alla disponibilità della famiglia, della moglie Adriana Zeni e dei figli Daniele (Garante delle donazioni esposte al Museo), Diana e Damiano.

Per consentire l’esecuzione di alcuni interventi di riallestimento e di adeguamento degli spazi museali, il Museo osserverà un periodo di chiusura fino alla data del 20 settembre prossimo.

L’esposizione sarà corredata da un catalogo edito dalle Edizioni Arti Grafiche Antiga e distribuito su tutto il territorio nazionale, con contributi di Gabriele Scaramuzza, Adriana Zeni Formaggio. Il catalogo e la mostra saranno curati da Sergio Giorato, Direttore Artistico del Museo; l’allestimento sarà ordinato da Raffaella Surian, artista attiva a Milano e originaria di Teolo.

Un altro progetto di imminente attuazione consisterà nella realizzazione di un ciclo di conferenze sui diversi aspetti dell’attività del filosofo per evidenziarne gli importanti contributi nell’ambito della filosofia italiana del secondo dopoguerra. Il progetto viene attuato in collaborazione con l’Università di Padova, Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia, Psicologia Applicata, diretto dal prof. Vincenzo Milanesi. Le “Giornate di studio” saranno articolate su temi attinenti al profilo umano e civile di Dino Formaggio, al suo percorso filosofico, e alla sua attività di artista e critico d’arte.

Per informazioni
Comune di teolo – Ufficio Cultura

tel. 049 9998530 – 8545
istruzione@comune.teolo.pd.it
cultura@comune.teolo.pd.it
www.museodinoformaggio.it