QUALE PADOVA? Idee per una rinascita

Venerdì 15 dicembre alle ore 15.00, presso l’auditorium del Centro Culturale San Gaetano di Padova, via Altinate 7, si terrà il convegno a partecipazione internazionale e locale sul futuro di Padova, organizzato da GIShub, dell’Università di Padova, con il patrocinio tra gli altri del Comune di Padova, dell’Ordine degli Architetti e Paesaggisti, dell’Ordine degli Ingegneri, dall’ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) Provinciale e dall’ANCE Giovani Veneto.

QUALE PADOVA?
Idee per una rinascita

Padova assieme ai Comuni della cintura urbana è a tutti gli effetti un’area metropolitana che ha le caratteristiche per fare un salto di qualità e proiettarsi in una dimensione europea, riscoprendo le proprie vocazioni e potenzialità.

La nuova Amministrazione dovrà quindi rinnovare gli strumenti di governo del territorio per favorire estese iniziative di recupero e rigenerazione fisica, sociale, economica e funzionale, per migliorare l’intero tessuto urbano sia centrale che periferico.

Nel convegno vari esperti presenteranno sia le linee strategiche e le visioni future, sia gli strumenti idonei a realizzarle. Si tratta di un’occasione fondamentale per riflettere sullo sviluppo della città, mettendo in campo esperienze, professionalità e idee innovative per centrare l’obbiettivo di migliorare la vita degli abitanti.

Il convegno si svolgerà con la partecipazione del Sindaco di Padova, Sergio Giordani, che ha caldamente sostenuto questa iniziativa culturale e del Consigliere Antonio Foresta, presidente Commissione Urbanistica di Padova.

Nelle parole di Antonio Foresta, quello di venerdì vuole essere «solo l’inizio di un cammino di lavoro tra le forze politiche, economiche, culturali e sociali di Padova per dare un futuro certo e di qualità migliore alla nostra città. Un percorso che si ispira ai principi che in Europa sono diventati punti di riferimento irrinunciabili per le politiche urbane sostenibili.»

I lavori saranno coordinati da Fabio Amato, avvocato esperto di Urbanistica.

La relazione introduttiva è affidata a João Nunes, noto architetto del paesaggio portoghese che ha condotto a termine progetti in tutto il mondo, il quale parlerà delle sue esperienze internazionali di rigenerazione urbana.

 La prima relazione sarà tenuta da Giulio Muratori, architetto e attivo membro del FAI che tratterà del valore della bellezza, seguirà Corrado Poli, scrittore ed editorialista, che proporrà un nuovo approccio alla politica della mobilità e Michele Culatti, valutatore ambientale, che parlerà della stretta connessione tra urbanistica e sicurezza.

Seguiranno Francesca Peroni e Massimo de Marchi i quali affronteranno il tema del consumo di suolo e partecipazione e Samantha Graci presenterà le problematiche degli edifici a consumo zero.

Dopo una pausa si proseguirà con gli interventi di Marco Furlan in rappresentanza dell’ANCE provinciale e di Giovanni Prearo dell’ANCE Giovani Regionale, che delineeranno le problematiche del loro settore e, dopo il dibattito pubblico, i lavori saranno conclusi dal Vicesindaco e Assessore all’Urbanistica Arturo Lorenzoni.

Infine è previsto uno spazio conviviale, dove poter proseguire in modo informale le discussioni aperte.

Ingresso libero e gratuito

Condividi