In scena al Teatro Verdi di Padova il Rigoletto firmato da Stefano Poda

STAGIONE LIRICA DI PADOVA 2013

In scena al Teatro Verdi il Rigoletto firmato da Stefano Poda

Venerdì 18 e domenica 20 ottobre 2013 secondo appuntamento al Teatro Verdi di Padova con la Stagione Lirica di Padova con il “Rigoletto” di Giuseppe Verdi nella messa in scena firmata dal regista trentino Stefano Poda

Comunicato stampa

Per immagini in HD: http://www.studiopierrepi.it/rigoletto-2013/

«Rigoletto è un padre che ha dato alla figlia tutto quello che non ha avuto per sé, fino al punto di strangolarla emotivamente attraverso questo amore sterminato».

Questa è la chiave interpretativa che il regista trentino Stefano Poda ha voluto dare alla celebre opera verdiana, secondo titolo della Stagione Lirica di Padova 2013, coproduzione tra i Teatri di Padova e Bassano del Grappa, in cartellone al Teatro Verdi di Padova venerdì 18 ottobre alle 20.45 e domenica 20 ottobre alle 16.00. Una messa in scena, di cui Poda ha curato regia, scene, costumi, coreografia e luci dell’allestimento, che, già nell’allestimento del 2010 sempre a Padova, ha emozionato e fatto discutere, osando una drammaturgia innovativa e inedita.

La figura di Rigoletto, deforme e pungente buffone di corte, diviene, nella rivisitazione del regista, l’archetipo di «un comportamento così ripetuto nella storia dell’umanità che non si correggerà e non ci commuoverà mai abbastanza, perché è una contraddizione insita nei grandi rapporti affettivi». La stessa deformità del protagonista, sottolinea Stefano Poda,  «è  tutta interiore. Per questo non ho voluto applicare sotto il costume del cantante una gobba particolarmente accentuata. Quello che mi premeva raccontare è ciò che continua a struggermi in questo personaggio».

L’Orchestra di Padova e del Veneto il Coro Città di Padova, diretti dal maestro Giampaolo Bisanti accompagneranno un cast di giovani ma già affermati cantanti. Nel ruolo di Rigoletto il baritono rumeno Ionut Pascu, solista stabile presso l’Opera Nazionale di Bucarest e l’Opera Nazionale di Costanza, il giovane soprano australiano Jessica Pratt, nascente regina del belcanto, sarà Gilda. Ritornano inoltre al Teatro Verdi, dopo il successo nella Lucrezia Borgia di Donizetti, il tenore Paolo Fanale (Duca di Mantova) ed il basso Mirco Palazzi (Sparafucile). Il giovane mezzosoprano napoletano Daniela Innamorati interpreterà Maddalena.

Su libretto di Francesco Maria Piave, tratto dal dramma Le roi s’amuse di Victor Hugo, l’opera è ambientata nel XVI secolo a Mantova e nei suoi dintorni. Rigoletto, buffone di corte, che si burla con cattiveria di tutti e trama, all’occasione, scherzi e vendette crudeli, ha una figlia “segreta” di nome Gilda, che è la luce dei suoi occhi, avuta dalla donna amata ormai morta. Duro e crudele con tutti con lei Rigoletto è un padre tenerissimo e premuroso che si preoccupa di tenerla lontana dal mondo corrotto della corte, ma che per uno scherzo del destino è diventata oggetto dell’attenzione del Duca di Mantova, suo giovane padrone e libertino impenitente. Le reazioni alle malefatte del buffone da parte dei cortigiani, daranno il via alla tragedia finale: Gilda sarà rapita e violata dal Duca; Rigoletto pagherà il bandito Sparafucile perchè uccida il Duca. Ma a morire sarà l’amata figlia.

La Stagione Lirica è promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e realizzata grazie al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, con il sostegno della Regione Veneto, con il contributo della Fondazione Antonveneta.

La Stagione Lirica padovana si concluderà lunedì 23 dicembre alle ore 20.45 (replica venerdì 27 dicembre, ore 20.45) con Tosca di Giacomo Puccini, coproduzione Li.Ve., tra i Teatri di Padova, Bassano e Rovigo. La regia dello spettacolo sarà firmata dal regista argentino Hugo de Ana.

 

Tamburino

 

 

RIGOLETTO
Musica di Giuseppe Verdi
Libretto di Francesco Maria Piave

 Venerdì 18 ottobre, ore 20.45
Domenica 20 ottobre, ore 16.00

 Personaggi e Interpreti
Rigoletto, suo buffone di Corte,
Ionut Pascu
Gilda, figlia di Rigoletto,
Jessica Pratt
Il Duca di Mantova,
Paolo Fanale
Sparafucile, sicario,
Mirco Palazzi
Maddalena, sorella di Sparafucile,
Daniela Innamorati

Coro città di Padova diretto da Dino Zambello
Orchestra di Padova e del Veneto

Maestro concertatore e direttore d’orchestra GIAMPAOLO BISANTI
Regia, Scene, Costumi, Luci  STEFANO PODA

coproduzione tra i Teatri di Padova e Bassano

  

 

Info:
Biglietteria Teatro Verdi: tel. 049/87770213
Comune di Padova – Settore Attività Culturali – Servizio Manifestazioni
tel. 049 8205611/5623 – 388 3085379
http//padovacultura.padovanet.it
cultura@comune.padova.it