Secondo appuntamento a Padova con i film della 28. Settimana Internazionale della Critica

LA REGIONE DEL VENETO PER IL CINEMA DI QUALITA’
IL DECENTRAMENTO DEI FILM DELLA
SETTIMANA INTERNAZIONALE DELLA CRITICA NELLE CITTÁ DEL VENETO

23 settembre – 07 ottobre 2013
Cinema d’essai di Padova, Rovigo, Belluno, Vicenza, Asiago, Treviso, Verona

Secondo appuntamento a Padova con i film della 28. Settimana Internazionale della Critica della Mostra del Cinema di Venezia.

Lunedì 30 settembre al Multisala Astra in via Tiziano aspetti alle 20.30 proiezione a 5 euro del film “Zoran, il mio nipote scemo”, alla presenza del regista Matteo Oleotto, dello sceneggiatore Marco Pettenello e degli attori Giuseppe Battiston e Roberto Citran.

Matteo Oleotto “Zoran, il mio nipote scemo”

Tornano lunedì 30 settembre al Multisala Astra di via Tiziano Aspetti due film presentati ques’anno alla  28. Settimana Internazionale della Critica della Mostra del Cinema di Venezia. Grazie alla collaborazione tra Regione del Veneto, il Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e la Federazione Italiana Cinema d’essai delle Tre Venezie, dal 23 settembre al 7 ottobre, si è rinnovato, infatti, anche quest’anno, il decentramento delle opere proposte nella sezione Settimana Internazionale della Critica della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Nelle principali sale cinematografiche d’essai nelle province del Veneto aderenti alla Fice verranno proiettati ad ingresso gratuito o a prezzo ridotto opere di registi esordienti altrimenti difficilmente visibili ma di inconfutabile e certa qualità.

Alle 20.30 il Multisala Astra di Padova proietterà, con biglietto 5 euro, l’opera vincitrice del Premio del Pubblico RaroVideo per il miglior film della 28. Settimana Internazionale della Critica: “Zoran, il mio nipote scemo” (Italia, Slovenia 2013, 106′ ) del regista italiano Matteo Oleotto, che sarà presente in sala insieme allo sceneggiatore Marco Pettenello e agli attori Giuseppe Battiston e Roberto Citran. Paolo, quarant’anni, inaffidabile e dedito al piacere del buon vino, vive in un piccolo paesino vicino a Gorizia. Trascina le sue giornate nell’osteria del paese e si ostina in un infantile stalking ai danni dell’ex-moglie. Un giorno, inaspettatamente, si palesa suo nipote Zoran, uno strano sedicenne cresciuto sui monti della Slovenia. Paolo dovrà prendersi cura del ragazzino e ne scoprirà una dote bizzarra: è un vero fenomeno a lanciare le freccette. Questa per Paolo è l’occasione giusta per prendersi una rivincita nei confronti del mondo.

Basato su una vicenda realmente accaduta nel 1974 è il film “Las niñas Quispe” di Sebastián Sepúlveda (“Le ragazze Quispe”, Cile, Francia, Argentina 2013, 83′), ad ingresso gratuito, sempre Multisala Astra,  lunedì alle ore 22.30 Le sorelle Justa, Lucia e Luciana Quispe conducono una vita solitaria sull’altopiano cileno allevando capre. Un visitatore porta loro notizia di una nuova legge che potrebbe stravolgere il loro stile di vita: questo fatto le porterà a mettere in discussione la loro stessa esistenza e le trascinerà inesorabilmente verso una fine tragica. Il film si è aggiudicato il Premio per la migliore fotografia della 28. Settimana Internazionale della Critica alla Mostra del Cinema di Venezia,  assegnato a Inti Briones.

L’iniziativa, inserita nel progetto La Regione del Veneto per il Cinema di Qualità, intende, perseguire l’obiettivo di contribuire alla diffusione della cultura cinematografica, di promuovere il cinema dei registi più giovani, di permettere la visione di importanti opere ad un pubblico più vasto di quello che partecipa alla vetrina lidense, con un’iniziativa che si è affermata negli anni come uno degli appuntamenti più attesi dal pubblico.

Per informazioni
FICE Tre Venezie

Piazza Insurrezione n. 10 – Padova
Tel. 049 8750851 – 8753141
Fax 049 8751440
fice3ve@agistriveneto.it