Musikè da Rossini a Rota

Da Rossini a Rota.
Il quintetto di fiati dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale
di Santa Cecilia
e della Royal Concertgebouw Orkest a Musikè

Venerdì 26 ottobre 2018 alle ore 21, presso il Teatro Filarmonico di Piove di Sacco (PD), la rassegna itinerante promossa e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo ospiterà il concerto di un quintetto di fiati composto da cinque musicisti italiani che fanno parte di due tra le più prestigiose orchestre europee: l’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e la Royal Concertgebouw Orkest di Amsterdam. In programma musiche di Rossini (nei 150 anni dalla morte), Ibert, Rota e Gershwin.

Il quintetto di fiati dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e della Royal Concertgebouw Orkest a Musikè

Il quintetto di fiati dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e della Royal Concertgebouw Orkest a Musikè

Il programma di ottobre della rassegna itinerante Musikè, promossa e organizzata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, offre al pubblico, venerdì 26 ottobre 2018 alle ore 21 presso il Teatro Filarmonico di Piove di Sacco (PD), l’imperdibile concerto di un quintetto di fiati in cui si esibiranno cinque musicisti italiani (Andrea Oliva al flauto, Francesco Di Rosa all’oboe, Calogero Palermo al clarinetto Andrea Zucco al fagotto, Guglielmo Pellarin al corno) che fanno parte dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia di Roma e della Royal Concertgebouw Orkest di Amsterdam. L’idea del quintetto è quella di ricreare con questa piccola ma eterogenea formazione la ricchezza dei timbri orchestrali e delle esperienze raccolte nelle più importanti sale del mondo, lasciando spazio anche alle forti personalità individuali.

La serata si aprirà con un lungo omaggio a Gioachino Rossini in occasione dei 150 anni dalla morte: accanto al Quintetto per fiati n. 6 verranno eseguiti alcuni tra i suoi capolavori più amati, dalle ouvertures della Cenerentola e dell’Italiana in Algeri al Pot-pourri fantastico sul Barbiere di Siviglia, un’irresistibile rivisitazione dei temi più celebri dell’opera, firmata da Giulio Briccialdi.

Dal teatro d’opera al cinema: protagonisti della seconda parte del concerto saranno due compositori che, pur avendo legato il proprio nome al mondo della settima arte, vantano una ricca produzione anche al di fuori dello schermo. Ecco allora che l’elegante scrittura dei Trois pièces brèves di Jacques Ibert si incontrerà con la Petite offrande musicale, piccolo gioiello di Nino Rota. La serata si concluderà con una scelta di brani da Porgy and Bess, capolavoro di George Gershwin.

Lo spettacolo è a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria a partire dal 16 ottobre sul sito www.rassegnamusike.it

Per informazioni
tel. 345 7154654
info@rassegnamusike.it
www.rassegnamusike.it

Condividi