Berio dialoga con Verdi nella lezione di Sandro Cappelletto

53ma Stagione concertistica 2018/2019

Lezioni di sabato- Ripetizioni di musica al Liviano
Sala dei Giganti al Liviano
seconda edizione

Otto romanze per tenore e orchestra
Il dialogo tra Luciano Berio e Giuseppe Verdi

nella lezione di Sandro Cappelletto

Proseguono gli appuntamenti della seconda edizione di “Lezioni di sabato – Ripetizioni di musica al Liviano” sabato 2 marzo alle 17.30, in Sala dei Giganti al Liviano di Padova.  L’Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Marco Angius e il tenore Enrico Casari saranno i protagonisti di un itinerario alla scoperta della vocalità verdiana. Trattandosi di Verdi e di vocalità operistica non può esistere miglior relatore di Sandro Cappelletto, che dirige la pubblicazione “Studi Verdiani” e ha scritto molto su Wagner, Mozart, Farinelli e sul teatro d’opera in generale, e infine ha collaborato come librettista con numerosi compositori contemporanei l’unica lezione dedicata alla musica vocale.

Sandro Cappelletto
Sandro Cappelletto scrittore e critico musicale. © – Paolo della Corte

Il programma vede ‘dialogare’ Giuseppe Verdi (1813-1901) e Luciano Berio (1925-2003). Tra 1838 e 1849 Verdi compone 17 liriche per canto e pianoforte; esse rappresentano, dice Cappelletto «un momento unico all’interno della sua produzione. Alcune sono il suo biglietto da visita come compositore: i primi titoli che un editore decide di pubblicare per far conoscere al mondo musicale il temperamento, le ambizioni di questo ragazzo venuto dalla piccola Busseto a cercar fortuna a Milano. Tra gli autori dei testi, di argomento tra loro molto diverso, a volte passionali, altre patetici, altre ancora patriottici, troviamo anche i nomi di Felice Romani, Temistocle Solera, Andrea Maffei, che diventeranno suoi librettisti. Non si sbaglia definendo queste romanze il primo laboratorio creativo verdiano».

Enrico Casari, tenore

Molto tempo dopo, nel 1990, Luciano Berio, spesso capace di sintesi vertiginose tra passato e futuro della musica e al quale dobbiamo meravigliose rivisitazioni di capolavori del passato, da Boccherini a Schubert, sceglie otto tra queste liriche verdiane e le trasforma in altrettante Romanze per tenore e orchestra, collocandole «in un rispettoso e sottile tessuto di riferimenti musicali, che commenta, con il senno e il distacco di centocinquanta anni dopo, i rapporti del linguaggio, dello stile e delle maniere verdiane col tempo che passa». Da un Verdi in prima persona, quindi ad un Verdi rivisitato da un compositore che profondamente lo amava: «Sono convinto che un’Italia senza Verdi sarebbe come un’Inghilterra senza Shakespeare».

Le lezioni avranno luogo in Sala dei Giganti al Liviano alle ore 17.30.

Le “Lezioni di sabato. Ripetizioni di musica al Liviano” sono realizzate con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, della Regione del Veneto, del Comune di Padova, di Fondazione Antonveneta, della Associazione Amici OPV e la collaborazione dell’Università degli Studi di Padova.

L’Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Marco Angius

Biglietti
Intero € 10
Ridotto € 8 (riservata agli abbonati della Stagione OPV 2018/2019 e ai possessori del biglietto del concerto serale corrispondente)
Ridotto Under35 € 5
I biglietti sono acquistabili online attraverso il sito www.opvorchestra.it (solo biglietti interi), a partire da una settimana prima di ciascun concerto presso Gabbia (via Dante, 8) o il giorno del concerto al botteghino della Sala dei Giganti dalle ore 16.30.

Info T 049 656848 · 656626
info@opvorchestra.it
www.opvorchestra.it

Scarica il comunicato stampa

Condividi