Euganea Film Festival: cinema, teatro e immersioni nel verde

Si mette in movimento la 19° edizione di Euganea Film Festival. Inaugurazione mercoledì 2 settembre nella Villa Contarini Giovanelli Venier di Vo’ Euganeo con “Passaggi Rurali – racconti tra boschi e argini”, un reading-racconto con l’attrice Sabine Uitz e il naturalista Toni Mazzetti, accompagnati dalle musiche di Francesco GanassinGiovedì 2 settembre ad Arquà Petrarca “Alberi – canto per uomini foglie e radici”: la cantautrice Erica Boschiero e l’attore Vasco Mirandola, con il musicista Sergio Marchesini, tra parole, musica, poesia, renderanno omaggio alla vita degli alberi e alla loro saggezza. Fino a domenica 7 settembre proiezioni e incontri nei luoghi più suggestivi e incantevoli del territorio dei Colli Euganei: Vò, Arquà Petrarca, Este, Monselice, Abano Terme e Montegrotto

Parte all’insegna del green e della riscoperta del rapporto originario tra l’uomo e la natura la 19° edizione di Euganea Film Festival, la manifestazione itinerante tra i comuni del Parco Regionale dei Colli Euganei che porta il cinema nei luoghi più suggestivi e incantevoli del territorio. E sarà un’edizione, nelle parole del nuovo direttore artistico Pier Paolo Giarolo, «lontano dai computer o dai telefoni, con i nostri schermi imbevuti di cielo e di stelle, immersi nel respiro degli alberi».

Toni Mazzetti
Toni Mazzetti

Sarà la Villa Contarini Giovanelli Venier a Vo’ Euganeo ad ospitare, mercoledì 2 settembre, la serata inaugurale, dedicata al territorio rurale e realizzata in collaborazione con il GAL Patavino. Gli ospiti saranno accolti a partire dalle 19.30 da una degustazione dei prodotti enogastronomici del territorio. Alle 20.30 saranno presentati i video del progetto #daiColliallAdige2020, per la promozione del turismo sostenibile nelle aree rurali. I lavori proiettati rappresentano la seconda tappa dell’originale percorso avviato nel 2018 per la costruzione di un racconto per immagini capace di narrare da una prospettiva nuova, storie e bellezze del territorio. “Custodi” è il format pensato per raccontare la Bassa Padovana e i Colli Euganei tramite i protagonisti che vivono questi luoghi; “In viaggio” sviluppa il filone tematico “Antiche Vie della Fede” con un cammino in compagnia della scrittrice e giornalista Alessandra Beltrame che tocca importanti edifici religiosi; “Cartoline” dà, invece, vita a un viaggio itinerante dove il punto di vista è ad “altezza ciclista”. La serata si concluderà con “Passaggi Rurali – racconti tra boschi e argini”, un omaggio alla bellezza portato in scena dall’attrice Sabine Uitz e dal naturalista Toni Mazzetti, accompagnati dalle musiche di Francesco Ganassin. [Serata ad ingresso libero con prenotazione obbligatoria su Eventbrite. In caso di maltempo la serata si svolgerà al Cinema Farinelli, via Antonio Zanchi, 5, Este]

La cantautrice Erica Boschiero e l’attore Vasco Mirandola
La cantautrice Erica Boschiero e l’attore Vasco Mirandola

Giovedì 3 settembre, il Festival entra nel vivo con una tappa alla Cantina Terra Felice di Arquà Petrarca (PD) con le prime due proiezioni che apriranno il Concorso Internazionale: “Quello che verrà è solo una promessa” di Flatform, che tratta di un fenomeno ambientale, conseguenza del surriscaldamento del mare, che sta avvenendo nell’isola di Funafuti, nell’arcipelago di Tuvalu. A seguire la breve animazione “Traces” di Hugo Frassetto e Sophie Tavert Macian, un maestro e il suo giovane allievo, il difficile e avventuroso passaggio all’età adulta di quest’ultimo, alle prese con feroci animali preistorici. Evento della serata sarà, alle 21.00, lo spettacolo “Alberi – canto per uomini foglie e radici”. La cantautrice Erica Boschiero sempre attenta con le sue canzoni alle tematiche ambientali, e l’attore Vasco Mirandola con la sua visione poetica del teatro, insieme al fisarmonicista Sergio Marchesini, si sono incontrati accomunati dal comune bisogno di allontanarsi dai rumori e dalle sirene, dalle parole che non dicono. Si sono messi in cammino, sono andati a trovare gli alberi, che hanno radici e sanno guardare il mondo dall’alto, per chiedere aiuto, per accorciare la distanza tra terra e foglia, per ritrovare il ritmo del mondo. Gli alberi, questi esseri silenziosi che ci accompagnano nella vita, ci proteggono, si prendono cura di noi senza chiedere nulla in cambio, hanno molto da dire se li stai ad ascoltare. [Biglietto: 6 euro, prevendita consigliata su Eventbrite]

Blüte, Raito Low (animazione, Taiwan, 2020)
Blüte, Raito Low (animazione, Taiwan, 2020)

Venerdì 4 e sabato 5 settembre l’appuntamento con Euganea Film Festival sarà ad Este. Il tema della serata di venerdì, nella cornice del Chiostro di San Francesco, sarà affrontato con il documentario “Sheep Hero” di Ton van Zantvoort, che racconta la storia di un pastore contemporaneo che non si rassegna ai cambiamenti del proprio tempo. L’introduzione del film, in proiezione, alle 21.00, sarà a cura di Legambiente e del Caseificio Morandi. A partire dalle 20.00 si assisterà in apertura due animazioni: “Blüte” di Raito Low un omaggio ai fiori e al tempo stesso alla freschezza del primo amore, e “Machini” di Frank Mukunday and Tétshim, un breve racconto della triste evoluzione dell’uomo a causa delle macchine e della meccanizzazione. A seguire, il cortometraggio documentario “Fat Kathy” di Julia Pelka ci racconta dell’interdipendenza dell’uomo con altri organismi viventi.  

