La pianista padovana Leonora Armellini porta il suo Chopin a Padova

LEONORA ARMELLINI, pianoforte
Martedì 27 gennaio, ore 20.45
Sala dei Giganti, Liviano

Fryderyk Chopin   Notturno op. 48 n. 1
                         Scherzo n. 2 op. 31
                         Notturno op. 62 n. 1
                         12 Studi op. 25

 

La pianista padovana Leonora Armellini porta il suo Chopin a Padova

Comunicato stampa

Martedì 27 gennaio, ore 20.45, nella Sala dei Giganti a Padova, la giovane pianista Leonora Armellini, dopo il tutto esaurito al Teatro Comunale di Vicenza porta il “suo” Chopin nella sua città natale e rende omaggio alla figura di Laura Palmieri, considerata una delle più importanti insegnanti di pianoforte italiane, sua insegnante al conservatorio di Verona.

Il concerto, organizzato dagli Amici della Musica di Padova, si inserisce all’interno della Rassegna L’arte dell’ascolto – Impara l’arte.

L’arte dell’ascolto, rassegna nata da una proposta degli studenti del Dipartimento di Filosofia, Sociologia Pedagogica e Psicologia Applicata (FISPPA) dell’Università degli Studi di Padova, intende promuovere la cultura musicale presso gli studenti dell’Ateneo in via prioritaria, aprendosi altresì al pubblico generale. La proposta si avvale delle risorse organizzative del Centro d’Arte degli Studenti dell’Università di Padova e degli Amici della Musica di Padova. I due organismi, che da tempo operano in collaborazione e hanno un consolidato rapporto con l’Ateneo – che ha loro affidato negli scorsi undici anni la rassegna Impara l’arte – hanno interpretato l’iniziativa studentesca nel senso di un insieme di occasioni di ascolto e di approfondimento di un ampio ventaglio di esperienze musicali storiche e contemporanee.

Le tematiche affidate all’Associazione Amici della Musica di Padova sono legate ai tre grandi autori del classicismo viennese (Haydn, Mozart e Beethoven) e a Chopin. Il progetto si sviluppa in due concerti presso la Sala dei Giganti al Liviano e due film presso il cinema MPX.

Il concerto di Leonora Armellini è il secondo ed ultimo dei due concerti del progetto ed è tutto dedicato a Chopin, l’autore l’artista padovana ha amato fin dal primo momento, quello che tocca le corde più intime del suo cuore e del quale è considerata una delle più profonde interpreti della sua generazione. In programma il Notturno op. 48 n. 1 in do minore, lo Scherzo n. 2 op. 31, Lento con grande espressione op. postuma e i  Dodici Studi op. 25.

A 12 anni Leonora Armellini si è diplomata in pianoforte con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore. A 13 ha vinto il “Premio Venezia” e ha iniziato a dare concerti. Oggi ha 21 anni e nel frattempo non ha mai smesso di perfezionarsi, di frequentare masterclass, di spaziare i suoi orizzonti musicali e soprattutto riesce a fare appassionare i suoi coetanei  alla musica classica.   H a  conquistato l’Ariston lo scorso anno ospite da Fazio  a Sanremo proponendo  lo “Studio Op. 10 n. 3 di Chopin” .  Da citare il suo impegno editoriale, a fianco di Matteo Rampin, nella stesura a 4 mani del libro di divulgazione musicale “Mozart era un figo, Bach ancora di più, edito da SALANI (2014), giunto in pochi mesi alla seconda edizione.

Per info e biglietti:
Amici della Musica di Padova
Via S. Massimo, 37 – 35128 PADOVA
Tel. 049 8756763; Fax 049 8070068
info@amicimusicapadova.org
www.amicidellamusica.org