Tra genio e follia arriva a Musikè “La musica dei matti”

23 novembre 2013 ore 21,00
Trecenta (RO), Teatro Comunale “Ferruccio Martini”

LA MUSICA DEI MATTI
David Riondino voce e chitarra
Mirko Guerrini sassofono
Mirio Cosottini tromba
Fosco D’Amelio testi e regia

Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

Per informazioni:
www.rassegnamusike.it

tel. 345 7154654

Tra genio e follia arriva a Musikè “La musica dei matti”

Il linguaggio della parola e quello della musica si intrecciano per raccontare con la scherzosa follia di David Riondino le gesta più curiose di personaggi antichi e moderni

Ultimo tra gli appuntamenti di Musikè per la sezione dedicata al teatro, sabato 23 novembre alle ore 21.00 arriva al Teatro Comunale “Ferruccio Martini” di Trecenta (Rovigo) La musica dei matti, uno spettacolo in cui l’eclettico attore-autore-cantautore David Riondino e lo scrittore Fosco d’Amelio ripercorrono le gesta e le follie di personaggi antichi e moderni, accompagnati dai ritratti sonori eseguiti dal vivo dai jazzisti Mirko Guerrini e Mirio Cosottini. Ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria.

Due gallerie intrecciate: una galleria di parole, interpretata da David Riondino e scritta da Fosco d’Amelio, per narrare le gesta e le follie di personaggi storici e personaggi moderni; una galleria di note, costruita con la tecnica dei ritratti sonori, ideata e sviluppata dal vivo da Mirko Guerrini, sassofono, e Mirio Cosottini, tromba, per raccontare quelle stesse gesta e quelle stesse follie attraverso un metodo unico di “descrizione musicale”. Uno spettacolo che nasce da alcune questioni tanto note quanto mai chiarite: se il genio e la follia siano espressione di peculiarità uniche o di comuni forme di disagio; oppure se, come osservava Schopenhauer, il genio e il folle condividano un destino di diversità dal resto della società che spesso li condanna a difficoltà di integrazione e di comunicazione.

Quali le risposte? Si può tentare di vedere, attraverso la musica, l’anima di chi ha scelto di entrare nell’olimpo dei geni o nell’inferno dei folli. Uno spettacolo che toccherà in modo ironico il tema della malattia mentale, intrecciando un percorso verbale e un percorso musicale e facendo da contraltare scherzoso allo spettacolo di Giulia Lazzarini, Muri prima e dopo Basaglia, che Musikè ha ospitato a maggio. Guerrini e Cosottini svilupperanno dal vivo la tecnica dei ritratti sonori di personaggi noti: a ogni ritratto sonoro sarà associato un ritratto in rima, scritto da Fosco d’Amelio e interpretato da David Riondino.

La tecnica dei “ritratti sonori” nasce dalla collaborazione tra Mirko Guerrini e Mirio Cosottini. Si tratta di fissare delle coordinate a seconda della fisiognomica e del segno zodiacale del soggetto da ritrarre, per poi associare quelle stesse coordinate alle note scegliendo tra le combinazioni possibili all’interno del circolo tonale. Si otterrà dunque una cellula melodica di 5 note, che sarà la linea portante su cui eseguire l’improvvisazione.

I posti a sedere prenotati saranno garantiti fino a un quarto d’ora prima dell’inizio dello spettacolo. Raccomandiamo pertanto la puntualità.

Musikè tornerà venerdì 6 dicembre per l’ultimo appuntamento della rassegna. A Rovigo, presso il Tempio della Beata Vergine del Soccorso (La Rotonda), si esibiranno l’Orchestra e il Coro del Conservatorio “Pollini” di Padova, in un programma con musiche di G. Martucci, C. Pollini, O. Respighi, J. Brahms e R. Zandonai.

