Opera Foyer chiude la stagione con un viaggio dall’Italia alla Spagna del Seicento

opera foyer

Sabato 2 aprile ore 17.30
Padova Teatro Verdi

Spanish Caravan.
Viaggio in duo dall’Italia del ‘600

Simone Vallerotonda, tiorba e chitarra
Gabriele Miracle, percussioni

Musiche di Kapsperger, Foscarini, de Murcia, Corbetta, Bartolotti.

Biglietti in vendita presso la biglietteria del Teatro Verdi
oppure on line www.teatrostabileveneto.it
www.amicimusicavenezia.it

Opera Foyer chiude la stagione con un viaggio dall’Italia alla Spagna del Seicento

Sabato 2 aprile alle 17.30 ultimo appuntamento al Teatro Verdi di Padova con Opera Foyer. Simone Vallerotonda, tiorba e chitarra e Gabriele Miracle alle percussioni proporranno un viaggio musicale che partendo dalla Roma del Seicento giungerà fino in Spagna attraverso le musiche di Kapsperger, Foscarini, de Murcia, Corbetta, Bartolotti.

Un viaggio musicale nel Seicento, come metafora della vita, con le sue soste, i suoi cambi di rotta, le sue sorprese. Questa la proposta di sabato 2 aprile alle 17.30 per l’ultimo appuntamento di Opera Foyer, rassegna ideata dagli Amici della Musica di Venezia in collaborazione con Comune di Padova, Regione del Veneto e Teatro Stabile del Veneto.

Simone Vallerotonda alla tiorba e chitarra e Gabriele Miracle alle percussioni ricostruiranno un viaggio fantastico che, partendo da Roma, attraversa l’Italia del ‘600 dominata da spagnoli e francesi, ricca di tradizioni popolari e “nuove mode” musicali. Destinazione: la Spagna. Con le musiche di Kapsperger, Foscarini, de Murcia, Corbetta e Bartolotti, i due mondi si intrecceranno e dialogheranno tra loro attraverso improvvisazioni su passacaglie, ciaccone travolgenti, toccate rapsodiche, correnti e gagliarde virtuose le quali scandiscono il ritmo del viaggio.

Un ricercare curioso, divertente ma anche impegnato, quale quello che ha contraddistinto tutti gli appuntamenti e le discussioni che ne sono seguite nello stile di Opera Foyer. Una rassegna di successo che, da novembre 2105 ad aprile 2016, ha sempre registrato il tutto esaurito.

Biglietti
Intero € 10,00
Ridotto € 8,00 (abbonati stagione di prosa 2015.16)

I Biglietti in vendita presso la biglietteria del Teatro Verdi oppure on line www.teatrostabileveneto.it

Per informazioni
Amici della Musica di Venezia
info@amicimusicavenezia.it +39 3287372286
www.amicimusicavenezia.it

PROFILI

Simone Vallerotonda. Nato a Roma nel 1983 ha iniziato gli studi musicali sulla chitarra moderna. Affascinato dalla musica antica ha intrapreso lo studio del liuto con Andrea Damiani al Conservatorio “Santa Cecilia” di Roma, dove si è diplomato col massimo dei voti. Ha successivamente conseguito il diploma di Master su Tiorba e Chitarra barocca con il massimo dei voti presso la “Staatliche Hochschule für Musik” di Trossingen, sotto la guida di Rolf Lislevand. Potsdam, Festival di Bruges, Festival di Utrecht, Festival Hactus Humanus Danzig, Festival OperaRara Kracow, Poznan Festival Baroque e presso prestigiose sale da concerto e teatri come la Wigmore Hall di Londra, l‟Auditorium de Espinho, Vlamsee Opera di Gent e Anversa, il Teatro Municipal de Santiago del Chile, l‟Accademia Nazionale “S. Cecilia” di Roma, la Salle Poirel Nancy, Casa da Musica di Oporto, la Herkulessal di Monaco, l‟Accademia Filarmonica Romana, la Philarmonic Concert Hall di Lodz, l‟Aula Magna dell‟Università “La Sapienza” di Roma, il Theater an der Wien.

Ha registrato per importanti emittenti radio e televisive quali: RAI, BBC, Mezzo, France Musique, Radio4, Arte, Polskie Radio, Kulturradio, RSI, Radio Classica, Radio Vaticana e ha inciso per Naïve, Sony, Erato, EMI, Amadeus, Brilliant, Aparthé, E Lucevan Le Stelle Records, Tesori Musicali di Roma. Oltre alla sua attività di solista, collabora come continuista con vari ensembles tra cui: Modo Antiquo, Les Ambassadeurs, Academia Montis Regalis, Silete Venti!, Il Pomo d‟Oro. Aperto alla sperimentazione e a nuovi linguaggi collabora con l‟ensemble Soqquadro Italiano. Nel 2014 fonda “I Bassifondi”, ensemble con cui propone il repertorio per Chitarra, Tiorba e Liuto del ‘600 e ‘700 con il basso continuo. Insegna Liuto presso il Conservatorio “L. Refice” di Frosinone, con una cattedra a progetto e Chitarra barocca presso il Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna.

Gabriele Miracle Come percussionista ha collaborato tra gli altri con Orchestra Verdi di Milano, Ensemble Micrologus, i Turchini di Toni Florio, Pino de Vittorio, Angelo Branduardi, Concerto Romano di Alessandro Quarta, Private Musike di Pierre Pitzl, Magdalena Kozena, I Barocchisti di Diego Fasolis, Cecilia Bartoli, Soqquadro Italiano. In qualità di polistrumentista, compositore e arrangiatore collabora dal 2007 con il coreografo belga-marocchino Sidi Larbi Cherkaoui per gli spettacoli Myth, Babel, Play e 4D. Collabora inoltre con i coreografi Damien Jalet ed Iris Bouche. Scrive musiche per il teatro, collaborando tra gli altri con Lina Wertmuller. Nel 2012 pubblica il suo primo lavoro discografico “L’argento e la magia” prodotto da Lilli Greco.

PROGRAMMA

Hieronimus Kapsperger (1580-1651)
Libro IV d’intavolatura di chitarone, Roma 1640
Preludio – Toccata II arpeggiata – Sfessania – Passacaglia

Giovanni Paolo Foscarini (1621-1649)
Li cinque libri della chitarra spagnola, Roma 1640
Tastegiata detta la Feretti – Corrente – Aria di Firenze per la A e C

Santiago de Murcia (1673-1739)
Codex Saldivar, Città del Messico 1730
Cumbées – Gagliarda

Francesco Corbetta (1615-1681)
Varii capricii per la ghittara spagnuola, Milano 1649
Folias

Angelo Michele Bartolotti (?-1682)
Secondo libro di chitarra, Roma 1655
Passacaglia per la D

 Francesco Corbetta (1615-1685)
Varii scherzi di sonate per la chitara spagnola, Bruxelles, 1648
Passacaglia per la X

Santiago de Murcia (1673-1739)
Codex Saldivar, Città del Messico 1730
Zarambeques o Muecas – Menuet y Ayre allegro – Jacaras – Folias Gallegas – Tarantelas