ll Festival di Pasqua a Montepulciano in streaming gratuito

Lo scorso anno il Festival di Pasqua a Montepulciano ha dovuto cancellare la sua sesta edizione, dedicata principalmente a Beethoven in occasione del 250° della nascita, a causa delle limitazioni e delle chiusure per contrastare il Covid. A distanza di un anno, pur di evitare una nuova cancellazione, è stato deciso di programmarla ugualmente, senza pubblico (naturalmente nel rispetto di tutte le normative di sicurezza), trasmettendone i concerti e le conferenze in streaming gratuito aperto a tutti. Certo nessun concerto a porte chiuse trasmesso in streaming potrà mai sostituire le emozioni dei concerti dal vivo; ma se l’alternativa è il silenzio, allora può diventare una proposta carica di significati e di desiderio di rinascita.

Dal 4 all’8 aprile otto appuntamenti nei fine-settimana

Il Festival – di cui è ideatrice e motore Eleonora Contucci, cantante lirica proveniente da una delle più antiche famiglie poliziane – si svolgerà dal 4 al 18 aprile, con 8 appuntamenti nei fine-settimana (programma completo, con date e orari, su http://www.festivaldipasqua.it/il-programma.php), fra i quali lo Stabat Mater di Pergolesi diretto da Luigi Piovano con le voci di Eleonora Contucci ed Eufemia Tufano e i Concerti di Bach per pianoforte eseguiti da Gile Bae e diretti ancora da Piovano, una serie di conferenze fra cui quella di Massimo Cacciari su Dante, quella di Cacciari e Sandro Cappelletto su Beethoven e l’Idealismo tedesco con musiche eseguite da Carlo Guaitoli e il tradizionale incontro con Amnesty International, la Nona Sinfonia nella versione per pianoforte solo di Liszt eseguita da Maurizio Baglini, un insolito programma dedicato ai rapporti di Beethoven con l’Italia da Costantino Mastroprimiano sullo splendido fortepiano Conrad Graf “Contucci” del 1826….

In streaming e in TV su NTi (Canale 271)

Tutto questo, come detto, sarà visibile in streaming gratuito per tutti sia sul Canale dell’emittente televisiva locale NTi (Canale 271) che curerà le riprese e la trasmissione, sia sulla pagina Facebook e il canale YouTube del Festival di Pasqua, condivise anche da altri partner, come il Comune di Montepulciano.

La raccolta fondi su “Rete del dono”

Naturalmente questa operazione ha dei costi molto alti: per questo il Festival di Pasqua ha lanciato una raccolta fondi affidandosi a “Rete del dono”, protagonista di campagne molto importanti nel campo della ricerca scientifica, della cultura e dei diritti umani. Donando con pochi “click” una cifra anche minima, a partire da cinque Euro, tutti possono divenire alleati del Festival in questa missione così nobile e al contempo entusiasmante. Tutte le informazioni su come donare si trovano al link: https://www.retedeldono.it/it/progetti/festival-di-pasqua/festival-di-pasqua-a-montepulciano-2021
Oltretutto ogni donazione potrà essere portata in detrazione/deduzione fiscale.

I sostenitori del Festival di Pasqua

Il Festival di Pasqua si avvale anche quest’anno del sostegno del Comune di Montepulciano, al quale si aggiungono per la prima volta i contributi del Comune di Cortona e di Banca Mediolanum, oltre alle collaborazioni con la Fondazione Cantiere Internazionale d’Arte, la Europäische Akademie fur Musik und Darstellende Kunst, la Cantina Contucci, la Biblioteca Archivio Piero Calamandrei, i Licei Poliziani, il Rotary International Fellowship of Old and Rare Books, la Società Bibliografica  Toscana, Amnesty International Italia.

Programma completo e maggiori informazioni su www.festivaldipasqua.it e su  www.facebook.com/festivaldipasqua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.