La Fondazione festeggia la Pasqua a Rovigo con i Solisti Veneti

I Concerti di Pasqua della Fondazione

5 aprile 2013 ore 21.00
Duomo di Santa Sofia, Lendinara (RO)
CONCERTO DI PASQUA
I Solisti Veneti
diretti da Claudio Scimone
Musiche di Gounod, Corelli, Platti, Wagner, Verdi

Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti

La Fondazione festeggia la Pasqua con un concerto dei Solisti Veneti

In occasione delle festività pasquali venerdì 5 aprile la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo presenta uno straordinario concerto dei Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone al Duomo di Santa Sofia di Lendinara (RO) alle ore 21.00. L’anno che stiamo vivendo vede ricorrere gli anniversari di alcuni dei più grandi compositori della storia della musica. Ecco così comparire nel programma i nomi di Arcangelo Corelli, Richard Wagner, Giuseppe Verdi e del compositore padovano Giovanni Benedetto Platti. Autori che i Solisti Veneti di Claudio Scimone omaggeranno eseguendone pagine di grande suggestione. Ingresso libero e gratuito fino ad esaurimento posti.

Il programma della serata presenta in apertura la Marcia Pontificale composta dal celebre musicista francese e fervente cattolico Charles Gounod, omaggio al luogo sacro sede del concerto. L’introduzione alle celebrazioni del 2013 è invece affidata al Concerto da Chiesa in re maggiore di Arcangelo Corelli (nel 300.mo anniversario della morte), primo grande autore di “Concerti Grossi” e punto di riferimento di tutti i più famosi compositori del Settecento, da Vivaldi a Tartini, da Geminiani a Haendel. Seguiranno la vivace Fuga in re maggiore che Corelli scrisse firmandosi come Gallario Riccoleno, l´anagramma del proprio nome, e il virtuosistico Concerto in do minore I.21 per violoncello e archi del compositore padovano Giovanni Benedetto Platti, di cui quest’anno ricorre il 250.mo anniversario della morte.

L’apice della serata verrà raggiunto con l’esecuzione dei brani dei due compositori più illustri, di cui ricorre il 200.mo anniversario della nascita: Richard Wagner e Giuseppe Verdi. Al grande compositore di Lipsia I Solisti Veneti e Claudio Scimone hanno voluto rendere omaggio con il suggestivo Adagio in re bemolle maggiore per clarinetto e archi. Pagina cameristica dalla melodia calma e serena, fra le più romantiche di Wagner, testimonia la geniale capacità di Wagner di ottenere le più sottili sfumature con i soli mezzi di un raccolto gruppo da camera. Seguirà l’unica, grandiosa pagina puramente strumentale di Giuseppe Verdi: il Quartetto in mi minore che i Solisti Veneti proporranno in versione orchestrale, un’autentica interpretazione della volontà di Verdi che, in risposta a una richiesta pervenutagli da Londra, consigliò vivamente di eseguirlo raddoppiando le parti, cioè aumentando il numero degli esecutori.

I Solisti Veneti diretti da Claudio Scimone sono l’orchestra da camera italiana più nota nel mondo anche per molteplicità e interesse delle iniziative culturali, editoriali e promozionali. Hanno tenuto quasi 6.000 concerti in più di 80 Paesi e partecipano regolarmente ai massimi Festival internazionali. Sono stati insigniti dei più importanti riconoscimenti, quali il Premio Grammy di Los Angeles e il particolarissimo premio del Festivalbar del 1970 con 350.000 voti di pubblico giovanile. Hanno ricevuto dalla Repubblica Italiana la medaglia d’oro dei benemeriti della scuola, dell’arte e della cultura. Hanno registrato oltre 300 DVD, CD, LP per etichette come Erato-WEA, BMG-RCA, Philips, Frequenz. Con i Solisti Veneti collaborano i più grandi  interpreti internazionali, da Placido Domingo ad Andrea Bocelli.

Per informazioni:
Fondazione Cassa di Risparmio Padova e Rovigo

Tel. 345 7154654