Le Giornate FAI di Primavera in Veneto

logo FAi

24ª EDIZIONE
GIORNATE FAI DI PRIMAVERA
s
abato 19 e domenica 20 marzo 2016
Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica

Oltre 900 visite straordinarie a offerta libera
aperture esclusive e corsie preferenziali per iscritti FAI

 

In Veneto, tra le aperture speciali a Venezia il cinquecentesco Palazzo Corner Mocenigo. A Padova la Scoletta del Carmine; a Noventa Padovana (PD) Villa Todeschini; a Ponte San Nicolò – Roncajette (PD) Villa Da Rio e la Chiesa Parrocchiale di San Fidenzio; a Bergantino (RO) la Chiesa Arcipretale di San Giorgio Martire e il Museo della Giostra. A Bassano del Grappa (VI), sarà esposta, per la Giornata del FAI, la “spada del Brenta”, risalente al XV sec.  A.Ch.; A Conegliano (TV) il giro delle mura sarà occasione di sorprendenti visite eccezionali: A Chioggia (VE), la visita a Palazzo Grassi sarà occasione per visitare esternamente la sede del Centro di Educazione Ambientale e la vicina stazione idrobiologica. Tra Mirano e Zianigo (VE) l’itinerario tiepolesco porterà i visitatori dal Duomo alla chiesa parrocchiale alla villa Bianchini. San Donà di Piave partecipa alle Giornate di Primavera con l’apertura di villa De Faveri. Elenco completo delle aperture sul sito www.giornatefai.it

COMUNICATO STAMPA

È un weekend che non somiglia a nessun altro. E si riconosce subito: centinaia di migliaia di persone escono di casa e occupano l’Italia, scoprendone aspetti inediti e insoliti grazie alla possibilità di conoscere luoghi che non si possono visitare e storie che non vengono mai raccontate. E gli oltre 8.500.000 italiani che hanno partecipato negli anni scorsi conoscono bene le emozioni che si provano solo durante le Giornate FAI di Primavera, la cui 24ª edizione è in programma sabato 19 e domenica 20 marzo 2016.

Oltre 900 visite straordinarie a contributo libero in 380 località in tutte le regioni d’Italia: è il più importante evento di piazza dedicato ai beni culturali, una grande festa che si svolge fuori e dentro di noi. Fuori ci sono i luoghi dove darsi appuntamento per “riconoscersi” e vivere la gioia della cultura, tutti insieme in una serena atmosfera di condivisione. Dentro ci siamo noi, con le nostre storie e con la nostra curiosità a personalizzare ciò che vediamo.

Molte cose non sono le stesse, nei due giorni di aperture eccezionali organizzate dal FAI: gli italiani non si innervosiscono mentre sono in coda in attesa di visitare un luogo, ma ne approfittano per confrontarsi e condividere esperienze; gli adulti non sono coloro che trascinano i giovani, ma al contrario sono i giovani, volontari e Apprendisti Ciceroni del FAI, a guidare gli adulti, accompagnandoli nelle visite e raccontandone le storie. E tanti luoghi si trasformano: da chiusi e invisibili ora si aprono, da ignoti diventano noti e anche quelli che fanno parte della vita di tutti i giorni (stazioni ferroviarie, fabbriche, porti) vengono raccontati e si svelano ricchi di sorprese.

Le Giornate FAI di Primavera sono aperte a tutti, ma un trattamento di favore viene riservato agli iscritti FAI – e a chi si iscrive durante le Giornate – a chi sostiene la Fondazione con partecipazione e concretezza. A loro saranno dedicate visite esclusive, corsie preferenziali ed eventi speciali, perché iscriversi al FAI è un gesto civile e al tempo stesso un beneficio: conviene a se stessi e fa bene all’Italia.

Tra le aperture speciali riservate agli iscritti, a Venezia verrà aperto il cinquecentesco Palazzo Corner Mocenigo, edificato su progetto di Michele Sanmicheli, oggi sede della Guardia di Finanza, dove i visitatori potranno ammirare per la prima volta il nuovo allestimento del percorso di visita del palazzo; Sabato 19, ore 14.00 – 16.00 (ultima visita); Domenica 20, ore 10.00 – 13.00 / 14.00 – 16.00 (ultima visita): ingresso riservato agli Iscritti FAI (solo su prenotazione: delegazionefai.venezia@fondoambiente.it – tel. 329 9203741

Tra le aperture con fascia oraria riservata agli iscritti: A Padova la Scoletta del Carmine (Sabato 19, ore 10.00 – 12.30: ingresso riservato agli Iscritti FAI; Sabato 19, ore 15.00 – 17.30; Domenica 20, ore 14.00 – 17.30: apertura a tutti, solo su prenotazione in loco fino alle ore 16.30. A Noventa Padovana (PD) Villa Todeschini (Sabato 19, ore 15.00 – 17.30; Domenica 20, ore 10.30 – 17.30: ingresso riservato agli Iscritti FAI , solo su prenotazione in loco fino alle ore 16.30). A Ponte San Nicolò – Roncajette (PD) Villa Da Rio (Sabato 19, ore 10.00 – 12.30: ingresso riservato agli Iscritti FAI;  Sabato 19, ore 15.00 – 17.30; Domenica 20, ore 10.00 – 17.30: apertura a tutti solo su prenotazione in loco fino alle ore 16.30); Chiesa Parrocchiale di San Fidenzio (Sabato 19, ore 10.00 – 12.30: : ingresso riservato agli Iscritti FAI, Sabato 19, ore 15.00 – 17.30; Domenica 20, ore 12.00 – 17.30: apertura a tutti, solo su prenotazione in loco fino alle ore 16.30).A Bergantino (RO) Visita alla Chiesa Arcipretale di San Giorgio Martire (Sabato 19, ore 15.00 – 17.00; Domenica 20, ore 14.30 – 17.00: salita al Campanile).

