Tutto esaurito per il Concerto di Natale dell’OPV al Santo

 

martedì 22 dicembre 2015 | ore 20:45 |

Basilica di Sant’Antonio, Padova

Concerto di Natale
con la collaborazione straordinaria del Comune di Padova

Reinhard Goebel, Direttore
Roberta Mameli, Soprano

 

Tutto esaurito per il Concerto di Natale dell’Orchestra di Padova e del Veneto al Santo.

Registra il tutto esaurito il tradizionale Concerto di Natale dell’Orchestra di Padova e del Veneto che si terrà nella maestosa cornice della Basilica di Sant’Antonio di Padova martedì 22 dicembre 2015. L’evento viene offerto alla cittadinanza con la collaborazione del Comune di Padova e il sostegno di Cassa di Risparmio del Veneto.

Il concerto che, da ventidue anni, l’Orchestra di Padova e del Veneto organizza per le Feste Natalizie vedrà quest’anno l’OPV guidata da Reinhard Goebel e affiancata dal celebre soprano Roberta Mameli, reduce da successi nei più importanti teatri e festival nazionali e internazionali.

Il programma previsto è interamente dedicato a composizioni risalenti al Settecento. La serata si apre con l’Inno per soprano e orchestra “Puer natus in Bethlehem” di Anton Fils. Il musicista e violoncellista tedesco, scomparso assai giovane (1733 – 1760), fu assai prolifico, con un lascito importante in ambito orchestrale, cameristico e sacro. Il clima natalizio viene rinvigorito anche dalla seconda proposta, la Sinfonia pastorale di Christian Cannabich. L’autore, violinista e direttore, originario di Mannheim, fu onorato in vita e riconosciuto come uno dei migliori esecutori dell’intero secolo. Un rapido passaggio attraverso la frammentata Italia d’inizio Settecento ci consente di ascoltare O di Betlemme altera povertà di Alessandro Scarlatti. La Cantata pastorale per la nascita di Nostro Signore, affidata a soprano e orchestra, nacque nell’ambito della nobiltà italiana che, secondo la tradizione inaugurata dal Papa, commissionava “virtuosi intrattenimenti in musica”. Questo lavoro, in particolare, è ideato come preludio all’abbondante cena servita tra il primo Vespro della vigilia di Natale e la Messa di mezzanotte. Irrompe nella scaletta festiva anche Georg Friedrich Händel con il Concerto grosso op.6 n.6 in sol minore. Concepito, specie in epoca barocca, con un struttura che risalta i contrasti tra un piccolo gruppo di solisti e l’orchestra, il concerto grosso handeliano appartiene ad una serie di lavori dedicati ad Arcangelo Corelli, maestro incontrastato del genere. Non può mancare, in chiusura, un omaggio ad uno dei maestri più amati e apprezzati di sempre, Wolfgang Amadeus Mozart. Dell’autore salisburghese viene proposto il celebre “Exultate, jubilate”. Il Mottetto per soprano e orchestra K165, risalente al gennaio 1773, venne appositamente composto per il castrato Venanzio Rauzzini e ha carattere eminentemente religioso, con un accompagnamento strumentale assai variegato e una linea vocale piena d’effervescente inventiva.

Info: www.opvorchestra.it, tel. 049 656848

PROFILI

Reinhard Goebel
Direttore

Reinhard Goebel, che ha acquisito una notorietà mondiale come fondatore del famoso ensemble Musica Antiqua Köln, si è oggi affermato come direttore di orchestre “moderne”.

Nato nel 1952, ha ricevuto la sua prima lezione di violino all’età di 12 anni. Nelle primissime fasi della sua crescita musicale ha sviluppato il suo interesse esclusivo nei confronti della musica antica. I suoi insegnanti di violino sono stati Franz Josef Meier, Eduard Melkus, Marie Leonhardt e Saschko Gavwriloff, un esperto mondiale di complesse partiture moderne.

