CBM Italia presenta a Padova il “Concerto al Buio – Blind Date” del pianista Cesare Picco

 

CBM Italia presenta a Padova il “Concerto al Buio – Blind Date”
del pianista Cesare Picco

 Giovedì 30 gennaio alle ore 20.45 per la prima volta a Padova, al Teatro Verdi,
l’Organizzazione Non Governativa CBM Italia Onlus porta il
“Concerto al Buio – Blind Date” del pianista Cesare Picco.

Condurrà la serata Filippa Lagerbäck 

Ingresso gratuito sino ad esaurimento posti
Prenotazione obbligatoria entro il 21 gennaio al numero 02 890 178 08.

CBM Italia Onlus – Organizzazione Non Governativa impegnata nella lotta alla cecità evitabile – organizza giovedì 30 gennaio alle 20.45 al Teatro Verdi di Padova una serata benefica per festeggiare i risultati raggiunti nel campo della prevenzione della cecità e delle patologie visive, e per ricordare che la cecità può essere prevenuta e curata con interventi mirati realizzati da medici e operatori formati da CBM con un approccio scientifico e professionale.

Filippa Lagerbäck, ambasciatrice di CBM Italia, presenterà al pubblico padovano il “Concerto al Buio – Blind Date” viaggio d’improvvisazione musicale ideato e creato da Cesare Picco pianista e compositore di fama internazionale, da tempo amico e sostenitore di CBM.

Sold out a Milano, dove è stato presentato il 10 ottobre 2013 in occasione della Giornata Nazionale della Vista, il “Concerto al Buio” è un originale viaggio musicale che si basa sulla semplice eppure magica formula luce-buio-luce nel qualeCesare Picco suona il pianoforte nel buio completo. Gli spettatori vengono infatti accolti in sala dalla penombra, che lascia il posto al buio totale e, dopo mezz’ora, la luce torna delicatamente in sala. In questo modo, riscopriranno l’ascolto puro e originale della musica. Un’esperienza che esprime a pieno la missione di CBM: riportare la luce nelle vite delle persone che vivono nei Paesi più poveri del mondo.

«Sono andato in India per vedere con i miei occhi i progetti di lotta alla cecità di CBM – racconta Cesare Picco Qui ho suonato davanti a tantissimi bambini. Con le mie note faccio vivere un’esperienza che metaforicamente vivono migliaia di persone curate dagli oculisti di CBM».

In un solo anno sono più di 2 milioni le persone assistite da CBM Italia attraverso 70 progetti in 26 Paesi del Sud del Mondo. Globalmente, CBM ha operato in 73 Paesi con 714 progetti, raggiungendo e curando 41 milioni di persone.

«In Uganda ho avuto il privilegio di seguire il lavoro degli oculisti di CBM – ha detto Filippa LagerbäckLa delicatezza e la professionalità con cui curano e ridanno la vista a migliaia di bambini ciechi è incredibile. Tutti noi possiamo fare qualcosa per sostenere il lavoro dei medici di CBM. Basta poco per migliorare la vita di tantissimi bambini che vivono nei Paesi più poveri del mondo».

La serata gode del Patrocinio del Comune di Padova e del supporto di Salmoiraghi & Viganò, Mediolanum Private Banking, Yamaha strumenti musicali, APS Holding e Hotel Plaza Padova. Mediapartner: Il GAZZETTINO di Padova

Ingresso gratuito sino ad esaurimento posti.

Prenotazione obbligatoria entro martedì 21 gennaio al numero 02 890 178 08.

CBM Italia Onlus è un’Organizzazione Non Governativa (ONG), la cui finalità è sconfiggere le forme evitabili di cecità e di disabilità fisica e mentale nei Paesi in Via di Sviluppo, senza distinzione di razza, sesso e religione. CBM Italia è membro di CBM International, organizzazione apolitica e senza scopo di lucro attiva dal 1908 e dal 1989 partner e collaboratore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) nella lotta contro la cecità prevenibile e curabile e la sordità. CBM opera in loco attraverso la stretta collaborazione di partner locali in un’ottica di crescita e sviluppo locale. Sostiene progetti e interventi di tipo medico-sanitario, riabilitativo ed educativo; la formazione di personale locale; campagne di prevenzione e informazione della popolazione; promuove il diritto all’educazione, al lavoro e all’integrazione delle persone cieche e disabili. Nel 2012 CBM ha sostenuto 714 progetti in 73 paesi tra i più poveri del mondo e ha assistito 41 milioni di persone. Dal 2010 CBM Italia fa parte delle organizzazioni non profit che possono utilizzare il marchio dell’Istituto Italiano della Donazione “Donare con fiducia”.

Per informazioni
www.cbmitalia.org