La Mostra del Giappone raddoppia

GIAPPONE. DAI SAMURAI A MAZINGA
con Hokusai, Hiroshige e Utamaro

LA MOSTRA DEL GIAPPONE RADDOPPIA

Valanga di prenotazioni a Casa dei Carraresi
Deciso dagli organizzatori il prolungamento fino al 31 maggio

Dopo la prima settimana di apertura, la Mostra “Giappone, dai Samurai a Mazinga” incontra talmente il favore del pubblico da convincere gli organizzatori a raddoppiarne il tempo di apertura e prolungare gli orari nelle giornate di domenica, lunedì, martedì e mercoledì in cui la chiusura serale avverrà alle 22.00, mentre giovedì e venerdì si manterrà l’orario di chiusura alle 19.00 e il sabato alle 20.00.

Non si tratta di una proroga, ma di un prolungamento di oltre tre mesi. Nella prima settimana di apertura sono stati oltre 3.000 i visitatori, in crescita esponenziale.

Già nel primo week end (11-13 ottobre) l’afflusso è stato notevole tanto da far decidere un prolungamento della data di chiusura prevista originariamente al 22 febbraio 2015. Soprattutto le numerosissime richieste di prenotazioni di gruppi arrivate nei primi giorni di apertura da parte di agenzie e associazioni da tutto il territorio nazionale – circa 20 mila -, hanno convinto gli organizzatori a rivederne la durata per esaudire quanti hanno espresso il desiderio di venire a conoscere il Giappone a Casa dei Carraresi in particolare con la prossima primavera portando quindi il tempo di apertura dai 4 mesi previsti a oltre 7 mesi.

Tra le novità già riscontrabili nella prima settimana di apertura, la grande presenza di giovani e giovanissimi. Sono particolarmente i quarantenni, con famiglia, a visitare la mostra per conoscere il fascino di questa cultura raffinata e particolare, resa attraverso i 511 reperti selezionati con cura e ricercati nei musei e nelle collezioni private – le armature dei Samurai; le stampe Ukiyo-e e le conturbanti Shunga; le maschere; i costumi del Teatro Nō; i paraventi decorati in oro e per rivivere la nostalgia della adolescenza contrassegnata dall’arrivo in Italia dei famosissimi Manga con i primi Anni Ottanta: da Goldrake a Mazinga; da Lady Oscar a Sailor Moon.

Un ottimo lavoro narrativo realizzato dai curatori ADRIANO MÀDARO e FRANCESCO MORENA, e sostenuto da un sapiente allestimento proposto dagli architetti Marco Sala e Giovanna Colombo che ha restituito il clima di questa affascinante cultura, dal momento in cui gli eventi della sua storia hanno sancito l’apertura all’Occidente, nel 1868, quando infatti il Giappone destituiva l’ultimo shogun Tokugawa, restituiva il potere al giovane imperatore Meiji (1852-1912) e rivelava la sua cultura millenaria, frutto di una particolarissima.

Una mostra, dunque, che incontra un pubblico trasversale per l’approccio completo e originale con il quale viene raccontata la storia di questo enigmatico paese, i cui numeri sorprendono.

Sparso su 6852 isole nell’Oceano Pacifico, il Giappone comprende 8 regioni geografiche; si posiziona come la 10° nazione più popolosa al mondo con 130 milioni di abitanti su un’estensione di 372.824 chilometri quadrati. 108 i vulcani attivi tra i quali il Monte Fuji, cima più alta del Giappone con i suoi 3.776 metri di altezza.

Insomma tutto il Giappone della storia e dell’immaginario collettivo, che spazia appunto dai Samurai alle Geishe, alla Cerimonia del Té, alla paziente cultura del Bonsai, alla Festa dei Ciliegi in fiore, all’Ikebana, all’incanto ipnotico del teatro Kabuki, del teatro , sino al fascino esercitato dalla pittura giapponese sui grandi movimenti pittorici europei, l’Impressionismo e l’Espressionismo, basti citare tra tutti Van Gogh e Monet. In mostra vi sono anche le due stampe di Hiroshige che furono modello per Van Gogh, il quale le copiò a testimonianza del suo apprezzamento per l’arte giapponese. Accanto a queste opere vi sono anche le riproduzioni degli originali custoditi al Museo Van Gogh di Amsterdam.

Info e prenotazioni:
Tel. 0422 513150

www.giapponedaisamuraiamazinga.com

Organizzazione e Segreteria
SIGILLUM

Via Fonderia, 49 – 31100 Treviso. Tel. 0422.424390

segreteria@sigillum.it
www.laviadellaseta.info