Attualmente si dedica alla direzione di orchestre “moderne”, quali l’Orchestra Beethoven di Bonn, la Duisburg Philharmoniker Orchestra, l’Orchestra del Gewandhaus di Lipsia, le Orchestre da camera di Monaco e di Zurigo, la Filarmonica di Dresda, la Deutsches Symphonieorchester di Berlino, l’Orchestra della Komische Oper di Berlino, la Hamburger Symphoniker, la Tonhalle Orchester di Zurigo, la Royal Philharmonic Orchestra di Londra, la Royal Opera di Kopenhagen, l’Orchestra di Padova e del Veneto, l’Orchestre national d’Île-de-France di Parigi e le maggiori orchestre radiofoniche tedesche, incluse WDR Köln, BR München, HR Frankfurt, SR Saarbrà¼cken e la NDR Hannover.

Roberta Mameli
Soprano

Ha studiato canto lirico presso il Conservatorio di Musica “G. Nicolini” di Piacenza e violino alla Scuola Civica di Cremona. Si è perfezionata con Chiara Vannini, Roberta Invernizzi, Bernadette Manca di Nissa, Ugo Benelli, Claudio Desderi, Enzo Dara. Ha debuttato giovanissima nell’opera Dido & Aeneas di Purcell al Teatro Comunale di Alessandria diretta da Edoardo Müller con la regia di Graziella Sciutti. Ha cantato in numerosi teatri italiani ed esteri, quali: Konzerthaus di Vienna, Concertgebouw di Amsterdam, Cité de la Musique di Parigi, Teatro Comunale di Bologna, Teatro “A. Ponchielli” di Cremona, Teatro “La Pergola” di Firenze, Teatro delle Muse di Ancona. Ha collaborato con varie formazioni cameristiche ed orchestrali sotto la direzione di Claudio Abbado, Jeffrey Tate, Umberto Benedetti Michelangeli, Tiziano Severini, Jordi Savall, Corrado Rovaris, Filippo Maria Bressan, Daniele Callegari, Claudio Cavina, Fabio Bonizzoni, Diego Fasolis, Jean-Luc Tingaud. Ha lavorato con diversi gruppi di musica barocca tra cui: Accademia Bizantina, Le Concert des Nations, La Risonanza, La Venexiana. Tra i suoi prossimi impegni ricordiamo: Nozze di Figaro (Susanna) di W.A.Mozart all’Opernhaus di Kiel, La Pùrpura de la Rosa (Adonis) di Torrejon y Velasco al Musikfestspiele a Potsdam, Vespro della Beata Vergine di C.Monteverdi e Recitals a Tokyo, Osaka e Hiroshima; Motezuma (Teutile) di A.Vivaldi con Modo Antiquo e F.M.Sardelli al Festival Cervantino-Messico; La scola de’ gelosi (Ernestina) di A.Salieri con l’Arte del Mondo e W.Ehrhardt in Leverkusen and recordings. Ha all’attivo registrazioni con le case discografiche Naïve, CPO, Glossa, Bongiovanni, Nibiru, Airos, RAI 3, MEZZO, Brilliant Classics e Dynamic.  La sua discografia recente include: Teuzzone di Vivaldi (Naïve); L’incoronazione di Poppea, Il Ritorno d’Ulisse in patria di Monteverdi e Artemisia di Cavalli (Glossa); Il diamante di Zelenka (Nibiru); Orlando Furioso 1714 di Vivaldi (Näive); l’album solistico Lacrime Amorose; l’album solistico di Cantate di Handel (Ayros); l’album solistico Round M: Monteverdi meets Jazz (Glossa), uno dei CD più venduti del 2010 nella sua categoria; L’incoronazione di Dario di Vivaldi (Näive); Mottetti di Vivaldi e Baroque Concertos,Psalm,Chamber Music di F.M.Sardelli (Brilliant Classics); Il Farnace di Vivaldi (Cd and DVD) per Dynamic