Inaugura a Padova Detour. Festival del Cinema di Viaggio

Banner new

DETOUR. FESTIVAL DEL CINEMA DI VIAGGIO
Padova | dal 14 al 18 ottobre 2015 | 4a edizione

Inaugura a Padova Detour. Festival del Cinema di Viaggio

Mercoledì 14 ottobre alle 21.00 cerimonia di apertura al Cinema PORTOastra con la proiezione di “Viaggio attraverso l’impossibile” di George Méliès, musicato dal vivo da Tommaso Cappellato e “Banat (Il viaggio)” di Adriano Valerio, unico film italiano del Concorso Internazionale di Detour. A partire dalle 17.00 due eventi in anteprima: la proiezione di due lavori realizzati dagli studenti dell’Università Iuav di Venezia e, alle 18.00 la proiezione dei cortometraggi di Salvatore Mereu, protagonista della sezione Omaggio all’Autore.

Mercoledì 14 ottobre prende il via a Padova, al cinema PORTOastra, Detour. Festival del Cinema di Viaggio. Giunto alla quarta edizione, ormai appuntamento fisso per la città, il Festival – organizzato da Cinerama, diretto da Marco Segato e presieduto da Francesco Bonsembiante – si propone come luogo d’incontro e confronto sul tema del viaggio, con una serie di film inediti, workshop, presentazioni e incontri con gli autori.

L’appuntamento con la cerimonia di apertura del Festival è previsto per mercoledì 14 ottobre alle ore 21.00 presso la Sala Fronte del Porto del cinema PORTOastra. A seguire, verrà proiettato Viaggio attraverso l’impossibile (Voyage à travers l’impossible, 1904) di George Méliès, uno dei primi capolavori della storia del cinema, in cui fantasiose invenzioni visive e straordinari effetti speciali si uniscono ad una narrazione accattivante e intelligente. Un vero e proprio proto-kolossal, impreziosito dalla proiezione sul grande schermo, dal colore e dal commento sonoro che Tommaso Cappellato, batterista e compositore padovano, eseguirà dal vivo. Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Viaggio attraverso l’impossibile inaugura anche Viaggi Fantastici, la nuova sezione di Detour che ospiterà al proprio interno film che raccontano viaggi impossibili nel tempo e nello spazio, tra realtà e fantasia; film inediti, ai quali si affiancheranno veri e propri cult.

Alle ore 22.00 verrà proiettato Banat (Il viaggio), unico film italiano (coproduzione con Romania, Bulgaria e Macedonia) del Concorso Internazionale di Detour. Presentato alla 72. Mostra del Cinema, opera prima di Adriano Valerio, talentuoso regista italiano (il suo corto 37°4S è stato premiato a Cannes e ai David di Donatello) che vive e lavora a Parigi, Banat (Il viaggio) affronta il tema della crisi del lavoro e le sue conseguenze, e lo fa mostrando lo spiazzamento emotivo delle nuove generazioni. Ivo (Edoardo Gabbriellini) è agronomo e la mancanza di opportunità lo spinge ad accettare un lavoro nel Banat, una fertile regione della Romania. Clara (Elena Radonicich) è appena uscita da una relazione e sta per perdere il lavoro al porto di Bari. Ivo e Clara si incontrano per caso e sembrano capirsi subito. Passano una sola notte assieme prima che Ivo parta, ma questo basta per creare un legame e lasciar loro il desiderio di rincontrarsi. Quando Clara gli fa visita in Romania, i due si innamorano. Ma davvero questo esilio è l’unica strada per la felicità?

Due appuntamenti imperdibili faranno da “anteprima” agli eventi della sera.
Alle ore 17.00, Detour proporrà, in collaborazione con l’Università Iuav di Venezia, due lavori effettuati dagli studenti all’interno di due diversi laboratori: il cortometraggio found footage Journey, realizzato all’interno del Laboratorio Video Documentario di Marco Bertozzi e Blind Sun New Century Christology, breve film d’animazione realizzato dagli studenti del Laboratorio di Arti Visive 2 di Gianluigi Toccafondo.
Nell’appuntamento successivo, il regista Salvatore Mereu, protagonista della sezione Omaggio all’Autore, presenterà al pubblico di Detour un segmento della propria produzione sconosciuto ai più, eppure non meno prezioso e importante rispetto ai più noti film lunghi: i cortometraggi. A partire dalle ore 18.00, Mereu introdurrà cinque film brevi provenienti da due distinti momenti del suo percorso autoriale: Prima della fucilazione (1997) e Miguel (1998), realizzati durante la frequentazione del Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, e i recenti corti autoprodotti Transumanza (2013), La vita adesso (2013) e Scegliere per crescere (2013).

Sponsor della quarta edizione di Detour. Festival del Cinema di Viaggio è Cassa di Risparmio del Veneto (Gruppo Intesa Sanpaolo). L’iniziativa è stata resa possibile anche quest’anno dal sostegno, ormai storico, di AcegasApsAmga. Il Festival è realizzato con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo; partner tecnici dell’iniziativa sono Padova Terme Euganee Convention & Visitors Bureau e Padova Promex nell’ambito del progetto “Come to Padova and Discover Expo 2015”. Detour. Festival del Cinema di Viaggio si avvale del patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia di Padova, del Comune di Padova, dell’Università degli Studi di Padova e Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Per maggiori informazioni:
Detour. Festival del Cinema di Viaggio
Tel.: +39 0498171317
info@detourfilmfestival.com | www.detourfilmfestival.com