Torna “Paesaggi con vista”

Paesaggi con vista banner

Torna “Paesaggi con vista” 2016
Racconti, Musiche, Teatro, Cabaret, Danze, Immagini, Camminamenti

Venerdì 12 e domenica 14 agosto

Agosto 2016, Paesaggi con Vista. Anzi, con Viste, perché quest’anno cresce il gruppo collaborante, si arricchisce l’offerta, si allarga l’orizzonte e i contenuti sono sempre più ampi e coloriti.

«Com’è tradizione, ogni anno per questa occasione ferragostana l’Anfiteatro del Venda non è solo un luogo che ospita una serie di spettacoli, ma diventa uno spazio-atmosfera che fa compenetrare persone e arti con il cuore dell’ambiente euganeo. – racconta Franco Zanovello, ideatore dell’appuntamento – Cuore, e perdonatemi l’inciso sentimentale, che ci auguriamo di veder riacquistare la tridimensionalità nel prossimo futuro. Mi riferisco a segnali di buona volontà che fanno sperare che il popolo euganeo, dopo anni di azioni e pressioni da parte di uno sparuto ma cocciuto gruppetto di suoi elementi, possa “riappropriarsi” della cima del Monte Venda, dopo oltre mezzo secolo di militarizzazione».

Venerdì 12

Si inizia venerdì con un concerto/spettacolo ideato e curato dall’istrionico ed eclettico Sergio Fedele, che già un paio d’anni fa ha piacevolmente sorpreso ed emozionato il nostro pubblico. Un evento tutto nuovo, arricchito nei contenuti e negli interpreti.

Il programma:
Apertura
al pubblico alle ore 20.00. Inizio concerto del gruppo “Kwatz!” alle ore 21.15.
Ingresso a 10 euro con inclusa una degustazione di vino.

Kwatz!
Enrico Caimi  percussioni
Roberto Dani  batteria preparata
Sergio Fedele  percussioni
Davide Negrini  percussioni

Il quartetto è un ensemble di sole percussioni che si colloca nella tradizione della musica contemporanea colta.

KWATZ! E’ la trascrizione del grido tradizionale usato dai monaci Ch’an (il Ch’an è il Buddismo cinese che darà poi vita in Giappone allo Zen).

Così lo descrive brevemente Engaku Taino nel suo commento alla Raccolta dei Detti del Maestro Ch’an Lin-Chi I-Hsuan: “L’urlo di cui si tratta fu portato alla perfezione proprio da Lin-chi che lo catalogò in quattro modi differenti: il kwatz che è come una spada di diamante, il secondo come un leone dorato di montagna, il terzo come una pertica per esplorare l’acqua davanti alla barca e il quarto è un kwatz che non è un kwatz. Lin-chi fece uso di questi gridi a suo piacimento per ogni occasione: come una spada di diamante per tagliare tutte le discriminazioni di chi gli è davanti; come un leone pronto a sbranare la preda; come una pertica che scandaglia le intenzioni di chi lo affronta; o come un non kwatz.”

 In Kwatz, c’è anche il suono del non dicibile, non vuol dire nulla ma si adatta a tutto, è uno squarcio sonoro che apre alla comprensione o chiude alla non comprensione, simile al colpo di bastone (sempre nella tradizione Zen) che può risvegliare o solo ammaccare, infine la parola e il concetto possiedono un certo humor tipicamente Zen.

Domenica 14: Notte Bianca
La Notte Bianca di domenica vedrà susseguirsi sul palco del Monte Venda una piccola “folla” di artisti giovani (soprattutto) e meno giovani (ma molto gioviali). Tutti artisti bravissimi e originali usciti da scuole e accademie di livello internazionale. Certo chi si lascerà cogliere dalle braccia di Morfeo sarà libero di dormire sotto le stelle, ma davvero si profila una notte lunga e tutt’altro che noiosa.

Il programma:
Apertura
al pubblico alle ore 20.00. Inizio spettacoli alle ore 21.30, fino all’alba.
Ingresso a 12 euro con inclusa una degustazione di vino.

Un’intera notte di spettacoli tra teatro narrato e cabarettistico, danze e musica vibrazionale. Momenti autentici per vivere la magia dei nostri colli in una visione condivisa di arte, musica e bellezza naturale.

21:30 PRESENTAZIONE: conduce Alberto Rampazzo
21:40 CHARLIE SHOW – Teatro/Cabaret con musiche dal vivo. Le gestualità e le smorfie comiche di Charlie Agostini e Renato Cestaro incontrano la chitarra e la voce di Alessandro Modenese. Nasce un originale connubio artistico dove gags esilaranti ed azioni mimiche grottesche si fondono con le interpretazioni musicali dal vivo, per una serata di puro divertimento.
22:40 LA STORIA DELLA TIGRE di Dario Fo reinterpretata da Alessandro Conte
23:15 Intermezzo musicale con Andrea Tosi
23:20 LA NASCITA DEL GIULLARE di Dario Fo reinterpretata da Stefano Pettenella
23:40 SE NIENTE IMPORTA di e con Davide Pachera
20:00 NA MAMA IALIOTA di Vittorino Andreoli (“la mamma”) riscritto e interpretato da Irene Canali
24:15 TOM – Tales of me. Capitolo 1 di e con Stefano Pettenella
00:30 LULLABY – Primo studio di e con Anna Savanelli
00:45 L’INCONTRO NEL SUONO con Andrea Tosi. Una successione di diverse sonorità prodotte con svariati strumenti accompagnerà l’ascoltatore in una dimensione di contatto con se stesso e con la natura delle cose.
01:30 Proiezioni a cura di Euganea Film Festival

A seguire: LA MORALITA’ DEL CIECO E DELLO STORPIO di Dario Fo reinterpretato da Davide Pachera e Stefano Pettenella
02:30 Concerto di musica e danze con il pubblico
05:00 Escursione al Monastero degli Olivetani.

La passeggiata notturna sarà molto suggestiva e un po’ più impegnativa del consueto, partirà sul finire della notte. Specialissima guida per l’occasione sarà Diego Gallo:

“Alba sul monastero degli Olivetani”

Passeggiata al levar del sole seguendo sentieri di parole e poesie euganee.
Partenza alle prime luci: ore 5:00
Arrivo al monastero all’alba: ore 6:14
Rientro al mattino: ore 8:30

Costo aggiuntivo 5 euro.

Percorso guidato, max 50 persone esclusivamente su prenotazione
Indispensabili scarpe da trekking e pila.

In entrambe le serate ci sarà la possibilità di ristoro con vini e cibi grazie ad una rappresentanza della nostra produzione enologica e alla pregiata offerta gastronomica degli amici dell’Osteria Volante. A breve sarà disponibile il menù.

Luogo: Anfiteatro del Venda, via Sottovenda, Galzignano Terme. Circa 300 mt dopo Casa Marina, in corrispondenza di una grande botte, c’è l’ingresso all’Anfiteatro. Ci raccomandiamo, per non creare problemi di circolazione, di arrivare con senso unico dal Roccolo seguendo le indicazioni per Casa Marina. Parcheggiare esclusivamente sul lato destro (verso monte) lasciando il passaggio per le altre auto. In uscita proseguire lungo la strada scendendo lungo via Pedevenda verso Faedo.

Info e contatti: Az. Agr. Ca’Lustra – 0429-94128 – info@calustra.itwww.calustra.it