Primo appuntamento a Vicenza con la rassegna Veneto Film Tour

Martedì 14 aprile, alle 21, al Cinema Araceli di Vicenza, primo appuntamento vicentino con la rassegna cinematografica Veneto Film Tour. Il giovane regista padovano Anush Hamzehian presenterà al pubblico i suoi ultimi due documentari: “L’Accademia della Follia” e “Après“.

Primo appuntamento a Vicenza con “Veneto Film Tour” rassegna cinematografica promossa dalla Regione del Veneto, dalla Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) delle Tre Venezie, dall’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie in collaborazione con l’Associazione Cinerama.

Accademia della Follia (Anush Hamzehian)

Martedì 14 aprile alle ore 21.00 al Cinema Araceli di Vicenza il giovane regista padovano Anush Hamzehian presenterà al pubblico i suoi ultimi due documentari: “L’Accademia della Follia” (Documentario, Francia, 52′) e “Après” (Documentario, Francia, 38′).

“L’Accademia della Follia” testimonia l’ultimo mese di prova che precede una prima nazionale della compagnia omonima, un progetto teatrale e culturale nato negli anni ’70 all’interno dell’ex ospedale psichiatrico di Trieste, nel periodo in cui le sue mura venivano abbattute da Franco Basaglia. Ad oggi la Compagnia, costituita da persone affette da problemi psichiatrici, ha messo in scena numerosi spettacoli originali, portati in tour in Italia e all’estero. Il regista segue Dario, Charlie, Donatella, Claudio, Pino e altri lungo la preparazione del nuovo spettacolo, “Obelix e Asterix”, andato in scena al Rossetti di Trieste.

«L’Accademia della Follia – spiega il regista Anush Hamzehianè un branco di talenti. Quegli attori, quei corpi, quei gesti, quel modo di gestire il teatro, non si può riassumere parlando d’arte. Perché in qualche modo è come avessero inventato un modo, faccio fatica a definirlo in un’altra maniera, per solleticare il vostro cervelletto. È una faccenda di cervelletto insomma. E di pancia. ».

Aprés (Anush Hamzehian)

La seconda opera in programma, “Après”, segue il fotografo Vittorio Mortarotti, nella ricerca di una ragazza di nome Kaori attraverso la regione del Giappone sconvolta due anni prima dallo tsunami. Una ricerca personale che si incontra con i resti di una tragedia collettiva.

«Vittorio – racconta il regista – ha ritrovato nel 2012 delle lettere datate 1999, indirizzate al fratello, Stefano. Erano delle lettere d’amore, di un amore adolescenziale, dolci e banali al tempo stesso. Le scriveva Kaori Waidde, dal Giappone, da una periferia di Tokyo. Poi Stefano è morto e Kaori ha continuato a scrivere per qualche mese, stupendosi probabilmente che non ci fosse risposta alle sue lettere. Nel 2013 Vittorio ha deciso di partire per il Giappone. Voleva fare un parallelo, attraverso le sue foto, tra la tragedia collettiva dello tsunami del 2011 e la tragedia privata che lo concerneva. E, alla fine del suo viaggio, sperava di ritrovare Kaori, di cui aveva solo un indirizzo del 1999. Ho trovato che questa storia fosse degna di un film e l’ho raccontata con Après».

Alla proiezione sarà presente il regista. Biglietto d’ingresso 3 euro.

Il programma della rassegna è disponibile sui siti www.venetofilmtour.it e www.spettacoloveneto.it.

Per informazioni
info@venetofilmtour.it

Fice Tre Venezie
Tel. 049 8750851 – 8753141
fice3ve@agistriveneto.it

www.spettacoloveneto.it

PROFILO

Anush Hamzehian (1980) è un regista italo-iraniano che vive e lavora a Parigi. Negli ultimi anni per France Télévision, la televisione nazionale francese, ha realizzato i documentari Après (2015), L’Accademia della Follia (2015), Les enfants de l’Odyssée (2012), Le Jardin des Merveilles (2010) e La main et la voix (2009).