Biografie

David Riondino è un comico, musicista e attore italiano. Personalità eclettica e originale nel mondo dello spettacolo italiano degli anni ’80 e ’90, ha con il cinema un rapporto occasionale ma non banale. Esordisce con una piccola parte in Maledetti vi amerò (1980) di Marco Tullio Giordana, ma si fa notare soprattutto nel film-manifesto della nuova comicità italiana di derivazione cabarettistica Kamikazen – Ultima notte a Milano (1988) di Gabriele Salvatores. Recita poi in Cavalli si nasce (1989) di S. Staino, La cattedra (1990) di M. Sordillo e Troppo sole (1993) di G. Bertolucci. Il teatro diventerà presto la sua attività principale a cominciare da Romanzo picaresco (1989) e dall’esperienza con Paolo Rossi in Chiamatemi Kowalski e La commedia da due lire (1990). Gli ultimi spettacoli realizzati da Riondino rappresentano sempre di più la scelta di un teatro all’insegna della commistione di generi fra poesia, satira, testi classici più o meno noti e musica dal vivo. Dal 2003 è direttore artistico di “ Teatro all’improvviso” presso il Teatro delle Rocce di Zavorrano e del “Fossombrone Teatro Festival”. Dal 2006 è direttore artistico del Francigena Festival e sempre nel 2006 ha fondato “L’Accademia dell’Ottava”, progetto che ha come obiettivo il recupero della tradizione orale toscana.

Fosco d’Amelio, geologo, è autore, insieme a Rosaria Parretti, del varietà musicale Il Dottor Djembè, con Stefano Bollani e David Riondino, in onda su Radio 3, e della sua versione televisiva Buonasera Dottor Djembè, realizzata per RAI 3. Di recente è stato tra gli autori di Sostiene Bollani, in onda su RAI 3. Svolge attività teatrali per detenuti (carcere di Ranza, San Gimignano) e divulgazione scientifica sul rischio geologico nelle scuole (Napoli, Empoli, Fucecchio).

Mirko Guerrini è un sassofonista, compositore e arrangiatore italiano di musica jazz. Ha all’attivo 6 dischi come solista e leader di formazioni jazz e guida tutt’oggi il quintetto Cirko Guerrini e il Triodegradabile, oltre ad essere solista stabile nel nuovo quintetto di Stefano Bollani I Visionari. Fra le sue collaborazioni più note figurano quelle con Billy Cobham, Mark Feldman, Brian Auger, John Taylor, John Etheridge, Paul McCandless, Caetano Veloso, Enrico Rava, Peter Erskine, Petra Magoni (in Musica Nuda), Riccardo Morpurgo, Massimo Altomare. È docente all’Istituto Superiore di Studi Musicali “P. Mascagni” di Livorno e Adjunct Fellow e Teaching Associate alla Sir Zelman Cowen Music School della Monash University di Melbourne.

Mirio Cosottini si interessa da molti anni di improvvisazione e di musica jazz. Suona regolarmente nel progetto “Le Fanfole” di Stefano Bollani, con il quale ha collaborato per la trasmissione radiofonica Doctor Djembè e per la registrazione del cd di Bobo Rondelli Disperati, Intellettuali, Ubriaconi. Ha collaborato con numerosi altri musicisti italiani e stranieri, sia come esecutore che come produttore (Alessio Pisani, Ares Tavolazzi, Stefano Battaglia, Mirko Guerrini, Monica Demuru, Andrea de Luca, Zeena Parkins, Frank Shulte, Werner Puntigam). Ha suonato in formazioni strumentali da camera e orchestrali classiche (Orchestra Giovanile Italiana), anche sul versante della musica contemporanea (Fulvio Caldini, Maurizio Ben Omar, Oliviero Lacagnina, Vinko Globokar, Bruno de’ Franceschi, Elliott Sharp).

Musikè 2013 è promosso e organizzato da
Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo

www.rassegnamusike.it – info@rassegnamusike.it
www.facebook.com/rassegnamusike
tel.  345.7154654

Ideazione e coordinamento
Alessandro Zattarin
Comunicazione

Roberto Fioretto
Supervisione

Alessandra Veronese

Progetto grafico
Metropolis ADV

Consulenza per la classica
Mario Giovanni Ingrassia
Consulenza per il jazz

Giuseppe “Momo” Mormile
Consulenza per il teatro e la danza

Claudio Ronda