L’Imbalsamatore. Monodramma giocoso da camera

 

Lezioni di Suono in Sala dei Giganti
Giorgio Battistelli per la terza edizione

L’Imbalsamatore. Monodramma giocoso da camera

interpretato
da Riccardo Massai e dall’Orchestra di Padova e del Veneto
diretta da Marco Angius

 

Giorgio Battistelli

Giorgio Battistelli

Scavare nel sottosuolo del presente, mettervi radici per trarne nuove sintesi del presente e nuove «utopie» del futuro. È il ruolo che Giorgio Battistelli si propone per il suo teatro musicale, che accoglie l’umano nella sua immediatezza, nel suo caos e nella sua follia. È un lavoro animato dalla consapevolezza che teatro e musica vivono di imperfezione, e che non è possibile comunicare senza accogliere nell’opera gli eccessi e gli squi libri del mondo. Così, dopo l’indagine sull’ira, l’orgoglio e la mestizia del trionfo condotta nell’incontro dello scorso 4 aprile a confronto con il linguaggio umanissimo e irrigoroso di Monteverdi, nel corso della seconda Lezione di Suono di martedì 24 aprile l’attenzione si sposterà sul potere coercitivo del Simbolico e sulla fragilità delle sue controfigure in carne ed ossa. L’opera presentata, L’Imbalsamatore. Monodramma giocoso da camera, sarà interpretata dall’attore Riccardo Massai e dall’Orchestra di Padova e del Veneto diretta da Marco Angius; la regia è dello stesso Battistelli.

Il protagonista de L’Imbalsamatore, tratto da un dramma di Renzo Rosso, è il dottor Aleksej Miscin, incaricato della conservazione della salma di Lenin. Le spoglie del Capo hanno bisogno di interventi periodici affinché non si corrompano, e Miscin decide di sperimentare una nuova sostanza che ritiene destinata a conferir loro un aspetto particolarmente “vivente”. Ma la sua vita personale sta andando a rotoli, la moglie Irina lo tradisce con un ballerino, e lui, mentre lavora, si ubriaca di birra e vodka e si abbandona a considerazioni amare e irriverenti sulla vita e sul comunismo, senza accorgersi che il miscuglio che sta somministrando alla salma mentre le racconta le sue disgrazie in verità la sta distruggendo. Quando quel che resta di Lenin si sgretola in un mucchietto di sabbia, Miscin prende l’estrema decisione e si appresta a sostituirgli il suo stesso corpo, iniettandosi il liquido di imbalsamazione. Si completa così la sua identificazione con il corpo simbolico del Capo, un processo sotterraneo che aveva infuso di sé tutto lo sviluppo precedente dell’opera.

L’Orchestra di Padova e del Veneto

Il teatro musicale, ama dire Battistelli citando Dahlhaus, è l’unica forma che può sopportare il miscuglio, il kitsch ma non la purezza dello stile. E infatti, sul piano musicale, L’Imbalsamatore è una formidabile sintesi di soluzioni diverse, far-fetched, che tuttavia si fondono in un unico arco formale. Il protagonista non è un cantante ma un attore; l’ensemble mescola archi e ottoni gravi, tastiere elettroniche e apparecchiature digitali. Il materiale musicale, che ora inclina verso stilemi operistici, ora richiama l’armamentario sonoro sovietico, e include suoni provenienti dalla musica leggera, si agglomera una sorta di magma da cui – come nell’inconscio – sembrano affiorare per frammenti tutti i flussi contraddittori del presente. Uno stile che si allontana dalla ricerca accademica e scende a rispecchiarci, a parlarci della realtà che ci circonda, a coinvolgerci ed emozionarci.

Le Lezioni di Suono si terranno alle ore 17.30 nella splendida cornice della Sala dei Giganti in Piazza Capitaniato. Nello stesso giorno alle ore 10.30 verrà proposta un’anteprima riservata alle scuole superiori, dal titolo evocativo Prima del Suono; l’iniziativa, che ben si sposa con la vocazione didattica di Battistelli, nasce per offrire la possibilità agli studenti di confrontarsi da vicino con il compositore, ponendogli domande e interagendo in modo diretto con lui e con la sua musica.

Biglietti

Lezioni di Suono

Interi € 8, ridotti € 3 (studenti e giovani Under35), acquistabili online sul sito opvorchestra.it (solo biglietti interi); a partire da una settimana prima di ciascun appuntamento presso Gabbia (via Dante, 8) o il giorno stesso dalle ore 16.30 al botteghino della Sala dei Giganti.

Prima del Suono

Biglietto unico 3€, acquistabile il giorno stesso dalle ore 10.00 al botteghino della Sala dei Giganti.

Info
T 049 656848-656626
info@opvorchestra.it
www.opvorchestra.it

Condividi