Alla cerimonia dei Nobel con Laura Curino e Massimiano Bucchi

 

In concomitanza con l’assegnazione dei premi Nobel in Svezia, Laura Curino porterà in scena per Musikè, venerdì 20 ottobre alle ore 21.00, al Teatro Ballarin di Lendinara (RO), “La solitudine del premio Nobel la sera prima della cerimonia”, divertimento teatrale per voce femminile di Massimiano Bucchi. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria sul sito www.rassegnamusike.it

Laura Curino per Musikè

Laura Curino, venerdì 20 ottobre ore 21.00, Teatro Ballarin di Lendinara (RO)

Riprendono nel mese di ottobre gli appuntamenti nel rodigino con la sesta edizione di Musikè, rassegna itinerante promossa e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo.

Venerdì 20 ottobre alle ore 21.00 andrà in scena al Teatro Ballarin di Lendinara (RO) La solitudine del premio Nobel la sera prima della cerimonia, divertimento teatrale di Massimiano Bucchi, sociologo della scienza e divulgatore scientifico che collabora con i principali quotidiani italiani.

Il monologo sarà affidato alla voce e alla presenza scenica di Laura Curino, oggi la più importante autrice e attrice italiana del teatro di narrazione. Interprete di numerosi spettacoli di successo, Laura Curino ha ottenuto i più importanti riconoscimenti in ambito teatrale, lavorando con registi come Ivana Ferri, Gabriele Vacis, Cristina Pezzoli, Alessandro D’Alatri, Luca Micheletti.

Lo spettacolo e la data sono stati scelti appositamente da Musikè per portare in teatro l’atmosfera che circonda i premi Nobel, i più prestigiosi premi scientifici del mondo, che proprio in questi giorni vengono assegnati in Svezia. Massimiano Bucchi, che per l’occasione sarà presente in sala, è anche autore del libro Come vincere un Nobel, appena pubblicato da Einaudi: un percorso originale e affascinante per comprendere il ruolo sociale della scienza attraverso le storie e i personaggi che hanno segnato il premio più famoso e ambito.

Massimiano Bucchi, foto

,Massimiano Bucchi autore di
“Come vincere un Nobel” (Einaudi)

La “solitudine” del titolo della pièce non è, tuttavia, quella del vincitore del premio, bensì quella di sua moglie, dal momento che lo scienziato, ricevendo la notizia del conferimento del Nobel, muore d’infarto. Poiché il premio ormai è stato annunciato, la signora Mara si trova costretta a sostituire il professore nella tradizionale cerimonia di Stoccolma e nel discorso ufficiale. A Stoccolma, in una lussuosa stanza d’albergo, Mara si prepara sull’articolo scientifico per cui il marito ha ricevuto il premio. Ma scopre un errore, nascosto nelle pieghe dello studio. Che fare? Confessare tutto e rinunciare al premio, danneggiando così la memoria del consorte? O sperare che l’attento uditorio di Stoccolma non si accorga dello sbaglio?

Musikè tornerà in provincia di Rovigo venerdì 10 novembre (non venerdì 3 novembre come da calendario iniziale) al Teatro Balzan di Badia Polesine (RO), con una straordinaria prima nazionale che vedrà l’attrice Stefania Rocca impegnata negli Esercizi di stile di Raymond Queneau. Patrizia Bettotti al violino, Giampiero Sobrino al clarinetto e Andrea Dindo al pianoforte accompagneranno i giochi di parole esilaranti e spericolati del testo con il commento musicale dei grandi autori del Novecento francese.

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria sul sito www.rassegnamusike.it

Per informazioni:
tel. 345 7154654
info@rassegnamusike.it
www.rassegnamusike.it

 

Condividi