La battaglia dei topi e delle rane secondo Natalino Balasso

SACREARMONIE
Edizione 2014
dal 29 marzo al 30 maggio 2014

 

La battaglia dei topi e delle rane secondo Natalino Balasso

Mercoledì 16 aprile alle 21.15, al Multisala Mpx di Padova, Natalino Balasso accompagnato da Claudio Carboni (sax), Carlo Maver (bandoneon) e Pasquale Mirra (vibrafono) porterà in scena la celebre “Batracomiomachia. La battaglia dei topi e delle rane”

Musica e parodia saranno protagoniste, mercoledì 16 aprile alle 21.15 al Multisala Mpx di Padova, del terzo appuntamento con la rassegna SacreArmonie, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova all’interno del format Universi Diversi, in collaborazione con la Scuola di Musica Gershwin.

L’attore e comico italiano Natalino Balasso sarà la voce narrante, nell’unica data in Veneto, della celebre quanto amata “Batracomiomachia. La battaglia dei topi e delle rane” uno dei pochi testi pervenutici integri del filone di poesia parodica e scherzosa molto diffusa nella letteratura greca.

La narrazione della battaglia, rievocata in scena da Balasso, verrà accompagnata dalle note di un trio d’eccezione composto da Claudio Carboni (sax) e Carlo Maver (bandoneon) – autori delle musiche – e Pasquale Mirra (vibrafono). Verrà impreziosita, inoltre, dalla traduzione in forma poetica di Giacomo Leopardi, che di essa scrisse:

«Il disegno, l’invenzione e la condotta del poema, la felicità e lepidezza dei ritrovati, e quell’acconcia mescolanza di cose basse e volgari con parole, e cose grandi e sublimi, dalla quale nasce il ridicolo, fanno conoscere ad ogni uomo di gusto che la Batracomiomachia non è parto di un poeta mediocre».

Il casus belli è dato dalla morte di Rubabriciole, figlio del re dei topi, convinto dal re delle rane Gonfiagote a montare sulle sue spalle per visitare il lago. All’improvvisa comparsa di un serpente d’acqua Gonfiagote, per sfuggirgli, si immerge facendo così annegare Rubabriciole. La guerra scoppia immediatamente e, proprio quando la vittoria sembra ormai dei topi, l’intervento di Zeus e dei granchi, giunti sul campo di battaglia, capovolgono la situazione.

Attribuito allo Pseudo-Omero, il poemetto recupera tematiche, scene e motivi che trovano riscontro in modo particolare nell’Iliade sovvertendoli, tuttavia, in chiave comica e straniante. Funzione parodica ha soprattutto il lessico, anch’esso derivato dalla tradizione epica, ma rielaborato con iperboli e procedimenti di accumulo, come nella descrizione dei granchi che vengono presentati da una serie lunghissima di aggettivi composti.

Prodotto dal Festival della Commedia Antica di Marzabotto questo spettacolo arriva per la prima volta a Padova nella sua unica data veneta.

Info:
www.universidiversi.com

Biglietti:
intero: euro 12,00
ridotto: euro 10,00
riduzioni per studenti, carta giovani, over 65, abbonati MPX Cineforum

Prevendite:
Biglietteria Multisala MPX
via Bonporti – Tel. 049.8774325
dal lunedì al giovedì dalle ore 18.00 alle ore 22.00
dal venerdì alla domenica dalle ore 16.00 dalle ore 22.00
vendita online sul circuito Vivaticket – www.vivaticket.it

Natalino Balasso, attore, comico e autore di teatro, cinema, libri e televisione, debutta nel 1990 in teatro, nel 1998 in televisione, nel 2007 al cinema e pubblica libri dal 1993. Scrive e rappresenta numerosi spettacoli tra cui la commedia Dammi il tuo cuore, mi serve (2003) i monologhi Ercole in Polesine (2004), La tosa e lo storione (2007), L’Idiota di Galilea (2011), Stand Up Balasso (2011) e insieme a una giovane compagnia rappresenta Fog Theatre (2009) un colossal teatrale di dieci spettacoli da lui scritti. Interpreta spettacoli per la regia di Gabriele Vacis, Libera Nos (2005), Viaggiatori di pianura-tre storie d’acqua (2008), Rusteghi-i nemici della civiltà (2011) e per la regia di Paolo Valerio e Piermario Vescovo La bisbetica domata (2009). Con Jurij Ferrini interpreta Aspettando Godot (2012) per la regia dello stesso Ferrini. Recita nella commedia tratta dal film di Pietro Germi Signore & Signori (2013) per la regia di Piergiorgio Piccoli. Pubblica una raccolta di racconti: Operazione buco nell’acqua (Sperling & Kupfer 1993) e tre romanzi: L’anno prossimo si sta a casa (Mondadori 2004), Livello di guardia (Mondadori 2007), Il figlio rubato (Kellermann 2010). Nel 2012 pubblica Dio c’è ma non esiste (Editori Riuniti 2012). Al cinema lavora con Gianni Zanasi Non pensarci, con Carlo Mazzacurati La giusta distanza e La Passione, con Massimo Venier Generazione mille euro, con Federico Rizzo Fuga dal call center. Per la televisione recita nella fiction Padri e Figli (G.Zanasi e G.Albano) e nel film Il segreto dell’acqua (R. De Maria). E’ autore e interprete di apprezzati video comici a sfondo sociale pubblicati sul canale “Telebalasso” di youtube. Collabora con il Fatto Quotidiano.it