La mostra “Magie dell’India” a Sereno Variabile

MAGIE DELL’INDIA
DAL TEMPIO ALLA CORTE, CAPOLAVORI D’ARTE INDIANA

Treviso, Casa dei Carraresi
26 ottobre 2013 – 31 maggio 2014

La mostra MAGIE DELL’INDIA. DAL TEMPIO ALLA CORTE
ripresa dalle telecamere di SERENO VARIABILE,


in onda su Rai Due sabato 28 dicembre 2013 alle ore 17.10

SERENO VARIABILE, la fortunata trasmissione di viaggi e turismo ideata e condotta da Osvaldo Bevilacqua, che da più di trent’anni gira l’Italia e il mondo per parlare di vacanze, avventure, arte, cultura e natura, incontra l’India a Casa dei Carraresi a Treviso.
Nella puntata in onda sabato 28 dicembre 2013 alle ore 17.10 su Rai 2, l’inviata della trasmissione Monica Rubele, sarà in una misteriosa Treviso avvolta dalla nebbia e dal fascino dell’oriente, per visitare la mostra MAGIE DELL’INDIA. DAL TEMPIO ALLA CORTE, accompagnata e guidata da Marilia Albanese, indologa curatrice della mostra insieme a Renzo Freschi, esperto d’arte indiana, agli architetti Marco Sala e Giovanna Colombo e ad Adriano Màdaro, coordinatore del comitato scientifico.

Esposte opere d’arte che spaziano dal II millennio a.C. all’epoca dei Maharaja. Elementi architettonici, miniature, fotografie d’epoca, oggetti di uso rituale e quotidiano, costumi, tessuti, gioielli, accanto a statue e bassorilievi provenienti da importanti collezioni museali e private, sono stati collocati in un adeguato contesto scenografico che ne ricrea gli ambienti originari.

Due i filoni principali che hanno come centro focale rispettivamente il Tempio e la Corte: “L’arte nell’India Classica” e “L’india dei Maharaja”. Due poli, quello del Tempio e quello della Corte, che sfuggono al dualismo tipicamente occidentale tra sacro e profano e che nella cultura indiana non sono in alcun modo in contraddizione. Il cerimoniale dei templi è simile a quello del palazzo e la figura del re è ammantata di sacralità tanto da renderla divina. La saggezza tradizionale indiana, affinché l’esistenza umana sia significativa e armonica, impone l’impegno etico, ma anche il perseguimento del piacere; sostiene la frugalità, ma non svalorizza la ricchezza; incita al distacco, ma legittima la conquista del potere. Benché il fine ultimo in buona parte della cultura indiana – ma non in tutta – sia la liberazione e il trascendimento del mondo doloroso e finito, la vita e i suoi istanti preziosi sono ampiamente celebrati, soprattutto nell’arte.

Gli ascoltatori potranno seguire in diretta la puntata anche attraverso lo streaming web all’indirizzo:
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/dirette/PublishingBlock-57351f9c-f319-4526-b0a5-da6e19f98d74.html?channel=Rai%20Due

Per informazioni
www.laviadellaseta.info