Musica, Conversazioni & Aperitivo con Amici OPV e FAI

“Musica, Conversazioni & Aperitivo”

a cura di Associazione Amici OPV e Fai Delegazione di Padova.
Casa della Rampa
Via Arco Vallaresso 32 – Padova
4 , 11 , 18, 25 settembre 2014 – ore  18.00

La suggestiva corte trecentesca, racchiusa dai due lati di partenza del Traghetto che collegava il Palazzo Carrarese con Castelvecchio, fra via Arco Vallaresso e via Accademia,  farà da cornice alla terza edizione di “Musica, Conversazioni & Aperitivo”, ciclo di conferenze e musica curato dall’Associazione Amici OPV e dal Fai Delegazione di Padova in collaborazione con l’Associazione Veneta Amici della Musica.

Un luogo di Padova non ancora molto noto agli stessi cittadini padovani vi accoglierà per questa rassegna, organizzata per far conoscere la nostra città e giovani musicisti, poco noti al grande pubblico, che collaborano con l’Orchestra di Padova e del Veneto.

Tre sono gli incontri che avranno luogo nel mese di settembre, il giovedì a partire dalle 18.00.

Apre “Musica, Conversazioni & Aperitivo”, giovedì 4 settembre, l’architetto padovano Enrico Pietrogrande, che ci descriverà l’opera di Quirino de Giorgio l’architetto che meglio seppe interpretare l’architettura fascista in Veneto, lasciandone un’impronta significativa nel territorio. Negli anni Trenta De Giorgio realizzò numerosi interventi nell’ambito dei programmi di sviluppo rurale dell’epoca fascista, destinati alla demolizione dei casoni, considerati malsani, sostituiti da nuove abitazioni per i contadini nei Borghi Rionali, oltre ai Centri Rionali di via Moro e via Giordano Bruno (Padova). Del dopoguerra, tra tutte le sue opere, ricordiamo i cinema Altino e Quirinetta.

Tra un racconto e l’altro la violinsta Tiziana Lafuenti, anch’essa padovana, eseguirà la Sonata n.1 per violino solo in sol minore BWV 1001 di Johann Sebastian Bach e due capricci tratti dai 24 capricci per violino solo op.1 di Nicolò Paganini.

Al termine, un aperitivo permetterà al pubblico di commentare insieme ai protagonisti la serata.

Gli incontri a Casa dei Carraresi sono un’occasione imperdibile per trascorrere il pomeriggio  in una Padova poco conosciuta dedicata agli “Amici” e a tutti coloro che desiderano diventarlo.

Prossimi appuntamenti, giovedì 11 settembre con l’architetto Claudio Grandis, sul tema della Villa Veneta e Sofia Garzotto e le sue percussioni,  e giovedì 18 settembre con l’architetto Giovanni Furlan, che parlerà di architettura contemporanea a Padova.

In caso di maltempo l’appuntamento sarà annullato.

Ingresso limitato a massimo 60 persone.

Ingresso € 10,00
Ridotto per iscritti FAI e Amici OPV € 5,00.

Per informazioni
Associazione Amici OPV
Casa della Rampa Carrarese
Via Arco Vallaresso 32
35139 PADOVA
amici@opvorchestra.it
cell: 348-5337860

L’Associazione Amici dell’Orchestra di Padova e del Veneto si propone di affiancare e sostenere in tutte le sue iniziative l’Orchestra di Padova e del Veneto, diffondendone la conoscenza e l’opera e promuovendone lo sviluppo attraverso la valorizzazione della cultura musicale.

Il FAI dal 1975 opera per la gente e con la gente con l’impegno di tutelare e valorizzare il patrimonio d’arte e il paesaggio italiano, oltre a educare e sensibilizzare la collettività, vigilare e intervenire sul territorio, organizzato in 108 delegazioni presenti su tutto il territorio nazionale.

Enrico Pietrogrande, architetto ed ingegnere laureato rispettivamente a Venezia e a Padova, ha approfondito in particolare la tesi delle origini dell’orientamento ecologico nell’architettura del moderno in Germania e in Italia (dottorato di ricerca in ingegneria edilizia e territoriale, Bologna, 2001). Dal 2001 al 2003 si è occupato dell’architettura INA Casa negli anni della ricostruzione post bellica (borsa di studio post dottorato). Dal 2004 è ricercatore universitario presso il dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale dell’università di Padova. Interessato in particolare al tema di ricerca costituito dal rapporto tra progetto e storia in architettura, è autore del saggio “L’opera di Quirino De Giorgio (1937-40). Architettura e classicismo nell’Italia dell’Impero” (Franco Angeli Editore, 2011) e curatore del volume “Trentaquattro case del fascio. Settant’anni dopo” (Marsilio Editore, 2014).

Tiziana Lafuenti, violinista, ha iniziato lo studio del violino all’età di 6 anni e si è diplomata col M° Enrico Rebellato nel settembre 2013 al Conservatorio Pollini di Padova. Ha partecipato a varie masterclasses con i violinisti Sonig Tchakerian, Massimo Quarta, Ivry Gitlis, Marco Rizzi e Stefano Pagliani. Ha suonato in numerosi concerti con le Orchestre del Conservatorio dei Pollicini e dell’Estro Armonico e con ensemble musicali diretti dal M° S. Balestracci e dal M° P. Faldi esibendosi anche come solista e violino di spalla. Attualmente fa parte dell’orchestra Bottega Tartiniana del M° Piero Toso, diretta dal M° Giovanni Battista Rigon, e come spalla dei secondi violini, dell’Orchestra Sperimentale  Studentesca di Padova con la quale nel Maggio 2014 ha partecipato a una masterclass per orchestra col M° Hans Michael Beuerle. Da febbraio 2014 collabora con l’OPV (Orchestra di Padova e del Veneto) e tra l’altro recentemente ha eseguito con essa la Sesta e la Nona Sinfonia di Beethoven, con i maestri Gábor Takács-Nagy, Zsolt Hamar e Giampaolo Bisanti.