“China’s Van Goghs” trionfa alla sesta edizione di Detour

DETOUR. FESTIVAL DEL CINEMA DI VIAGGIO
Padova | 4-8 ottobre 2017 | 6a edizione

 

L’opera dei registi di Yu Haibo e Yu Tianqi Kiki vince il premio per il Miglior film Detour 2017 e il Premio del Pubblico. Premio Speciale della giuria al film norvegese “Handle With Care” di Arild Andresen. Il documentario “Sagre balere” di Alessandro Stevanon vince la sezione “Viaggio in Italia”. Al regista Gianni Amelio, conferito il “Premio Padova incontra il cinema”, realizzato per l’occasione dall’artista Pino Guzzonato.

da sx Valentina Lodovini Arild Andresen Marco Danieli Andrea De Sica

Valentina Lodovini, Arild Andresen, Marco Danieli e Andrea De Sica

Un esercito di Van Gogh cinesi ha idealmente invaso il Teatro Verdi di Padova dove sabato 8 ottobre si è tenuta la Cerimonia di Premiazione della sesta edizione di “Detour”, Festival del Cinema di Viaggio” organizzato dall’associazione culturale Cinerama, diretto dal regista Marco Segato e presieduto dal produttore Francesco Bonsembiante.

La giuria, composta da Marco Danieli, Valentina Lodovini e Andrea De Sica, ha tributato il Premio per Miglior Film a China’s Van Goghs (Cina, Paesi Bassi, 2016) dei registi cinesi Yu Haibo e Yu Tianqi Kiki, racconto appassionante e struggente su un copista cinese del grande maestro dell’espressionismo. L’opera, si legge nelle motivazioni è «un viaggio di disperazione e rinascita metafora di un intero popolo stanco di essere soltanto la periferia industriale del mondo occidentale. Una Cina contemporanea che rivendica un ruolo da protagonista non solo in campo geopolitico ed economico ma anche in quello artistico e culturale». L’avventura di Zhao Xiaoyong, ex contadino divenuto pittore, che decide di andare in Olanda per vedere dal vero le opere di Van Gogh, ha appassionato anche i cinefili presenti al festival che hanno deciso di tributargli anche il “Premio del Pubblico”.

Il Premio Speciale della Giuria per il film che meglio ha saputo interpretare l’idea del viaggio è stato vinto da Handle With Care (Norvegia, 2017, 90’) di Arild Andresen. Un uomo, imprigionato nel lutto della moglie, rifiuta la paternità del figlio adottivo. Il viaggio in sud America alla ricerca della madre naturale del bambino è l’occasione per misurarsi con i propri demoni e ritrovare la forza per guardare al futuro. «Un film duro, rigoroso, che il regista gira con mano ferma senza mai scadere nella retorica o nel sentimentalismo. Eccellente l’interpretazione del protagonista Kristoffer Joner».

Marco Segato Gianni Amelio Francesco Bonsembiante

Marco Segato Gianni Amelio Francesco Bonsembiante

Una Giuria composta dagli studenti del Master di Sceneggiatura Carlo Mazzacurati ha indicato il Miglior Film della sezione “Viaggio in Italia”, dedicata al cinema italiano. Vince il film Sagre balere (Italia, 017, 75’) di Alessandro Stevanon per essere riuscito a descrivere «con sapiente equilibrio vita privata e pubblica di Omar, cantante di musica da ballo, attraverso una sentita osservazione che sospende i giudizi, ma in grado di creare empatia. L’opera tratteggia così con efficacia un microuniverso, alternando visivamente pieni e vuoti, supportato da una fotografia esuberante. Ne esce un ritratto toccante, sincero, che mischia nostalgia e malinconia e afferra il senso di un mondo che si avvia naturalmente verso il proprio crepuscolo».

Presente alla cerimonia anche il regista Gianni Amelio a cui il Festival ha consegnato il “Premio Padova incontra il cinema”, realizzato per l’occasione dall’artista vicentino Pino Guzzonato. «Il premio è nato per riconoscere ai padovani che lavorano nel cinema la loro esistenza – ha raccontato Francesco BonsembianteAbbiamo premiato il primo anno Alessandro Rossetto, poi Giampiero Brunetta che ha portato il cinema nel mondo. Quest’anno abbiamo deciso di premiare chi ha portato il mondo del cinema ai nostri occhi. E quindi con grande piacere abbiamo chiesto a Gianni Amelio se accettava il premio».

Detour è realizzato con il contributo del Comune di Padova e di Padova Convention & Visitors Bureau (Consorzio DMO Padova) e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Si ringrazia per il sostegno Cassa di Risparmio del Veneto. Sponsor del progetto sono AcegasApsAmga, Montura e PittaRosso. Il Festival si avvale del patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Regione del Veneto, della Provincia di Padova, del Comune di Padova e dell’Università degli Studi di Padova.

Detour. Festival del Cinema di Viaggio
info@detourfilmfestival.com
www.detourfilmfestival.com

Condividi