L’arte, il senso di una vita. Disegni, acquarelli, oli e sculture di Dino Formaggio artista

Progetti per il CENTENARIO della nascita di Dino FORMAGGIO
e RILANCIO DEL MUSEO di Arte contemporanea del Comune di Teolo

“L’arte, il senso di una vita.
Acquarelli, oli e sculture di Dino Formaggio artista”

Teolo, Palazzetto dei Vicari, 20 Settembre – 2 Novembre 2014

Per scaricare le immagini: www.studiopierrepi.it/dino-formaggio-gallerie-fotografiche/

Si inaugura Sabato 20 Settembre a Teolo, alle ore 18.00, presso lo storico Palazzetto dei Vicari il primo evento programmato per celebrare il centenario della nascita del filosofo Dino Formaggio. La rassegna propone una serie di disegni, acquarelli, oli e sculture del Filosofo, fino ad oggi conservati presso la sua dimora di Illasi (VR) e dunque sconosciuti al pubblico, che saranno esposti a Teolo grazie alla disponibilità della famiglia, della moglie Adriana Zeni e dei figli Daniele (che riveste anche il ruolo di Garante delle donazioni esposte al Museo), Diana e Damiano.

L’evento è promosso dal Comune di Teolo, Assessorato alla Cultura, che si è fatto promotore di un progetto culturale ad ampio respiro che prevede, tra le cose più significative oltre alla mostra, anche  la elaborazione di strumenti didattici di lettura del Museo, la predisposizione di un portale Internet dedicato al Museo e alla figura del Filosofo; la realizzazione di una serie di “Giornate di studio” sull’eredità culturale di Formaggio in collaborazione con l’Università di Padova, che cominceranno il 29 Settembre prossimo; il riallestimento secondo percorsi tematici del Museo di arte contemporanea a far data dal 18 Aprile 2015; una mostra dedicata all’attività di insegnante elementare svolta da Formaggio nei primi anni Trenta nella scuola elementare di Motta Visconti (Milano), dal 21 marzo al 12 Aprile 2015.

Le opere d’arte che saranno esposte all’interno del Museo di Arte contemporanea del Comune di Teolo  rappresentano un unicum nella storia della cultura nel senso che offrono le immagini che un filosofo, tra i più importanti della filosofia italiana del secondo Novecento, ha elaborato per rappresentare  nella concretezza del fare artistico alcuni dei vertici più significativi del suo pensiero.  Le immagini esposte, infatti, partono raccontando la sua vicenda personale ed umana, i suoi ricordi dell’infanzia – nei paesaggi di Marzio o Borgio Verezzi, nei ritratti dei genitori o dei piccoli alunni della povera scuola elementare di Motta Visconti (la sua prima esperienza in cattedra) – per arrivare alle figure simboliche del suo discorso filosofico, come il “Prometeo” che sottrae il fuoco agli dei per donarlo agli uomini, o il “Don Chisciotte” che, lancia in resta, combatte contro ogni ingiustizia. Queste figure, dunque oltre e al di là del valore artistico, rappresentano anche la traduzione visiva dei temi più profondi del suo impegno morale e filosofico.

Sono opere assolutamente originali, che consentono di “vedere” la filosofia, che traducono nella materia formata dalla intelligenza delle mani la speculazione filosofica. Ora questa mostra propone un “caso culturale”, quello di un filosofo che non solo esprime ma realizza immagini che “sono” il suo pensiero.

Il progetto complessivo ha ottenuto il sostegno economico della Regione del Veneto e della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Altri sostegni economici sono pervenuti grazie alla sensibilità culturale e all’impegno della Fidia Fin Spa, dell’Azienda Etra – Energia Territorio Risorse Ambientali Spa – Target Due – Tecnologie per comunicare. La manifestazione ha inoltre ottenuto il patrocinio della Provincia di Padova, della Camera di Commercio di Padova e dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Padova (Ministero della Pubblica istruzione).

Il catalogo e la mostra sono curati da Sergio Giorato, Direttore Artistico del Museo; l’allestimento è a cura di Raffaella Surian, artista attiva a Milano e originaria di Teolo. Il catalogo, con contributi di Stefano Annibaletto, Gabriele Scaramuzza, Adriana Zeni Formaggio, è edito dalle Edizioni Arti Grafiche Antiga e distribuito su tutto il territorio nazionale.

orari di apertura
dal martedì al venerdì 15 – 19, le mattine su appuntamento;
sabato e domenica 10 – 13, 15 – 19;
giorno di chiusura: lunedì.

Entrata libera

Per informazioni
MAC Dino Formaggio

Palazzetto dei Vicari, Via Molare 1 – 35037 Teolo (PD)
tel: 049 9998530
www.museodinoformaggio.it