“La Passione di Erto” in proiezione a Belluno

“La Passione di Erto” in proiezione a Belluno per Veneto Film Tour

Mercoledì 7 maggio alle 21.00 al Cinema Italia di Belluno, Veneto Film Tour propone la proiezione del documentario “La Passione di Erto” di Penelope Bortoluzzi dedicato alla tragedia del Vajont. La regista sarà presente in sala.

Il racconto di un paese nelle Alpi friulane, Erto, attraverso i due eventi che ne hanno scolpito la storia: un rito annuale atavico e una catastrofe unica e senza precedenti, quale è stata quella della diga del Vajont.

Questo il soggetto dell’opera “La Passione di Erto” (Documentario, Francia,Italia 2013, 78’) della giovane regista veneziana Penelope Bortoluzzi che verrà proiettato mercoledì 7 maggio alle 21.00 al Cinema Italia di Belluno nell’ambito della rassegna Veneto Film Tour.

Nella valle impervia di Erto viene costruita alla fine degli anni Cinquanta la diga del Vajont, all’epoca la più alta del mondo. Nel 1963 un versante del monte Toc precipita nel lago artificiale della diga, provocando un’ondata che uccide quasi duemila persone. Dall’altro lato della valle, di fronte a quel monte, gli ertani non hanno mai smesso di mettere in scena la Passione di Cristo. Da secoli, la sera del Venerdì santo, un Cristo ertano viene tradito, condannato e crocifisso, mentre la Storia va avanti con le sue costruzioni e distruzioni, le sue vittime e i suoi sopravvissuti, i suoi calvari reali e immaginari.

«Nell’opera, spiega Penelope Bortoluzzi «ho cercato di raccontare una comunità che porta le stimmate della sua storia, i volti di oggi e di ieri, una valle e le sue cicatrici, l’eclissi di un mondo e i suoi vani tentativi di resistenza, le peripezie tragicomiche di ciò che di quel mondo rimane».

Penelope Bortoluzzi (Venezia, 1978) dopo una formazione letteraria e musicale nella sua città natale ha studiato cinema a Parigi. Ha realizzato due cortometraggi, Coulisses (2003) e Caroline (2007), per il canale televisivo Arte. Il suo primo lungometraggio Fondamenta delle convertite (2008) ha avuto la menzione speciale al Festival dei Popoli di Firenze. Nel 2010 ha fondato a Parigi la casa di produzione Picofilms e ha prodotto i film di Stefano Savona Palazzo delle aquile (2011) e Tahrir Liberation Square (2011), del quale ha anche realizzato il montaggio.

Promossa dalla Regione Veneto e dall’associazione Veneto Film Festival, con la collaborazione della Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) e dell’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie, la rassegna Veneto Film Tour si pone l’obbiettivo di promuovere e distribuire opere cinematografiche realizzate da autori veneti, prodotte da case di produzione venete o che abbiano un qualche legame stretto con il territorio regionale.  Fino al 13 maggio Veneto Film Tour porterà nei cinema d’Essai di Padova, Este, Vicenza, Verona, Venezia, Rovigo, Belluno e Treviso, nove film per sedici serate di proiezioni alla presenza dei registi.

Alla proiezione sarà presenti la regista. Biglietto d’ingresso 3 euro

Il programma completo della rassegna è disponibile sul sito www.venetofilmfestival.it

Per informazioni
info@venetofilmfestival.it