“Libri e Nuvole” di Pier Paolo Giarolo a Vicenza per Veneto Film Tour

 

“Libri e Nuvole” di Pier Paolo Giarolo a Vicenza per Veneto Film Tour

Lunedì 28 aprile alle 20.00 al Cinema Odeon di Vicenza, secondo appuntamento con la Rassegna Veneto Film Tour. Il regista Pier Paolo Giarolo  presenterà al pubblico il documentario  “Libri e Nuvole” dedicato alle biblioteche rurali del Perù.

In uno sperduto villaggio delle Ande Peruviane una ragazzina sta aspettando da giorni l’arrivo dei nuovi libri che una bibliotecaria trasporta a piedi, sulle proprie spalle. Le Biblioteche Rurali del Perù sono formate da poche decine di libri che una volta letti vengono scambiati fra le comunità. Messaggio e messaggero viaggiano insieme, in un paesaggio primordiale a pochi passi dalle nuvole; i libri camminano come camminano le persone.

Documento di questa attività, in cui “leggere la terra, camminarla e conoscerla è il miglior modo per amarla e rispettarla”, è l’opera “Libri e Nuvole” (Documentario, Italia, Francia 2013 85’) di Pier Paolo Giarolo che lunedì 28 aprile alle 20.00 verrà presentato al pubblico vicentino al Cinema Odeon di Vicenza, in occasone del secondo appuntamento con Veneto Film Tour, rassegna promossa dalla Regione Veneto e dall’associazione Veneto Film Festival, con la collaborazione della Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) e dell’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie

«Un film sull’esperienza delle biblioteche rurali implica un messaggio – spiega il regista Pier Paolo GiaroloSe si rimane uniti è possibile fare qualcosa. Leggere un libro non è solo immagazzinare conoscenza, è liberare saggezza. Quando facciamo nostro un libro, lo “incorporiamo” come un seme, come una fonte; grazie a un libro ci sono persone che hanno imparato a cucinare, a tessere e combinare colori, a curarsi, a difendere i propri diritti. Ho voluto mostrare questa connessione forte fra lettura e pratica, non leggere tanto per leggere ma leggere come fosse un esercizio agricolo».

Pier Paolo Giarolo (Argentina, 1970) dopo il diploma in pianoforte apre un’officina grafica e intraprende il viaggio nel mondo del documentario. Ottenuta la licenza di cinemambulante cerca di imparare questo mestiere con vaghi propositi di rigore ed eleganza. Negli ultimi anni ha lavorato come direttore della fotografia per documentari italiani e francesi. Tra i suoi precedenti lavori si ricordano Il capodanno di Nis (2009), Tradurre (2008), Un piccolo spettacolo (2005).

Il prossimo appuntamento a Vicenza sarà martedì 6 maggio, al Leone XIII, con “Vivo e veneto” di Francesco Bovo e Alessandro Pittoni e “Il pane a vita” di Stefano Collizzolli.

Promossa dalla Regione Veneto e dall’associazione Veneto Film Festival, con la collaborazione della Federazione Italiana Cinema d’Essai (FICE) e dell’Associazione Generale Italiana dello Spettacolo (AGIS) delle Tre Venezie, la rassegna Veneto Film Tour si pone l’obbiettivo di promuovere e distribuire opere cinematografiche realizzate da autori veneti, prodotte da case di produzione venete o che abbiano un qualche legame stretto con il territorio regionale.  Dal 2 aprile al 13 maggio Veneto Film Tour porterà nei cinema d’Essai di Padova, Este, Vicenza, Verona, Venezia, Rovigo, Belluno e Treviso, nove film per sedici serate di proiezioni alla presenza dei registi.

Alle proiezioni saranno presenti i registi. Biglietto d’ingresso 3 euro

Il programma della rassegna è disponibile sul sito www.venetofilmfestival.it

Per informazioni
info@venetofilmfestival.it