Anche quest’anno il Festival riserva uno spazio dedicato ai più piccoli: sabato 5 settembre dalle 15.00 alle 16.00 presso il Cinema Farinelli di Este appuntamento con Kids in Nature, una selezione di corti di animazione che ha per protagonisti gli animali perché la passione per la natura e l’animazione inizia da piccoli. [Ingresso gratuito]

La giornata proseguirà presso i Giardini di Este. Dalle 16.00 alle 17.30, sempre per bimbi e per famiglie, ci sarà Giardini Tattiliuna visita speciale ai Giardini di Este, in compagnia della guida turistica Alice Cavatton, alla scoperta di tante storie delle mura ma anche delle piante del giardino. Durante la visita i bambini raccoglieranno materiale naturale per costruire il proprio “giardino tattile”. [Ritrovo al Cinema Teatro Farinelli. Per bimbi dai 5 anni e famiglie. Biglietto 5 euro]

Altra camminata speciale, ma per gli adulti, sarà Il Valore degli Alberi, dalle 17.00 alle 18.00, in compagnia di Lucio Montecchio, professore di patologia vegetale, esperto di alberi e piante, nonché membro della giuria del Festival, che guiderà alla scoperta delle piante che abitano il parco. [Ritrovo ore 17:00 all’ingresso principale dei Giardini di Este. Ingresso gratuito]

Il pomeriggio ai Giardini si concluderà con un momento musicale all’ora aperitivo: Shovi Shuva (Folake Oladun e Monique Mizrahi) si esibiranno in un repertorio tropicale, sambando dall’afro-samba di Baden Powell e Vinicius De Moraes alla bossa nova di Joao Gilberto, ai pezzi originali di Hit-Kunle e Honeybird.

Amazonia Undercover, Estêvão Ciavatta (documentario, brasile 2020)
Amazonia Undercover, Estêvão Ciavatta (documentario, brasile 2020)

Questo sabato intenso proseguirà poi alle 20.30 al Chiostro San Francesco con due proiezioni: il cortometraggio documentario “Beyond the Glacier” di David Rodríguez Muñiz, che affronta il tema del conflitto idrico in Asia Centrale; alle 20.50 il documentario “Amazonia Undercover” di Estêvão Ciavatta, immergerà il pubblico nella foresta amazzonica raccontando il movimento guidato dal capo indigeno Munduruku Juarez Saw, per salvare la foresta dal land grabbing e dalla deforestazione illegale. Il film sarà presentato da Lucio Montecchio, docente di Patologia vegetale presso l’Università di Padova, e da Martina Sartori di WWF Vicenza – Padova.

La giornata di domenica 6 settembre inizia a Monselice, a Villa Pisani, sede dell’Associazione Euganea Movie Movement. Alle 17.00 si terrà la premiazione del video vincitore del bando Memorie Euganee, un bando di concorso indetto da Progetto Giovani di Monselice, in collaborazione con Euganea Movie Movement, Opificio Lamantini Anonimi e il collettivo veneziano Ri-Prese, che ha visto coinvolti alcuni giovani creativi e videomaker nella sfida di promuovere con un linguaggio contemporaneo il primo archivio digitale della memoria collettiva della bassa padovana (www.memorieeuganee.it), con foto e video dal dopoguerra fino agli anni ’80. A seguire, Sara Fgaier, membro della giuria del Concorso Internazionale di EFF, incontrerà i presenti e introdurrà la proiezione del suo ultimo cortometraggio Gli anni, realizzato con materiale di archivio.

The County, Grímur Hákonarson (fiction, islanda 2019)
The County, Grímur Hákonarson (fiction, islanda 2019)

Domenica 6 offre anche la possibilità di immergersi nella natura con A piedi sul Monte Alto, una passeggiata sul monte più comunemente conosciuto come il monte di Villa Draghi, a Montegrotto Terme, accompagnati dalle guide di Coop. A perdifiato. [Partenza dal Rustico di Villa Draghi, costo 5€; info prenotazioni: info@aperdifiato.com]

La serata prosegue a Montegrotto, presso il Rustico di Villa Draghi a partire dalle 20.00, e sarà l’occasione per conoscere il terzo dei giurati di Euganea Film Festival, il regista Martin Prinoth, che racconterà al pubblico la propria idea del cinema attraverso la proiezione di un breve estratto del film “666 Room” del suo insegnante Wim Wenders. A seguire, le proiezioni di due corti di animazione: “Windshriek” di Frédéric Doazan e “Imbued Life” di Ivana Bošnjak e Thomas Johnson, che in due modi molto diversi ci parlano del mondo naturale. A conclusione della settimana verrà proiettato il film The County di Grímur Hákonarson, che ci porta in un remoto villaggio dell’Islanda, dove la protagonista si ribella contro la potente cooperativa agricola locale dopo la misteriosa morte del marito.

Per informazioni:
www.euganeafilmfestival.it
info@euganeafilmfestival.it
0429 74309

Scarica il comunicato
Accedi alla cartella stampa