Elio senza limiti in un omaggio al bel canto italiano

MERCOLEDI’ 22 MAGGIO ore 21.15
TEATRO VERDI
via Dei Livello, 32 – Padova

ELIO e ROBERTO PROSSEDA
in
BIANCHI, ROSSINI E VERDI. OMAGGIO AL CANTO TRICOLORE

PRIMA ASSOLUTA IN VENETO!
Elio
– voce
Roberto Prosseda
– pianoforte

in collaborazione con Parmaconcerti

Elio senza limiti in un omaggio al bel canto italiano
In prima assoluta per il Veneto SacreArmonie presenta il recital “
Bianchi, Rossini e Verdi. Omaggio al canto tricolore” con Elio nell’insolita veste di baritono

Sarà un omaggio ai grandi della musica italiana lo spettacolo che Elio porterà sul palcoscenico del Teatro Verdi di Padova mercoledì 22 maggio alle ore 21.15. “Bianchi, Rossini e Verdi. Omaggio al canto tricolore”: un viaggio originale, divertente e raffinato che rileggerà, con la verve del cantante da una parte e il rigore del pianista classico Roberto Prosseda dall’altra, pagine di storia della musica da Verdi, Rossini, Mozart fino ad alcuni autori contemporanei Luca Lombardi.

Ancora una prima assoluta in Veneto per la terza edizione di SacreArmonie, rassegna organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova all’interno del format Universi Diversi in collaborazione con lo Spazio Gershwin di Padova.

Elio, all’anagrafe Stefano Roberto Belisari, non è nuovo a questo tipo di esibizioni, ha sempre giocato con la musica classica e con le citazioni colte, anche grazie ai suoi studi musicali e al diploma in flauto traverso conseguito al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. La sua ecletticità si è espressa, inoltre, con il genere burlesque e la partecipazione a opere teatrali come L’opera da tre soldi di Bertolt Brecht e il musical Storia di Amore e di Anarchia, di Lina Wertmüller.

 «Il motivo per cui ho iniziato a fare questo tipo di spettacoli è perché credo che la musica classica sia anzitutto musica bella che vale la pena ascoltare – spiega ElioSiamo in una fase storica in cui c’è bisogno di qualità, ma in pochi conoscono questi brani. Quindi l’intento è quello di far ascoltare a chi non avrebbe mai avuto l’occasione o la voglia di farlo della buona musica, senza etichette di genere, sperando che poi se ne innamorino come è accaduto a me».

Queste le parole con cui Elio presenta il concerto “Bianchi, Rossini e Verdi”, un suggestivo recital in compagnia del pianista Roberto Prosseda che ripercorrerà la storia della musica da Verdi a Rossini, ai brani degli anni ‘30 e ‘40 di Gabriele Bianchi e alle canzoni moderne del compositore contemporaneo Luca Lombardi, che vedranno Elio interpretare Rigoletto e il Barbiere di Siviglia, così come odi musicali alla zanzara, al criceto e al porco.

La rassegna SacreArmonie continua a porsi l’obiettivo di indagare la relazione tra sacro, profano, spiritualità e sapere, tratti distintivi che caratterizzano da sempre l’animo profondo della città di Padova. «Quest’anno più che mai il programma di SacreArmonie intreccia mondi e culture in un’apparente relazione di incontro/scontro – sottolinea il direttore artistico Maurizio Camardi – a partire dalla scelta dei palcoscenici degli spettacoli: cattedrali profane che ospiteranno traiettorie di rara spiritualità e luoghi del sacro che si presteranno a diventare veri e propri teatri».

Roberto Prosseda (Latina, 1975) è uno dei pianisti italiani attualmente più in vista. Ha guadagnato una notorietà internazionale in seguito alle sue incisioni Decca dedicate a musiche inedite di Felix Mendelssohn, tra cui quella con il Concerto in mi minore con Riccardo Chailly e la Gewandhaus Orchester. Entro il 2013 avrà completato la prima integrale completa della musica pianistica di Mendelssohn. Particolarmente attento alla divulgazione musicale, è frequente ospite di RadioTre, in cui appare anche come conduttore delle seguitissime “lezioni di musica” ed è autore del saggio “Guida all’ascolto della musica pianistica”, in uscita per Curci editore. Negli ultimi anni ha stupito e attratto il pubblico anche attraverso concerti insoliti, come i concerti-sfida con il robot-pianista TeoTronico e la riscoperta del piano-pédalier, un pianoforte doppio che si suona con mani e piedi, che hanno attirato l’interesse di numerosi giornali stranieri, tra cui il Wall Street Journal (20/4/2012) e il Frankfurter Allgemeine Zeitung (9/4/2013).

Stefano Belisari in arte Elio (Milano, 1961) è ormai da circa 20 anni il leader di Elio e le Storie Tese, il gruppo musicale più geniale, dissacrante, ironico e surreale che abbia mai calcato la scena musicale italiana. Di origini marchigiane (i genitori sono originari di Cossignano, in provincia di Ascoli Piceno), si diploma al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano e, successivamente, riprende a studiare tanto che nel 2002 si laurea in ingegneria elettronica al Politecnico di Milano. Artista eclettico conta, tra l’altro, partecipazioni a opere teatrali (L’opera da tre soldi di Bertolt Brecht, Storia di Amore e di Anarchia, musical di Lina Wertmüller) ed ha all’attivo numerose collaborazioni a dischi di musica leggera, tra cui quella con Giorgio Conte, con cui ha cantato Modulazione di frequenza nell’album del cantautore astigiano del 1993 Giorgio Conte.

Info:
www.universidiversi.com

Biglietti:
platea e palco pepiano: euro 25,00
palchi I ordine: euro 18,00
palchi II ordine: euro 15,00
galleria: euro 10,00

Prevendite:
Biglietteria Teatro “G.Verdi”
via Dei Livello, 32 – Tel. 049.87770213
lunedì 15.00 – 18.30
da martedì a venerdì 10.00 – 13.00 e 15.00 – 18.30
sabato 10.00 – 13.00
La sera dello spettacolo dalle ore 20.00

vendita online su www.teatrostabileveneto.it e sul circuito Vivaticket – www.vivaticket.it

Direzione Artistica:
Maurizio Camardi

Organizzazione:
Spazio Gershwin – Scuola di Musica “Gershwin”
tel: 342.1486878
mail: marketing@spaziogershwin.org
web: www.universidiversi.comwww.spaziogershwin.org