“Orizzonti” e “Venezia classici” al Cinema Italia di Belluno

“Orizzonti” e “Venezia classici”.
Dalla Mostra del Cinema di Venezia al Cinema Italia di Belluno.

Mercoledi 23 ottobre al Cinema Italia di Belluno doppio appuntamento con la 9° edizione de “Le Giornate della Mostra. Orizzonti e Venezia Classici”. In programmazione “Wolfskinder (Wolfschildren)” di Rick Ostermann e “Le mani sulla città” di Francesco Rosi.

Mercoledì 23 ottobre primo appuntamento a Belluno con la 9° edizione de “Le Giornate della Mostra. Orizzonti e Venezia Classici”, rassegna organizzata dalla Regione del Veneto, in partnership con Fondazione La Biennale di VeneziaFederazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) delle Tre Venezie, Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie, e la collaborazione con Fondazione Cineteca di Bologna e Cineteca Nazionale di Roma.

Il pubblico bellunese degli appassionati di cinema, potrà godere della bellezza e la qualità indiscussa dei film proiettati alla 70. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nelle sezione“Orizzonti”, testimonianza delle tendenze estetiche ed espressive più innovative del cinema contemporaneo e “Venezia Classici” sezione che, grazie al restauro di vecchie pellicole, consente di riportare alla luce capolavori della produzione italiana e internazionale e rivalutare l’esperienza di importanti maestri del cinema.

«Orizzonti e Venezia Classici – sottolinea Filippo Nalon, Presidente Fice Tre Venezie-  rappresentano da un lato uno sguardo sui nuovi linguaggi cinematografici che a livello mondiale stanno emergendo e che la Biennale di Venezia presenta nell’ambito della Mostra d’Arte Cinematografica e, dall’altro, una “Retrospettiva” sui film considerati appunto Classici della “Storia del Cinema”. Accostare Passato e Presente (digitale e pellicola), risulta quindi particolarmente interessante e stimolante».

L’appuntamento con “Le Giornate della Mostra. Orizzonti e Venezia Classici” inizia al Cinema Italia alle 20.00 con Wolfskinder (Wolfschildren)” di Rick Ostermann (Germania 2013, 91′), opera che il regista ha voluto dedicare ai nove milioni di bambini in fuga oggi nel mondo, vittime innocenti della guerra e dell’esilio, che durante la Seconda Guerra Mondiale venivano chiamati i “bambini lupo”. In un paese della Prussia orientale sotto l’occupazione russa del 1947, Il quattordicenne Hans e il fratello Karl, di nove anni, perdono la madre per fame durante un inverno particolarmente rigido. I due fratelli devono attraversare la Lituania per ritrovare dei contadini che si prenderanno cura di loro. A un certo punto del viaggio, però, Hans perde di vista il fratello. È l’inizio di un’odissea in cui Hans si unisce a un gruppo di bambini in lotta contro la fame, le intemperie e le malattie.

Per la sezione “Venezia Classici”, alle 21.45, il Cinema Italia proietterà il film drammatico del 1963 diretto da Francesco Rosi “Le mani sulla città” (Italia 1963, 100’). Nel centro di Napoli alla vigilia delle elezioni amministrative crolla un palazzo e alcune persone muoiono sotto le macerie. Scoppia uno scandalo e inizia un’indagine della magistratura che coinvolge un noto imprenditore, Edoardo Nottola, candidato per un partito di destra. Malgrado l’impegno di alcuni membri dell’opposizione, l’inchiesta non riesce a provare nulla ma l’immagine di Nottola è compromessa. Per motivi di opportunità politica il partito lo scarica, ma Nottola troverà il modo per non perdere l’agognata poltrona.

Tutte le proiezioni sono in lingua originale sottotitolate in italiano e saranno presentate in sala da studiosi e docenti universitari di cinema.

L’ingresso ai film della sezione “Orizzonti” è di 3 euro; i film della sezione “Venezia Classici” sono ad ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

La rassegna “Le Giornate della Mostra. Orizzonti e Venezia Classici” si inserisce nell’ambito di un più articolato programma di iniziative di promozione della cultura cinematografica. Con “Il Cinema Visibile, la Regione del Veneto per il Cinema di Qualità”, la Regione, nelle parole dell’On. Marino Zorzato, Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Regione del Veneto, «intende continuare, sulla scorta dei positivi risultati degli anni precedenti,  il suo impegno anche per promuovere le sale cinematografiche del circuito regionale come luoghi di cultura. In questo senso la proficua collaborazione fra Regione del Veneto, Biennale e Fice, giunta al suo quarto anno, si pone come importante occasione per divulgare il cinema d’autore e per valorizzare le sale d’essai del nostro territorio».

Per informazioni
Fice Tre Venezie

Tel. 049 8750851
fice3ve@agistriveneto.it
www.spettacoloveneto.it