L’opera filosofica di Dino Formaggio raccontata dai suoi allievi e colleghi: Massimo Cacciari, Giangiorgio Pasqualotto e Oddone Longo.

L’opera filosofica di Dino Formaggio raccontata dai suoi allievi e colleghi: Massimo Cacciari, Giangiorgio Pasqualotto e Oddone Longo.

Venerdì 31 ottobre, alle 10.30 all’Aula Magna del Bo’ ultima delle quattro giornate di studio dedicate alla figura intellettuale, umana e civile di Dino Formaggio. Massimo Cacciari e Giangiorgio Pasqualotto, allievi di Formaggio, e Oddone Longo, suo collega all’Università di Padova, ne illustreranno il pensiero filosofico ed estetico. Martedì 2 novembre visita guidata al Museo di Arte contemporanea (MAC) “Dino Formaggio” curata da Museo di Arte contemporanea (MAC).

Si conclude venerdì 31 ottobre a partire dalle 10.30 all’Aula Magna del Bo’ all’Università di Padova il ciclo di conferenze, organizzate in collaborazione con il Dipartimento di Filosofia, Sociologia, Pedagogia e Psicologia Applicata (FISSPA), dedicate a mettere in luce i diversi aspetti dell’attività filosofica e al percorso artistico di Dino Formaggio di cui si celebra quest’anno il centenario dalla nascita.

Relatori della giornata di Studio “Il filosofo Dino Formaggio: pensiero ed azione”, moderata dal Professor Marco Almagisti -docente di Scienza politica dell’Università di Padova e membro del Centro Interdipartimentale di ricerca e servizi «Giorgio Lago»- saranno due celebri “ex allievi” di Dino Formaggio. Il filosofo Massimo Cacciari che ripercorrerà “Il pensiero di Dino Formaggio nella Filosofia del Novecento”, Giangiorgio Pasqualotto, Professore Ordinario di Estetica dell’Università di Padova che terrà una relazione dedicata a “Dino Formaggio e la fenomenologia della tecnica artistica”; Interverrà, inoltre Oddone Longo, Professore Emerito dell’Università di Padova, collega di Dino Formaggio all’Università, con cui condivise alcune scelte progressiste al Senato accademico ai tempi in cui entrambi insegnavano presso l’Università di Padova. Longo affronterà il tema “Dino Formaggio: l’intellettuale e l’uomo”.

Il Ciclo di Conferenze dedicate a Dino Formaggio rientra nel più generale progetto dedicato al Centenario della nascita del Filosofo (Milano, 28 luglio 1914 – Illasi, 6 dicembre 2008) e al rilancio del Museo di Arte contemporanea (MAC) del Comune di Teolo, all’interno del quale è allestita la mostra “L’Arte il senso di una vita: disegni – acquerelli – oli – sculture” dedicata alle opere realizzate da Dino Formaggio nel corso della sua vita, e mai esposte prima d’ora. Realizzata dall’Amministrazione comunale di Teolo, in collaborazione con la famiglia Formaggio, rappresentata dal Garante Daniele Formaggio, l’esposizione, allestita dall’artista Raffaella Surian nei nuovi spazi museali realizzati su un progetto dell’architetto Giulio Muratori, resterà aperta fino al 2 novembre In occasione della giornata di chiusura della mostra, alle ore 17.00 avrà luogo l’ultima visita guidata, curata da Sergio Giorato, Direttore Artistico del Museo. 

Il progetto complessivo è stato reso possibile grazie al sostegno economico della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, della Regione del Veneto, della Fidia Finanziaria e dell’Azienda Etra – Energia Territorio Risorse Ambientali Spa.

Per informazioni
Comune di teolo – Ufficio Cultura
tel. 049 9998530 – 8545
istruzione@comune.teolo.pd.it
cultura@comune.teolo.pd.it
www.museodinoformaggio.it

PROFILI

Massimo Cacciari. Filosofo, docente e uomo politico è stato professore di Estetica, deputato del PCI e sindaco di Venezia. Attualmente insegna Pensare filosofico e metafisica presso la Facoltà di Filosofia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Ha ricevuto numerosi premi e riconoscimenti internazionali tra cui il premio Hannah Arendt per la filosofia politica (1999) e quello dell’Accademia di Darmstadt per la diffusione della cultura tedesca all’estero (2002). Tra le sue opere recenti: I comandamenti. Io sono il Signore Dio tuo, Il Mulino, 2010; I comandamenti. Ama il prossimo tuo, con E. Bianchi, Il Mulino, 2011; Doppio ritratto. San Francesco in Dante e Giotto, Adelphi, 2012; Il potere che frena, Adelphi, Milano, 2013.

Oddone Longo, è professore emerito dell’Università di Padova, dove ha svolto l’intera sua carriera accademica, insegnando Letteratura greca, Storia della lingua greca e Storia del pensiero scientifico. È dal 2003 Presidente dell’Accademia Galileiana di Scienze lettere ed arti in Padova; è Socio effettivo dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti e corrispondente dell’Accademia dei Concordi di Rovigo. Presidente dell’Associazione culturale Homo Edens, attiva nel campo della storia dell’alimentazione e della cultura del cibo, ed è Condirettore della rivista bimestrale “Padova e il suo territorio”. Dalla sua duplice esperienza di filologo e di storico della scienza è nato recentemente il volume pubblicato presso l’Istituto Veneto di SS.LL.AA., Saperi antichi. Teoria ed esperienza nella scienza dei Greci. Fra sue pubblicazioni si segnalano: L’universo dei Greci. Attualità e distanze, Venezia, Marsilio 2000 (finalista Premio Viareggio 2001), Georg Trakl. 108 poesie, Torino, Genesi editrice 2004; Studi galileiani, Padova, Esedra 2004. Scienza, Mito, Natura. La nascita della biologia in Grecia, Milano, Bompiani 2006; Galileo Galilei. L’uomo che contava le stelle, Padova, Meridiano zero 2009. Società e cultura del mondo antico, Padova, Poligrafo 2011.

Giangiorgio Pasqualotto è Professore Ordinario di Estetica dell’Università di Padova. Tra i suoi studi si ricordano: Avanguardia e tecnologia, Roma 1971; Teoria come utopia, Verona 1974; Storia e critica dell’ideologia, Padova 1978; Saggi di critica, Padova 1980; Pensiero negativo e civiltà borghese, Napoli 1981; Saggi su Nietzsche, Milano 1988; Il tao della filosofia. Corrispondenze tra pensieri d’Oriente e d’Occidente, Parma 1989; L’estetica del vuoto. Arte e meditazione nelle culture d’Oriente, Venezia 1992. È stato tra i fondatori, a Venezia, dell’Associazione Maitreya per lo studio della cultura buddhista.