L’Ottava e la Terza Sinfonia di Beethoven chiudono la XXI edizione di “Musica in villa”

musica in villa BANNER PRP

Giovedì 28 luglio alle ore 21.00 a Villa Mosconi Bertani ad Arbizzano di Negrar (VR) appuntamento conclusivo con “Musica in Villa 2016. Beethoven in Valpolicella”: l’Orchestra di Padova e del Veneto, diretta da Marco Angius, eseguirà la Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93 e la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 “Eroica” di Beethoven.

Giunge al termine la XXI edizione di “Musica in Villa 2016”, rassegna promossa dall’Associazione Magnifica Comunità della Valpolicella e da Gabrielli Editori con il sostegno logistico della Pro Loco di San Pietro in Cariano.

Orchestra di Padova e del Veneto

Orchestra di Padova e del Veneto

Giovedì 28 luglio alle 21.00, nella settecentesca Villa Mosconi Bertani nel comune di Negrar in località Novare (VR), l’Orchestra di Padova e del Veneto, diretta da Marco Angius concluderà il ciclo “Beethoven in Valpolicella” eseguendo la Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93 e la Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 “Eroica” di Beethoven.

Dopo gli sfoghi pazzi della Settima sinfonia, con la Sinfonia n. 8 in fa maggiore op. 93 (1814) Beethoven torna ad un equilibrio formale che non si avvertiva, nella sua produzione sinfonica, dai tempi della Prima. È quasi un ritorno di classicismo, ma vissuto ora in modo molto più consapevole: assunto insomma come scelta, anziché come indirizzo estetico obbligato. È un brano musicale dai toni felici, meno dominato da riferimenti extramusicali rispetto alle opere precedenti, e orchestrato con raffinatezza haydniana. Un’opera in cui, comunque, vivono alcune delle innovazioni portate da Beethoven al genere sinfonico, come il grande peso dato al finale e la ripresa del “trio” alla fine del terzo movimento.

Marco Angius

Marco Angius

A confronto con questa sinfonia rigorosa e astratta, della Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 detta “Eroica” (1805) risalta ancora di più la fortissima connotazione visuale e narrativa. Composta pensando alla figura di Napoleone Bonaparte, che per Beethoven, come per Hegel, incarnava lo spirito del tempo (uno spirito rivoluzionario, democratico), questa sinfonia è una celebrazione della storia come epos del presente. La narrazione avviene in modo non lineare, per flashback e fughe in avanti, e sembra concepita come un commento ad immagini invisibili, ma certo vivide nella mente degli ascoltatori. E infatti questa è la più cinematografica delle sinfonie di Beethoven: funziona quasi come una colonna sonora. È così dal primo movimento, quasi una sigla costruita intorno al motivo semplicissimo dell’attesa di qualcosa di grandioso (anche se, nello sviluppo, fa capolino – fuori dalla coppia di temi principali – un “tema” dolce, che sembra esprimere ciò che tutti in fondo ci si augura da una rivoluzione: quanto sarà felice, dopo, la vita!), fino all’ultimo tempo, in cui al posto della forma-sonata  viene adottata la forma delle variazioni: una successione in alternanza di quadri molto diversi, che fa di questo movimento un tentativo di conciliare, anziché una coppia, una pluralità di opposti – le tensioni e le contraddizioni di un’intera stagione storica.

In caso di maltempo i concerti si terranno presso la Pieve di San Giorgio a S. Ambrogio di Valpolicella.

“Musica in Villa” è realizzato grazie al sostegno di numerose realtà locali e nazionali: Valpolicella Benaco Banca, Fondazione Cattolica Assicurazioni, Colorificio Casati, Chiarini Automazioni srl, Sistema Marmo Italia, Tenute Salvaterra, Relais Villa Selle, Villa Mosconi Bertani/Tenuta Santa Maria, FAI Veneto e Fondazione Antonveneta.

BIGLIETTI:

– Intero € 15, due o più persone € 12,50 cad.- Ridotto giovani € 8 (fino a 25 anni)

– Ridotto in convenzione € 10 (soci Pro Loco Valpolicella, abbonati 2015/2016 Amici della Musica di Verona)

– Ridotto “speciale famiglia” € 30 (per i nuclei familiari composti da due adulti con un massimo di tre ragazzi fino a 18 anni)

In vendita online sul sito www.opvorchestra.it (limitatamente ai biglietti interi) o al botteghino di ciascuna sede a partire da un’ora prima dell’inizio dei concerti.

È possibile prenotare i posti presso lo IAT Valpolicella telefonando allo 045 7701920. I biglietti dovranno essere ritirati entro le ore 20.45 di ciascuna serata.

INFORMAZIONI:
IAT Valpolicella – Tel. 0457701920 e-mail info@valpolicellaweb.it
Gabrielli Editori, S. Pietro in Cariano – Tel. 045 7725543 e-mail scrivimi@gabriellieditori.it
Fondazione Orchestra di Padova e del Veneto – Tel. 049 656848-656626 e-mail info@opvorchestra.it