“Orizzonti” e “Venezia classici” al Cinema Pindemonte di Verona

“Orizzonti” e “Venezia classici”.
Dalla Mostra del Cinema di Venezia al Cinema Pindemonte di Verona

Lunedì 21 ottobre al Cinema Pindemonte di Verona doppio appuntamento con la 9° edizione de “Le Giornate della Mostra. Orizzonti e Venezia Classici”. In programmazione “La vida después” del regista David Pablos e “Paisà” di Roberto Rossellini.

Lunedì 21 ottobre primo appuntamento a Verona con la 9° edizione de “Le Giornate della Mostra. Orizzonti e Venezia Classici”, rassegna organizzata dalla Regione del Veneto, in partnership con Fondazione La Biennale di VeneziaFederazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) delle Tre Venezie, Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie e la collaborazione con Fondazione Cineteca di Bologna e Cineteca Nazionale di Roma.

Il pubblico veronese degli appassionati di cinema, potrà godere della bellezza e la qualità indiscussa dei film proiettati alla 70. Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nelle sezione“Orizzonti”, testimonianza delle tendenze estetiche ed espressive più innovative del cinema contemporaneo e “Venezia Classici” sezione che, grazie al restauro di vecchie pellicole, consente di riportare alla luce capolavori della produzione italiana e internazionale e rivalutare l’esperienza di importanti maestri del cinema.

«Orizzonti e Venezia Classici – sottolinea Filippo Nalon, Presidente Fice Tre Venezie-  rappresentano da un lato uno sguardo sui nuovi linguaggi cinematografici che a livello mondiale stanno emergendo e che la Biennale di Venezia presenta nell’ambito della Mostra d’Arte Cinematografica e, dall’altro, una “Retrospettiva” sui film considerati appunto Classici della “Storia del Cinema”. Accostare Passato e Presente (digitale e pellicola), risulta quindi particolarmente interessante e stimolante».

Apre la rassegna alle 20.00  al Cinema Pindemonte di Verona, per la sezione “Venezia Classici”, il film “Paisà” di Roberto Rossellini. Suddiviso in sei episodi, l’opera attraversa l’intero territorio italiano, costruendo una narrazione spazio-temporale che ci porta dalla Sicilia, nel luglio del 1943, a Porto Tolle, nell’inverno del 1944, passando per Napoli, Roma, Firenze e l’Appennino emiliano. In continuità con “Roma città aperta”, il film rinnova la felice collaborazione per la sceneggiatura tra lo stesso Rossellini, Sergio Amidei e Federico Fellini, capaci di costruire un film che si sarebbe poi retto sulle vividissime interpretazioni di attori non professionisti.

La sezione “Orizzonti” propone, invece, alle 22.15, “La vida después” (Messico, 2013,  90′) del regista David Pablos. Rodrigo e Samuel sono fratelli, divisi da una manciata d’anni e dal carattere. Tanto il primo (il più grande) è aggressivo quanto il secondo è più pacato e riflessivo. Quando la loro madre – da sempre instabile mentalmente – scompare lasciando come unica traccia un misterioso biglietto d’addio, inizia per loro un viaggio che li porterà ad attraversare il Messico fino al deserto di Sonora, luogo terribile e iniziatico per antonomasia. La ricerca di Rodrigo e Samuel sarà infatti anche un intenso e doloroso superamento della linea d’ombra, nel corso del quale le diverse indoli dei fratelli faranno in tempo a riconoscersi e scontrarsi nell’eterna lotta che promette la salvezza al prezzo di recidere il legame con le persone amate.

Tutte le proiezioni sono in lingua originale sottotitolate in italiano e saranno presentati in sala da studiosi e docenti universitari di cinema.

L’ingresso ai film della sezione “Orizzonti” è di 3 euro; i film della sezione “Venezia Classici” sono ad ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

La rassegna “Le Giornate della Mostra. Orizzonti e Venezia Classici” si inserisce nell’ambito di un più articolato programma di iniziative di promozione della cultura cinematografica. Con “Il Cinema Visibile, la Regione del Veneto per il Cinema di Qualità”, la Regione, nelle parole dell’On. Marino Zorzato, Vice Presidente e Assessore alla Cultura della Regione del Veneto, «intende continuare, sulla scorta dei positivi risultati degli anni precedenti,  il suo impegno anche per promuovere le sale cinematografiche del circuito regionale come luoghi di cultura. In questo senso la proficua collaborazione fra Regione del Veneto, Biennale e Fice, giunta al suo quarto anno, si pone come importante occasione per divulgare il cinema d’autore e per valorizzare le sale d’essai del nostro territorio».

Per informazioni
Fice Tre Venezie

Tel. 049 8750851
fice3ve@agistriveneto.it
www.spettacoloveneto.it