Omaggio a Vienna: la città della grande musica

VENETO CONCERTANTE
Castelli, ville e abbazie in musica
24 agosto – 5 ottobre 2012

 

Omaggio a Vienna: la città della grande musica

Venerdì 5 ottobre, a Susegana (TV), evento conclusivo di Veneto Concertante 2012 con il Wiener Kammersymphonie Ensemble, il flautista Giuseppe Nova e il pianista Francesco De Zan

Wiener Kammersymphonie Ensemble

Si conclude con un evento straordinario dedicato a Vienna la prima edizione del Festival internazionale di musica Veneto Concertante 2012. La rassegna, promossa dall’Associazione Quadrivium e dall’Assessorato alla Cultura della Regione del Veneto, in collaborazione con le Province di Venezia, Padova, Treviso, Rovigo e Belluno, è stata realizzata in sintonia con le Amministrazioni Comunali sul cui territorio sorgono le sedi che hanno ospitato i concerti.

L’appuntamento conclusivo di Veneto Concertante è intitolato “Wien, meine Liebe: la città della grande musica”. Un omaggio alla tradizione musicale della capitale austriaca che si terrà presso la Chiesa del Carmine di Susegana (TV), venerdì 5 ottobre 2012, ore 20.45. L’evento si inserisce nell’ambito delle manifestazioni organizzate per la X Edizione della Mostra nazionale della piccola e media editoria “Libri in Cantina” in programma a Susegana (TV) il 6 e il 7 ottobre.

Protagonisti del concerto saranno l’ensemble d’archi Wiener Kammersymphonie Ensemble, il flautista Giuseppe Nova e il pianista Francesco De Zan, direttore artistico del Festival. A loro sarà affidato un ricco programma che prenderà il via con l’Ouverture da “Il flauto magicoK. 620 di Wolgang Amadeus Mozart. Seguirà il Doppio concerto per violino, pianoforte e archi di Franz Joseph Haydn, eseguito nella versione per flauto, pianoforte e archi. La seconda parte del programma prevede i 12 Valses nobles di Franz Schubert, in una versione per archi, la Sinfonia op. 104 “London” di Haydn, nella trascrizione coeva di J. P. Salomon per flauto, pianoforte e archi, e Walzer e Polke della tradizione viennese composti dalla famiglia Strauss.

Coniugare al massimo livello la gioia di fare musica con il motto “innovazione e tradizione”. Questa in sintesi la filosofia della Wiener Kammersymphonie, ensemble da camera nato dall’incontro di strumentisti di primissimo livello operanti a Vienna e uniti dall’obiettivo comune di fondere le esperienze artistiche dei singoli in un progetto unico e avvincente. L’assoluta assenza di barriere e stereotipi di qualsiasi genere fa sì che l’ensemble si misuri con un repertorio molto vasto, spaziando dai classici fino alla musica del Novecento e ai contemporanei – spesso riferendosi a compositori ingiustamente dimenticati o trascurati – nell’ottica di esaltare fino in fondo le potenzialità della compagine. La Wiener Kammersymphonie è stata fondata nel 2006, in occasione dell’anno mozartiano, e ha debuttato in Spagna con una serie di concerti apprezzati dal pubblico e dalla critica che li ha considerati, in assoluto, i migliori della lunga stagione dedicata al genio salisburghese. Successivamente il gruppo ha realizzato una serie di progetti dedicati ai compositori austriaci contemporanei di Mozart. Nel dicembre 2008 ha avuto il privilegio di debuttare presso il prestigioso Wiener Musikverein, riscuotendo grande successo. In seguito è stata invitata a partecipare a numerosi festival internazionali. Nella primavera del 2012 l’ensemble ha ottenuto grande successo in Turchia (Süreyya Opera House di Instanbul), venendo nuovamente invitato per la stagione 2013. Tra qualche mese debutterà in Sud America, con tappe in Argentina, Brasile e Colombia.