A Bergantino (RO), apre il Museo della Giostra;  A  Bassano del Grappa (VI), sarà esposta, per la Giornata del FAI, la “spada del Brenta”, risalente al XV sec.  A.Ch. A Conegliano (TV) il giro delle mura sarà occasione di sorprendenti visite eccezionali. A Chioggia, la visita a Palazzo Grassi sarà occasione per visitare esternamente la sede del Centro di Educazione Ambientale e la vicina stazione idrobiologica. Tra Mirano e Zianigo (VE) l’itinerario tiepolesco porterà i visitatori dal Duomo alla chiesa parrocchiale alla villa Bianchini. San Donà di Piave partecipa alle Giornate di Primavera con l’apertura di villa De Faveri. A Verona, sulle tracce del Risorgimento, sarà interessante la visita all’Arsenale Austriaco mentre tra Sommacampagna e Custoza, i visitatori potranno entrare nei parchi di ville private, legate alla storia del Risorgimento.   A Vicenza, saranno aperti il Museo della Scienza e della Tecnica I.T.I.S. A.Rossi e l’Istituto Farina, ristrutturato nel 2001, dall’architetto Paolo Portoghesi.  A Belluno, si potrà entrare a villa Vescovile al Belvedere, raramente aperta al pubblico, affrescata da Sebastiano  e Marco Ricci; a Pieve di Cadore, si visiteranno la Magnifica Comunità di Cadorela casa di Tiziano Vecellio l’Oratore. Nel cuore di Treviso, ecco Cà Spineda, sede di Cassamarca. Portogruaro farà conoscere i suoi angoli più suggestivi come palazzo Pari e i Magazzini del Sale oltre all’Oratorio di S. Maria della Pescheria.

Per l’elenco completo delle 900 aperture dal 9 marzo sarà possibile consultare il sito www.giornatefai.it o telefonare al numero 02 467615270. Le versioni i-Os e Android dell’APP FAI saranno scaricabili gratuitamente dagli store di Apple e Google. Facile e intuitiva, l’app geolocalizzata riconoscerà la posizione dell’utente e indicherà la mappa dei luoghi più vicini da visitare. Invitiamo tutti a diffondere in rete la notizia di questo evento che permette di scoprire un’Italia diversa utilizzando gli hashtag #giornatefai e #faicambiarelitalia.

Circa il 40% dei beni aperti sono fruibili da persone con disabilità fisica.

Per il secondo anno consecutivo le Giornate di Primavera chiudono la settimana di raccolta fondi dedicata dalla Rai ai beni culturali in collaborazione con il FAI. Dal 14 al 20 marzo infatti la Rai racconterà luoghi e storie che testimoniano la varietà, la bellezza e l’unicità del nostro patrimonio: una maratona televisiva a sostegno del FAI, per conoscere e amare l’Italia ma soprattutto per promuovere attivamente la partecipazione. Tutti potranno essere protagonisti del grande progetto Insieme cambiamo l’Italia. Ricordiamocelo! inviando un sms o chiamando il 45599. Una settimana in cui ogni giorno ci sarà un motivo in più per sentirsi orgogliosi di essere italiani. Con il Patrocinio di Rai – Segretariato Sociale.

SOSTIENI LA FONDAZIONE

Per il secondo anno consecutivo le Giornate di Primavera chiudono la settimana di raccolta fondi dedicata dalla Rai ai beni culturali in collaborazione con il FAI. Dal 14 al 20 marzo infatti la Rai racconterà luoghi e storie che testimoniano la varietà, la bellezza e l’unicità del nostro patrimonio: una maratona televisiva a sostegno del FAI, per conoscere e amare l’Italia ma soprattutto per promuovere attivamente la partecipazione. Tutti potranno essere protagonisti del grande progetto Insieme cambiamo l’Italia. Ricordiamocelo! inviando un sms o chiamando il 45599. Una settimana in cui ogni giorno ci sarà un motivo in più per sentirsi orgogliosi di essere italiani. Con il Patrocinio di Rai – Segretariato Sociale.

Le Giornate FAI di Primavera, oltre a essere un momento di incontro prezioso ed emozionante tra il FAI e la gente, sono anche un’importante occasione di condivisione degli obiettivi e della missione della Fondazione. Tutti possono dare il loro sostegno attraverso l’iscrizione annuale (vale tutto l’anno per avere sconti, omaggi e opportunità e in occasione delle Giornate FAI di Primavera per visite esclusive e per corsie preferenziali), oppure con un contributo libero, o ancora con l’invio di un SMS solidale al numero 45599, attivo dal 14 al 27 marzo. Si potranno donare 2 euro da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali. Puoi anche donare 2 euro con chiamata da rete fissa Vodafone e TWT oppure 5 o 10 euro con chiamata da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb e Tiscali.

www.giornatefai.it