Giuseppe Nova

Considerato uno dei più rappresentativi flautisti italiani della sua generazione, dopo Diplomi in Italia e Francia (Conservatorio Superiore di Lione) alla celebre Scuola di Maxence Larrieu, Giuseppe Nova ha esordito nel 1982 come solista con l’Orchestra Sinfonica della RAI. Di qui l’inizio di una brillante carriera che lo ha portato a tenere concerti e Master Class in Europa, Stati Uniti e America Latina, Asia (Giappone, Cina, Tailandia, Singapore, Corea) esibendosi in celebri sale e festival come Suntory Hall di Tokyo, Parco della Musica di Roma, Conservatorio di Pechino, Castello Esterhàzy, Università di Kyoto, Umbria Jazz, Accademia di Imola, Teatro Rudolfinum di Praga, Teatro Filarmonico di Verona. Solista con i Virtuosi di Praga, Camerata Bohemica, Filarmonica di Torino, Chesapeake Orchestra, Orchestre de Cannes Côte d’Azur, Thailand Philharmonic, Orchestra dell’Arena di Verona, ha partecipato a Festival Internazionali dedicati al Flauto ed è stato nelle giurie dei Concorsi Internazionali in Francia, Giappone e Kazakhstan. Già docente di Conservatorio, all’Accademia di Pescara, alla Scuola di Saluzzo, alla Fondazione Arts Academy di Roma ed Assistente al Conservatorio di Ginevra, insegna alla Fondazione Musicale di Aosta ed è Visiting Artist del St. Mary’s College of Maryland, USA. Diverse le registrazioni radio-televisive e su CD (alcune disponibili su iTunes) tra gli altri con Maxence Larrieu, Bruno Canino, Arnoldo Foà, Wolfgang Schulz, dal 2005 incide per Camerata Tokyo. Giuseppe Nova suona con un flauto d’oro Powell 19.5 carati, espressamente costruito per lui.

Francesco De Zan

Francesco De Zan si è diplomato con lode nel 1987 al Conservatorio di Padova e si è perfezionato con vari maestri quali Gino Gorini, Edith Fischer, Alexis Weissemberg, Martha del Vecchio e Bruno Bettinelli (per la composizione). Un’intensa attività concertistica lo ha portato a suonare con successo di pubblico e di critica in molte città italiane ed estere, eseguendo più di 300 concerti sempre all’interno di consolidate Stagioni concertistiche e noti Festival musicali. Da diversi anni si sta dedicando al repertorio cameristico collaborando con musicisti molto noti, come: i violinisti Valery Oistrakh, Francesco Manara, Stefano Pagliani, Hansheinz Schneeberger; il violista Vladimir Mendelssohn; i violoncellisti Christophe Coin, Patrick Demenga e Daniel Grosgurin; il contrabbassista Franco Petracchi; gli Ensemble “I Solisti della Scala”, “Gubbio Festival Ensemble” e “Wiener Kammer Symphonie”. Negli ultimi anni ha effettuato diverse tournées in Giappone, Korea, Taiwan, Spagna, Francia, Repubblica Ceca, Macedonia, Slovenia, Kosovo, Austria, Germania e Islanda. Nell’estate 2011 è stato invitato dal Festival dei Due Mondi di Spoleto a tenere la prima esecuzione assoluta del melologo “La Realtà” su testi di P. P. Pasolini e musica di F. E. Scogna con la partecipazione dell’attore Claudio Santamaria. Nel 2012 ha suonato come solista con la Wiener Kammersymphonie in diversi Festival italiani, tra i quali il Ravello Festival. Contemporaneamente all’attività concertistica si è laureato in Filosofia nel 1994 presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. È docente di Musica da Camera presso il Conservatorio “L. Canepa” di Sassari.

Biglietti
€ 7,00 ridotti (minori di 25 anni)
€ 10,00 interi

Informazioni e prenotazioni
Tel. 393 1301006
info@venetoconcertante.it
prenotazioni@venetoconcertante.it